Lisbona e Porto, un incanto che rimarrà nel cuore

Esordisco col dire che è stato un viaggio bellissimo e che Lisboa (Lisbona) e Oporto (Porto) sono due città che non hanno nulla da invidiare ad una Barcellona, ad una Londra ecc. Ma che anzi, pur possedendo tutte le caratteristiche ...

  • di sabryerre
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Esordisco col dire che è stato un viaggio bellissimo e che Lisboa (Lisbona) e Oporto (Porto) sono due città che non hanno nulla da invidiare ad una Barcellona, ad una Londra ecc. Ma che anzi, pur possedendo tutte le caratteristiche che fanno delle precedenti due città speciali, in più mantengono una modestia e una dignità invidiabili. Il nostro viaggio è stato progettato a gennaio (principalmente per trovare dei voli economici dato che da Palermo il viaggio in Portogallo non è proprio economicissimo) così abbiamo avuto il tempo di documentarci su quello che si doveva vedere e di leggere i consigli riportati su TURISTI PER CASO (www.Turistipercaso.It), alcuni veramente utili. Per questo motivo voglio contribuire anche io dando qualche consiglio che spero possa essere utile.

• Preparazione del viaggioà A me piace affrontare i viaggi preparata, sia perché è come se iniziassi a viaggiare già prima di partire, sia perchè così spero di evitare brutte sorprese (monumenti chiusi, spese eccessive, fregature turistiche). Per questo motivo consiglio sempre prima di partire di leggere qualche guida e di visitare alcuni siti veramente utili che vi riporto qui di seguito:

- www.Portugalvirtual.Pt-à siti del turismo

- www.Atl-turismolisboa.Pt-turismo-à siti del turismo

- www.Carris.Pt-info e www.Cp.Pt-ferrovie à per conoscere i mezzi di Lisbona

- www.Metrolisboa.Pt-metroà per conoscere la metro di Lisbona

- www.Askmelisboa.Com à rivista mensile su Lisbona in italiano

- www.Mnazulejo-ipmuseus.Pt-museo azulejosà sito sul museo degli azulejos Inoltre, anche se non è proprio una guida, essendo Lisbona il luogo in cui visse e fu attivo Fernando Pessoa, celebre poeta, consiglio di leggere il suo libro “Lisbona, quello che un turista deve vedere”.

• Itinerari turistici per Lisbonaà sul sito ufficiale è possibile scaricare 5 percorsi da fare a piedi per conoscere Lisbona...Sono fatti molto bene e non tralasciano nulla (a parte la zona dell’expo, Parco dos Nacoes, che è moderna e assolutamente da vedere): consiglio di stamparli e di seguire in linea di massima questi percorsi come base del vostro tour. Dato che la risoluzione delle mappe su cui sono segnati non è altissima consigliamo di seguire le strade da un’altra mappa che si potrà facilmente trovare in qualsiasi centro di informazioni, in hotel o all’aeroporto al vostro arrivo a Lisbona. Inoltre, dato che i percorsi sono schematici (dicono cioè solo il nome o al massimo una brevissima descrizione del monumento da visitare durante il percorso) io consiglio di comprare una guida, anche perché rimane come ricordo del viaggio.

• Guide del Portogalloà Io mi sono trovata benissimo con la guida LISBONA della DUMONT (che tratta tutto e approfondisce ogni aspetto anche dal punto di vista storico). Avevamo anche la guida TOP 10 della Mondadori (molto schematica ma c’è più o meno tutto e soprattutto c’è una carta stradale alla fine fatta molto bene) e la guida PORTOGALLO della De Agostini (che è ottima se decidete di girare tutto il Portogallo mentre solo per le città di Lisbona e Porto dice davvero poco). In ogni caso vi consigliovivamente per tutte le città che girerete (anche se noi non l’avevamo in questo caso) di comprare la guida grande di ogni città della Mondadori: sono perfette, ci sono in tutte le lingue e all’interno contengono percorsi, monumenti in 3d, storia, consigli utili, mappe ecc. Noi l’abbiamo vista sia di Oporto che di Lisboa, quindi di sicuro esiste per queste due città.

