Da Lisbona a Porto

Itinerario: Lisbona, Sintra, Obidos, Alcobaca, Nazarè, Batalha, Porto, Braga, Guimares, Coimbra Commento: Il Paese degli azulejos, del cielo luminoso e della cordialità e semplicità della sua gente; ma anche un Paese che custodisce monumenti architettonici favolosi, castelli fiabeschi e monasteri ...

  • di gregori72
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Itinerario: Lisbona, Sintra, Obidos, Alcobaca, Nazarè, Batalha, Porto, Braga, Guimares, Coimbra Commento: Il Paese degli azulejos, del cielo luminoso e della cordialità e semplicità della sua gente; ma anche un Paese che custodisce monumenti architettonici favolosi, castelli fiabeschi e monasteri imponenti, borghi affascinanti immersi in un paesaggio sempre dolce e insospettabilmente verde. La moderna Lisbona, con uno sguardo attento al futuro, custodisce angoli di passato autentico dove si respira aria di altri tempi nei suoi vecchi quartieri che si arrampicano sulle colline, da dove si ammirano panorami indimenticabili. La vicina Sintra è un piccolo angolo di paradiso immerso nel verde con castelli e palazzi reali di un fascino incredibilmente attraente. Pochi chilometri la separano dal Cabo Roca, il punto dove l'Europa finisce per lasciare spazio all'infinito oceano. Proseguendo verso nord si attraversano borghi mediovali immacolati come Obidos, un incanto, e gli austeri ed imponenti monasteri di Batalha e dell'Alcobaca, oltre alla cittadina tipicamente marittima di Nazarè. Nel nord la gente diventa più semplice, la lingua più incomprensibile, le tradizioni più vive e la religiosità ancor più vissuta; come a Braga, dove la Settimana Santa rappresenta un evento da vivere in modo solenne e con grande partecipazione. Non delude la splendida Guimares, stretta tra l'antico castello e stupende piazze medievali, ma il nord è soprattutto Porto, con la Cattedrale che si confonde per una fortezza, il quartiere della Ribeira dai colori sgargianti, le chiese ricche d'oro ed i panorami superbi sul fiume Douro. Antiche tradizioni come il fado si contrappongono alla voglia di divertirsi nei locali più alla moda, mentre la semplice cucina, fatta principalmente di pesce e di piatti tradizionali come il baccalà e la trippa, è da assaporare negli economici ristoranti tipici, dove difficilmente il conto può superare i 10 euro a persona; basta evitare i ristoranti turistici. Girare in auto è un piacere, con le strade ampie e moderne ed il traffico scarso, dove anche nei grandi centri è difficile restare bloccati in un ingorgo (eccetto Lisbona nelle ore di punta).

Il Portogallo è un paese vivo, ancora autentico, da scoprire magari con più calma: lo salutiamo con la convinzione di un futuro ma non lontano ARRIVEDERCI!!! Lisbona L’antico castello che sovrasta Lisbona non colpisce di certo per la sua eleganza o per il suo stato di conservazione. Ma la sua posizione spettacolare, le stupende viste panoramiche che offre e il fatto di dover attraversare il suggestivo quartiere dell’Alfama per raggiungerlo resta uno dei momenti più indelebili durante la visita della città. La salita inizia dalla città bassa e la prima sosta da non perdere è la Cattedrale Sé, dall’aspetto simile ad una fortezza, resistita a fatica a ben tre terremoti. Poco oltre, una fermata al Miradouro de Santa Luzia è assolutamente d’obbligo, una splendida terrazza panoramica sul fiume e i tetti rossi della città. Superato il caratteristico Largo das Porta do Sol, dove ci si può rilassare con una tazza di caffè seduti in uno dei tanti tavolini all’aperto, si procede ancora con un piccolo sforzo fino all’ingresso del castello: il biglietto costa circa € 5 a persona, ma una famiglia con un bambino paga € 5 in tutto (folle??). Il castello fu fatto edificare nel 1100 dopo la vittoria sui mori e divenne per alcuni secoli la residenza dei reali portoghesi; ma le varie vicissitudini e terremoti hanno fatto si che ciò che si può vedere oggi è il risultato di una completa ricostruzione

  • 6031 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social