Lisbona: fra il passato ed il futuro

LISBONA: 7-11 GIUGNO PREMESSA: Voliamo ancora una volta con compagnie Low Cost, posti prenotati sul Web con un paio di mesi d’anticipo.Questa volta anche gli hotel sono stati prenotati on line risparmiando un bel po sull’agenzia di viaggi che per ...

  • di valelosci
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

LISBONA: 7-11 GIUGNO PREMESSA: Voliamo ancora una volta con compagnie Low Cost, posti prenotati sul Web con un paio di mesi d’anticipo.Questa volta anche gli hotel sono stati prenotati on line risparmiando un bel po sull’agenzia di viaggi che per quanto ci riguarda può anche chiudere bottega  Da Palermo a Barcellona voliamo con ClickAir, una splendida azienda low cost spagnola che dovrebbe essere d’esempio al nostro vecchio carrozzone Alitalia. Queste compagnie ci insegnano come sia possibile guadagnare ed offrire un servizio buono a viaggiatori facendogli spendere molto poco, a differenza di Alitalia che costa tantissimo, arriva in ritardo ed è sempre in deficit chiedendo soldi in prestito allo stato... Di sicuro Click Air o Ryan Air non assumono 150 persone quando ne servono 50 e non regalano ogni giorno centinaia di biglietti a politici, giornalisti e magistrati per tenersi buone le varie categorie ... Il vantaggio dei biglietti elettronici poi è che non stai con la paranoia di aver perso i biglietti originali, basta dare il documento al check-in e loro hanno tutti i tuoi dati, al massimo ti fai un paio di fotocopie della ricevuta prenotazione dove c’è il tuo codice di VOLO e per quanti bagagli hai pagato. Per quanto riguarda gli Hotel (col sistema di Booking.Com) puoi disdire fino ad un giorno prima senza penali, in caso contrario ti addebitano solo la prima notte.

SABATO 7 GIUGNO: Partiamo dall’aeroporto di Palermo e arriviamo a Barcellona in perfetto orario (15:15), il volo è stato buono e le hostess clickair sono niente male  Ritiriamo i bagagli che arrivano perfetti e ci dirigiamo nell’area esterna dell’aeroporto dove scopriamo che non ci sono più i TABACOS, ovvero i venditori di sigarette, questi ora si trovano solamente nell’area sterile ovvero dopo il ceck-in, peccato però che li non ci sono le zone fumatori  Nel 2005 ancora le vendevano ma deve essere cambiata qualche legge. Il volo per Libona è della Vueling, altra compagnia low cost spagnola, parte alle 20 ma ben 3 ore prima facciamo il Check-In per liberarci degli bagagli da imbarcare e scorazzare nell’area shopping oltre i controlli bagaglio. Becchiamo un ragazzo italiano che lavora per Vueling e ci imbarca i bagagli, scopriamo che adesso li ogni compagnia ha la sua zona C-IN e tutti i GATE imbarcano per tutti i voli, un sistema intelligente per smaltire le file. Sia ClickAir che Vueling partono dal Terminal B, la prima imbarca dal 25 al 35 e la seconda dal 44 al 52. Scopriamo ancora una volta che il termine DUTY FREE non ha alcun senso, non abbiamo trovato un solo prodotto in aeroporto che costi meno della città, anzi... Gli unici che fanno affari sono quelli che hanno la carta d’imbarco per paesi extra-comunitari e comprano tabacchi e sigarette a prezzo veramente inferiore. Esempio: Stecca di Malboro Light costa 34.50 euro per noi e 25.50 euro per quelli che vanno fuori dall’UE. A Barcellona il singolo pacchetto lo comprate 3.30 euro, 15 cent in meno rispetto all’aeroporto. Saliamo sul volo Vueling ed abbiamo la fortuna di trovare vuoti dei posti “premium”, ovvero quelli un po’ + larghi perché stanno dove c’è l’uscita di sicurezza, 6 euro a posto risparmiati  Arrivati il aeroporto mentre il Portogallo gioca la sua prima partita dell’europeo contro la Turchia, troviamo tutti appesi alle radio e alle TV, saliamo sul TAXY che ci porta all’hotel con telecronaca portoghese che ci ricorda quelle brasiliane, meglio giocava il Portogallo e + veloce andava il Taxista, all’ultima curva il Portogallo segna il secondo gol finale e quasi finiamo oltre l’hotel  Paghiamo solamente 15 € pur avendo 4 bagagli ed essendo 3 persone ed essendoci il supplemento serale. Ci sistemiamo in stanza, mangiamo i panini presi in aeroporto e ci gustiamo l’acqua ed il caffè ghiacciati che avevamo messo in valigia dall’Italia, un TG in portoghese che ovviamente parlava della vittoria del Portogallo e andiamo a nanna ascoltando in lontananza clacson e festeggiamenti vari. Mettiamo apposto l’orologio perché a Lisbona hanno un’ora in meno rispetto all’Italia, i portoghesi hanno lo stesso orario degli inglesi, la cosa bella è che li alle 22.00 ancora fa luce

  • 3321 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social