• Trasportià Per arrivare in Portogallo dall’Italia il mezzo migliore è l’aereo. Da Palermo non ci sono voli diretti per Lisbona e soprattutto ad una prima ricerca più superficiale si trovano prezzi altissimi. Noi abbiamo risparmiato utilizzando per l’andata Clickair (una compagnia low cost spagnola) e prenotando via internet PMOàBCN e BCNàLIS. Per il ritorno invece , che avevamo deciso di fare da OPORTO, dato che scegliendo gli orari del volo clickair avremmo dovuto passare una notte a Barcellona, abbiamo optato per Ryanair facendo OPOà STN e STNà PMO...Allucinante! Sarebbe stato molto meglio dormire a Barcellona! [Lo sconsigliamo vivamente per diversi motivi: 1-Ryanair è una compagnia pessima cioè ti fa veramente pesare il fatto di avere pagato poco i biglietti; noi l’avevamo usata per andare a Londra solo un anno prima e forse per un volo classico (senza scali e con un solo bagaglio da imbarcare che rispetta dimensioni e peso in maniera esatta) può anche andare bene ma se deve essere solo uno degli scali diventa un incubo: in primis hanno poco personale e lo stesso ti fa il check in, ti fa imbarcare, ti fa l’hostess e il tutto ovviamente significa una serie di ritardi e di file una dietro l’altra, in secundis i posti non sono assegnati per cui si deve assistere alla parte peggiore della natura umana che per avere i primi posti in aereo sgomita e ti calpesta; per guadagnare sui voli fanno fare l’imbarco prioritario che si paga a parte (e allora ti spieghi come mai non numerano i posti!) e i bagagli che le altre compagnie ti fanno portare come bagaglio a mano senza problemi, con la Ryanair te li fanno imbarcare pagando sovrattasse pesantissime e se hai chili in più quando tutte le altre compagnie spesso chiudono un nocchio loro te li fanno pagare tutti! ; 2- Passare dall’aeroporto di Londra è un incubo: file immense per controllare i passaporti, perquisizioni allucinanti 8ti fanno togliere anche le scarpe), restrizioni e controlli pignolissimi sui bagagli, a me hanno addirittura controllato il portafogli!] Per gli spostamenti in città Lisbona e Porto sono assolutamente da girare a piedi (quindi consiglio assolutamente scarpe comode tipo scarpa da tennis); nonostante questo in alcuni casi si presenterà la necessità di utilizzare i mezzi urbani. Se fate le tessere per i mezzi per più giorni ricordate di tenere sempre lo scontrino perché se si dovessero smagnetizzare ve le cambierebbero solo se aveste lo scontrino con voi.

• Trasporti a Lisbona à il trasporto dall’aeroporto Portela al centro si può fare con diversi mezzi : l’aerobus 91 costa 3€ ed è in servizio fino alle 21 di sera, altrimenti ci sono i bus, per es. Il 745 che viaggia anche di notte e che lascia al centralissimo Rossiocomunque da sola costa 10€). In ogni caso questo è il consiglio di chi non ha avuto il tempo di pianificare a Porto gli spostamenti con i mezzi pubblici ordinari che magari, economicamente convengono. Però c’è da valutare che sul sightseeing c’è anche la guida in tutte le lingue e se c’è una bella giornata dopo un giorno di sightseeing potrete sfoggiare un’abbronzatura invidiabile!!!!

PS: nel bus sightseeing mettono una canzone in sottofondo, tra una spiegazione della guida e un’altra, che assomiglia molto ad una tarantella ed è molto carina e secondo me rispecchia il carattere del Portogallo... per chi dovesse andare a Porto in questi prossimi mesi ho una richiesta: chiedere all’autista del bus rosso il titolo della canzone e il nome della cantante .. Un autista mi ha detto che è di Anabela ma questo non mi basta per trovarla...Se riusciste ad avere informazioni a tal proposito il mio indirizzo mail è sabryerre@yahoo.It.

• Prezzià in generale in Portogallo i prezzi sono quelli dell’Italia quindi abbastanza alla mano. Ovviamente i posti estremamente turistici si fanno pagare molto di più, come in tutti i posti del mondo. Porto in particolare è economicissima. In generale, per risparmiare, è possibile comprare l’acqua e qualche snack al supermercato (mini preco o pingo doce sono le principali catene alimentari).

• Dormireà prima di questo viaggio noi abbiamo sempre dormito in hotel (solitamente prenotati su venere.Com da cui si può vedere il luogo, l’hotel, la posizione, le stanze ma soprattutto i commenti degli altri clienti) ma per Lisbona non conviene moltissimo optare per l’hotel perché ci sono tantissime pensioni che sono davvero belle, pulite e centralissime ... e ovviamente più economiche di un hotel. La differenza è che nella pensione non ti offrono solitamente la colazione ma considerando che la colazione a Lisbona è un rito che va compiuto in una delle tante pastellerie , cafè o leterie, probabilmente è meglio così.

Noi siamo stati i primi due notti alla Pensao Rossio, che si trova in Rua Dos Sapateiros, parallela della rua Augusta, centralissima (a circa 30 secondi da piazza Dom Pedro IV), ma anche se la posizione era perfetta e abbiamo dormito molto bene, era veramente molto squallida e anche se costava solo 30€ a notte a stanza abbiamo deciso di cambiare perché anche l’occhio vuole la sua parte. Le altre 3 notti a Lisbona le abbiamo passate invece alla Pensao Globo, in Rua de Texteira, parallela alla Rua Dom Pedro e a 30 secondi dal miradouro di Sao Pedro de Alcantara. [Non saprei dire se era più centrale la prima pensione o la seconda perché a Lisbona è come se esistessero diversi centri: il centro più antico è nella zona del castello (Alfama) però si dice che sia un po’ meno sicura delle altre zone, il centro che i lisboeti considerano il centro storico è attorno al Rossio, dove ci sono arterie pedonali e commerciali ma dove di notte incontri decine e decine di spacciatori che, cordialmente, ti vogliono vendere i loro “prodotti”, e un centro più moderno che è quello del Barrio Alto, dove ci sono più locali e più giovani].

In ogni caso alla Pensao Globo ci siamo trovati benissimo, 40€ la doppia a notte, molto carina anche se piccola. Ognuno cmq può scegliere la sua camera sul sito (http://www.Cb2web.Com/globo/index-en.Php). Unico consiglio:se avete il sonno leggero non prendete la stanza a primo piano perché le persone che stanno fuori dai locali a chiacchierare le sentirete anche con la finestra chiusa! Anche a Porto ci sono Pensao e Residencial e Hotel. Noi abbiamo scelto un Residencial centralissimo in Avenida Dos Alliados che secondo me però era uguale alla pensione che aveva lo stesso nome, era nello stesso edificio, aveva lo stesso stile ma probabilmente prezzo minore. In ogni caso abbiamo dormito lì 2 notti e abbiamo verificato che l’hotel è molto elegante anche se un po’ vecchio stile, fornisce una colazione abbondante ed è in una posizione super centrale e comodissima per arrivare ovunque (70€ a notte la doppia).

• Mangiareà prima di questo viaggio noi eravamo abituati ad andare al risparmio nel cibo perché mangiare fuori costa sempre parecchio. In Portogallo questo problema non esiste. A meno che non si decida di andare nel posto più lussuoso delle varie città, è possibile mangiare al ristorante 2 volte al giorno, scegliendo anche un platos combinados, un piatto combinato composto da carne o pesce (la pasta se non siamo in Italia io sconsiglio vivamente di mangiarla) con contorno di insalata, verdure o patatine fritte e completi di pane e bevande, spendendo una cifra pari a circa 10€ al pasto a persona. Ovviamente è possibile anche spendere 100€ a pasto, dipende da dove si va: in ogni caso questo si può scegliere prima perché tutti i locali espongono menù in varie lingue con immagini dei piatti e prezzi. Un’unica raccomandazione che vale sempre: controllare sempre il conto nello scontrino (la conta) prima di pagare perché loro sono molto onesti (molto più che in Italia a mio avviso) ma può sempre capitare che inseriscano nel conto qualcosa in più (per es. Gli entradas, antipasti, a base di formaggi: loro li portano sempre al tavolo e anche se non li mangiate ve li mettono nel conto, per evitare questa cosa se non li volete fateli portare via e controllate che non ve li abbaino inseriti nel conto finale; se li hanno inseriti basta dirlo e li toglieranno senza problemi). Non considerano il servizio ma è bene lasciare sempre il 10% di mancia. Un consiglio culinario: il piatto principale del Portogallo è il bacalau, baccalà, che ha un sapore abbastanza forte per cui se non vi piace molto consiglio di prendere un piatto in cui il sapore del baccalà è dissimulato: io consiglio il bacalau das natas (una specie di sformato di baccalà al formaggio) e in generale il pesce di qualsiasi tipo, spesso fritto. Se non vi piace il pesce i portoghesi cucinane molto il maiale in vari modi e anche il churrasco (una specie di hot dog alla griglia molto economico). Da questo punto di vista sappiate che dopo il viaggio in Portogallo DOVRETE necessariamente mettervi un po’ a dieta!!! Un buon modo per non appesantirsi troppo è provare le insalate delle grandi catene (per es. Casa dos Sandes o Pans) o la Sopa (zuppa di verdure) che servano in tutti i ristoranti come antipasto e sazia!Bereà ci sono molte Cervejerias dove la birra costa pochissimo (1 o 2€) ma anche altri locali dove la sangria è praticamente regalata (1€ a bicchiere, 2€ la caraffa da 1litro). Ma la bevanda che fa da padrona è il Porto. A Lisbona siamo stati all’Istituto do vino do Porto davanti al Miradour San Pedro d’Alcantara, un localino molto confortevole dove ci si può sedere in un salottino, ascoltare della buona musica, leggere un libro o chiacchierare sorseggiando un bicchiere di porto (un bicchiere va dai 2€ anche ai 100€) accompagnato da una fetta di torta alla fragola o al cioccolato (2€). A Porto, sulla riva opposta del Douro (a Villa Nova de Gaia), si trovano tutte le cantine dove viene conservato e venduto il vino porto: se avete la possibilità di imbarcare il bagaglio potete comprare lì qualche bottiglia di vino porto e sceglierlo dopo una visita guidata con degustazione (le visite alle cantine costano al massimo 3€ con guide in tutte le lingue). A Lisbona abbiamo dimenticato di provare la Gighigna ma da bravi turisti ve la consigliamo perché pensiamo che, senza scadere nel consumismo turistico a tutti i costi, pensiamo che sia sempre una cosa carina provare cibi, bevande e usanze tipiche dei luoghi in cui si và.

• Da non dimenticareà consigli che valgono sempre e che rinnovo qui come in ogni viaggio. Un turista deve sempre portare con sé quando esce K-way, Ombrello, Cappello, Sciarpe e/o foulard, Occhiali da sole, crema solare e doposole. Questo vale a maggior ragione per Lisbona e Porto: noi ad aprile abbiamo trovato molto vento e un po’ di pioggia, con qualche temporale, i primi giorni, e circa 28 gradi con un sole cocente gli ultimi giorni. Bisogna inoltre portare il libretto universitario o la carta studenti (in molti posti lo sconto è molto buono o addirittura non si paga nulla). Infine indispensabile viaggiare sempre con mappa della metro e degli altri mezzi pubblici, mappa della città e guida: se ne siete sprovvisti il primo giorno in cui arrivate fate una tappa obbligatoria al primo centro turistico (sempre presente negli aeroporti oppure a Lisbona in Praca do Commercio e a Porto in Avenida dos Aliados o alla stazione di Sao Bento) e fatevi fornire di tutto questo materiale informativo. Al centro informazioni potrete anche farvi dare indicazioni sui trasporti, sulle visite e sugli orari dei vari monumenti, e farvi dire dove si trovano i supermercati e le farmacie più vicine al vostro hotel (non si sa mai). Un ultimo personale consiglio: il Portogallo è un paese tranquillo ma è sempre tenere gli occhi aperti: io consiglio lo Zainetto monospalle miultitasca e i pantaloni multitasche: così potrete distribuire la tessera per i trasporti, i soldi, i documenti, l’acqua, ecc in modo razionale e in modo da poterli trovare subito e in più se sarete su un mezzo pubblico o in un posto affollato potrete porre il monospalla con la sacca sul davanti (sulla panza) e nessuno in nessun modo potrà aprire le tasche o provare a sfilarvelo. In ogni caso dal punto di vista della sicurezza in Portogallo potrete stare abbastanza tranquilla:in qualsiasi mezzo, in qualsiasi negozio e per strada troverete sempre dei poliziotti che sorveglieranno e che saranno gentili e disponibili a darvi ogni informazione. Lingua: Secondo me il portoghese stretto non si capisce moltissimo anche se ha un’etimologia simile all’italiano ma quasi tutti (un buon 70%) parlano inglese, soprattutto nei locali e negli hotel. Pochissimi parlano l’italiano (10-20%) anche se lo capiscono, mentre la metà almeno parla inglese e spagnolo. Insomma in un modo o nell’altro vi farete capire e i portoghesi, gentilissimi e cordiali ed amichevoli, vi aiuteranno in ogni modo. RACCONTO DEL VIAGGIO dia por dia

• 19 Abril 2008à volo PMO-BCN e BCNàLIS. Dall’aeroporto di Lisbona il 745 ci porta al Rossio (Placa dom Pedro IV) e da li a piedi in 1 ,minuto arriviamo alla pensao Rosso..Delusione! Scendiamo a mangiare (Mc Donald) ma la zona sembra deserta e ci sono alcuni spacciatori che provano ad avvicinarci...In più piove!

• 20 Abril 2008àColazione al Cafè Nicola (per 5€ ci godiamo i primi raggi di sole che ci offre Lisbona)..Di giorno è tutto molto più bello ma decidiamo lo stesso di cercare un’altra pensao. Nel frattempo iniziamo i nostri toutr turistici: ci dirigiamo prima alla Stazione Rossio e poi al Miradour Sao Pedro de Alcantara (per andare alla Pensao Globo), poi riscendiamo alla Praca do Commercio (turistic welcome center), Rua Augusta (intanto diluvia e devo comprare l’ombrello perché il k-way non basta!), e fino a Cais do Sodre per andare a prendere il tram 15 che ci porterà a Belem (la domenica mattina a Belem è quasi tutto gratis). A Belem proviamo subito i pasteis de nata (dolcetti alla panna 6x 5,40€) alla pastelerie Belem e poi monastero dom Jeronimo, Praca do Imperio, Pedrao do Discobrimentos (1,50€ per studenti altrimenti 3€), Centro culturale di Belem (dell’Arch. Gregotti) dove pranziamo in un locale che vende il pranzo a peso (100gr circa 2€..Ma attenzione si fa presto ad arrivare a 20€!!!), torre di Belem (sconto studenti 3€ a persona altrimenti 5€ anche se entro le 14 era gratis), Memoriale ai caduti in guerra, e poi di nuovo il tram 15 verso Praca do commercio, pranziamo alla casa dos sandes e poi a nanna. 21 Abril 2008à al Centro Carris a praca Figueras per fare la 7colinas, colazione alla adiacente pasteleria Suicio atlantico (circa 9 €) , ci trasferiamo alla pensao Globo e iniziamo il nostro tour che oggi prevede il Chiado e il Barrio Alto (vedere percorso turistico del sito del turismo) che dura circa 4 ore!..Bello ma distruttivo così bfsccismo una breve sosta in hotel e ci rimettiamo in moto per parco dos Nacoes..Assolutamente stupendo!!! Pranziamo lì, facciamo un giro in trenino (2,50€ a persona) per riposare i piedi e poi la genialata: affittiamo le bici per un’ora (4€ la prima ora e poi di meno) e giriamo tutto il parco fino al ponte Vasco De Gama..Assolutamente da fare!!!! Torniamo in metro verso il centro, elvador da Gloria e siamo al nostro Hotel...Stanchi ma soddisfattissimi..Lisbona ci piace tantissimo!!! 22 Abril 2008à Facciamo colazione alla Brasileira (tutto buonissimo e prezzi ottimi (2 cappuccini e 2 cornetti 7€) e iniziamo il tour Baixa e Chiado (circa 3-4 ore) compreso di Elevador de Santa Justa. Per riposarci prendiamo il tram 28 alla praca Martim Moniz (nel frattempo per arrivarci facciamo un giro nelle traverse pedonali di quell’area ...Molto carine). Scendiamo dal Tram ad Estrela e lì continuiamo il giro consigliato dal tour (chiesa, giardino cimitero inglese), riprendiamo il 28 e scendiamo al miradouro Santa Luzia e da lì saliamo al castello (biglietto ridotto per gli studenti)..Molto bello! Pranziamo al castello e poi scendiamo a riposarci al miradouro...Decidiamo quindi di andare alla praca Marques de Pombal e al parco Eduardo VIII (da fare una passeggiata anche sulla Avenida de Libertade se i piedi ve lo consentono) e poi da lì al Corte Ingles e torniamo in metro al Rossio. Distrutti..Ma abbiamo deciso di provare il bacalau..Ci fermiamo in un ristorantino in una via parallela alla rua Augusta: 2 piatti di bacalau, due insalate e 2 acqua x un tot di 19€). Si torna in hotel!

• 23 Abril 2008àColazione al Bar Nicola (7€) e dalla stazione Rossio andiamo a Sintra (3,30€ ida e volta cioè andata e ritorno, oppure 12 € per un biglietto giornaliero che comprende un giro più vasto fino alle spiagge dell’Estoril, Cascais e Cabo da roca, Palacio Queluz...Se c’è il tempo conviene farlo secondo me anche se per Sintra bisogna considerare almeno 5-6 ore...Quindi se volete farlo siate molto mattinieri!). A Sintra bisogna pagare 4€ per il bus 434 (gratuito se si fa il biglietto da 12€) che porta nei posti più importanti e comprende la formula “Sali e scendi”.. Andiamo così al castello moresco (davvero stupendo ) e al palacio e parco della Pena (incredibile)..Le tre attrazioni per un totale di 11€.. La nebbia al castello rende tutto affascinante..E poi lascia il posto al sole che ci accompagna nel parco di Sintra (come al solito volendo vedere più cose possibili e volendo escogitare sempre nuove strade e nuovi percorsi ci perdiamo nel parco...Ma almeno abbiamo modo di vedere posti stupendi e giardini tropicali...Stupendo!!!)..Con le ultime forze riprendiamo il 434 e visitiamo anche la Vila (il paesino di Sinora)..Molto carino...E torniamo alla stazione e poi al Rossio (sarebbe rimasto alla vila il palacio Nacional ma il mercoledì è chiuso) Una sosta all’hotel per doccia e relax e usciamo per una serata mondana: prima ci godiamo il tramonto al Miradouro di Sao Pedro de Alcantara (emozionante), poi ceniamo in uno dei locali sulla scalinata che conduce dal largo Trinidade Coelho al Rossio (tutto buono, circa 18 € per entrambi) su cui alcuni chitarristi allietano chi cena con una musica rilassante... tornando verso l’hotel ci fermiamo all’Istituto do vino do Porto...Impedibile (un posto carino e confortevole, l’ideale per concludere una giornata perfetta) E infine a nanna!

• 24 Abril 2008à Colazione da Bernard (e con questa le abbiamo provate un po’ tutte) in rua Garrett e da lì facciamo i turisti tutta la mattina: passeggiata in rua Augusta, souvenir, torniamo al Parco dos Nacoes per prendere la funivia che l’altro giorno era chiusa per lavori.. Bellissimo (3,90€ ida, 6,00€ dia e volta), da lassù c’è una vista sul parco meravigliosa.. Decidiamo di fare solo la andata così al ritorno dalla torre Vasco de Gama passeggiamo a piedi fra i giardini...C’è un sole stupendo, l’atmosfera è calma, l’aria limpida...Cosa possiamo volere di più? Pranziamo al Parco dos Nacoes sulla terrazza del centro commerciale e torniamo in hotel a prendere i bagagli e ci dirigiamo alla stazione per OPORTO (consiglio di chiedere prima informazioni al centro del turismo portoghese che si trova tra l’elevador da Gloria e la stazione Rossio..Lì vi diranno orari dei mezzi per OPORTO (16,50€ col pullman rada express che si prende vicino alla metro Bom Jardim e ci sta 4 ore o 27€ in treno da Rossio che ci sta 3 ore ) e mappe e altre indicazioni. Purtroppo troviamo un casino (secondo me in vista del ponte del 25 aprile) e così arriviamo alle 16 alla stazione dei pullman (a 5 minuti dalla metro) ma il primo posto disponibile è sul pullman delle 17,30. Il viaggio in pullman è ok anche se l’autista sbaglia strada. In 10 minuti siamo dal capolinea del bus al nostro Hotel..Ci stupiamo del fatto che ci sia tanta gente ma poi capiamo..È la vigilia della rivoluzione dei garofani (consiglio di leggere qualcosa sull’avvenimento)!Nella piazza davanti al nostro hotel (super centrale) assistiamo ad uno spettacolo emozionante: musica, tutta la gente in piazza che canta levando al cielo dei garofani rossi, fuochi d’artificio...E per tutto il tempo i gabbiani (una costante di OPORTO) che volano sulla piazza e che con i loro versi accompagnano le note degli artisti...C’è un atmosfera surreale, sembra un sogno!

• 25 Abril 2008à Colazione in hotel, centro informazioni e decidiamo di fare il biglietto giornaliero (10€) per il tour turistico. C’è una giornata stupenda, 28° e ci godiamo il sole sul secondo piano del bus. Iniziamo col rosso, scendiamo alla casa della musica di Rem Kolhas (dove consigliamo di pranzare..Prezzi ottimi e tutto buono) e poi al centro Serralves di Siza (siamo pur sempre architetti!) che comprende anche un bel parco oltre al museo (gratis per gli studenti altrimenti 5 €). Riprendiamo il rosso e andiamo a villa nova de Gaia , la città gemella di Porto che si trova sulla riva opposta del fiume Douro...È stupenda! Un lungo mare attrezzato modesto e gradevole, con prati all’inglese, ristorantini, passeggiate e con tutte le cantine del vino porto che si affacciano sul mare.. Irresistibile ..Scendiamo e mangiamo (18€ per due persone) con la vista sul fiume e sulla Ribeira (il centro di Porto, oltre il fiume).A piedi attraversiamo l’imponente ponte Dom Luis I sul suo piano inferiore e alla Ribeira prendiamo il bus verde (l’ultima corsa!) che ci porta in giro in tutta la parte ovest.: l’oceano, i surfisti, belle spiagge, riqualificazione urbanistica eccellente, architetture moderne(c’è addirittura una città degli architetti), bastioni...Questa arte della città si chiama Matosinhos. In questa zona c’è anche la casa dos Artes di Soute de Moura e la facoltà di architettura (dove è possibile trovare una mappa con tutte le architetture moderne, se non l’hanno da Fnac, vicino la Rua Santa Caterina) ma quando ci andiamo noi è festa ed è tutto chiuso! Arriviamo alla Ribeira, dove si conclude il tour bluy alle 19,30 appena in tempo per prendere il bus BLU (ultima corsa anche questa!) che ci porta in tutta la zona EST: ponti, lo stadio, periferia curata e Villa Nova de Gaia. Torniamo alla Ribeira (da cui partono praticamente tutti e tre i tour) alle 21 ma c’è ancora luce o meglio il tramonto.. Prendiamo l’elevador (1,40€ il biglietto valido per un’ora) adiacente al ponte e saliamo sul secondo piano del ponte Dom Luis I e da lì ci godiamo il tramonto meraviglioso e Lisbona e Villa Nova all’imbrunire dall’alto dei 100 e passa metri del ponte..Era impedibile anche per me che soffro di vertigini..Se siete appassionati di foto preparatevi a fare foto spettacolari sul ponte! Riscendiamo (passando dalle rovine medievali e dalle mura) sempre con l’elevador e facciamo una passeggiata sul lungofiume della Riberia pieno di localini.. Ne scegliamo uno dei più economici con una bella vista (sopa, 2 platos combiandos,uno di carne e uno di pesce, pane, insalata e acqua grande per un totale di (2€)..Interessantissima, anche dal punto di vista del museo, è fatto molto bene e la cantina in pietra è molto bella...Degustazione finale e qualche souvenir. Un ultimo saluto a Porto distendendoci sul prato del lungofiume, un’ultima foto e si torna in hotel. Metro da Trinidade, operazioni di imbarco e si arriva a Stansted..Già Ryanair ci delude...File immense! A Stansted gente accampata per terra in mezzo all’aeroporto che dorme sui cartoni...Una scena incredibile!

• 27 Abril 2008à ci fanno pensare come al solito al check-in Ryanair e paghiamo una sovratassa per imbarcare il bagaglio..Ma alla fine è solo una brutta parentesi all’interno di un viaggio indimenticabile che ci resterà nel cuore...Lo consiglio a tutti (magari organizzando meglio il volo di ritorno)..Il Portogallo farà innamorare anche a voi!!!

  • 48212 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social