Lisbona città viva

Eccoci di nuovo in partenza: destinazione Lisbona!!! Anche stavolta, come l’anno scorso, per Stoccolma, ad invogliarci a viaggiare sono le incredibili offerte delle compagnie low-cost quando si prenota per tempo:Milano-Lisbona 72 euro A/R!!! Non ci pensiamo due volte: e a ...

  • di devidferro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Eccoci di nuovo in partenza: destinazione Lisbona!!! Anche stavolta, come l’anno scorso, per Stoccolma, ad invogliarci a viaggiare sono le incredibili offerte delle compagnie low-cost quando si prenota per tempo:Milano-Lisbona 72 euro A/R!!! Non ci pensiamo due volte: e a gennaio il volo è già prenotato! La prenotazione della sistemazione, invece, non conoscendo la città, è un vero e proprio parto: dopo innumerevoli ricerche tra forum di viaggi e siti di prenotazione di hotel, la nostra scelta, o meglio della mia ragazza che non sopportava più vedermi sempre alla ricerca senza mai prenotare, ricade sul Sana Hotel Classic Reno, di cui diremo dopo.

14 giugno Finalmente arriva il giorno della partenza. L’aereoporto di malpensa non è proprio comodo, da raggiungere, per noi mantovani,ma almeno, stranamente, troviamo poco traffico sulla famigerata A4 e in un paio d’ore siamo al nostro parcheggio prescelto.

Il volo è in orario e tutto procede senza intoppi. Alle 19.00 atterriamo all’aeroporto di Lisbona dove senza difficoltà troviamo la fermata dell’aereobus che ci porterà in centro. Il biglietto si acquista a bordo e costa 3,35 euro ed è valido su tutti i bus, per l’intera giornata. Ci sono anche autobus di linea che fanno, più o meno, lo stesso tragitto, con qualche deviazione e qualche fermata in più, al costo di 1,30 euro.

Ci sfugge la nostra fermata, Saldanha, e ci tocca scendere a Marques de Pombal, e come benvenuto ci becchiamo una bella scarpinata con le valigie fino al nostro hotel.

Sbrighiamo velocemente le formalità del check-in e ci impossessiamo della nostra stanza. Le camere non sono nuovissime(l’hotel è stato ristrutturato completamente una decina d’anni fa), ma è ben tenuta e non manca nulla, dalla tv al frigobar alla cassetta di sicurezza. Sistemata le valigie, siamo già pronti per uscire anche perché la fame si fa sentire. La fermata della metro più vicina è S.Sebastiao(sulla linea blu): è veramente a pochi passi e chiude all’una di notte. In pochi minuti siamo in centro, anche se il nostro entusiasmo viene frenato dal tempo: piove a dirotto!!! Non ci perdiamo d’animo e andiamo alla ricerca di un ristorantino che faccia al caso nostro ovvero economico e caratteristico. Il profumo dei vari barbecue, allestiti nei vicoli, nonostante la pioggia ci guida fino al “O Cantinho das Gàveas” in rua das Gàveas. Il locale è piccolissimo, ma carino. Appena seduti, insieme al menù, ci portano, non richiesto, un antipasto a base di formaggi: lo divoriamo ben sapendo che non è un omaggio della casa, se non lo volete basta non toccarlo e non vi sarà messo in conto. Proseguiamo la cena con sarde e polipo alla griglia, serviti con abbondanti verdure. Il tutto innaffiato con un litro della sangria più buona che abbai mai bevuto, aromatizzata con menta e cannella. Dulcis in fundo una fetta di cheesecake, buona, ma dal peso specifico pari a quello del piombo. La stanchezza prende il sopravvento, paghiamo il nostro conto di 37 euro e andiamo a dormire.

15 giugno 8.30!Sveglia!!!!! Uno sguardo alla finestra ci regala il primo raggio di sole della vacanza che ci dà la forza di uscire dal letto. Doccia veloce e giù a fare colazione, che a dire il vero non è eccezionale, ma pur sempre accettabile: si trovano latte, caffè, thè, succhi di frutta, yogurt, diversi tipi di pane, qualche affettato, bacon e scrambled eggs.

Riposati e pieni d’energia decidiamo di andare in centro a piedi, percorrendo l’Avenida da liberdade passando per Marques de Pombal. In una quarantina di minuti siamo nel cuore di Lisbona rappresentato dalle due piazze adiacenti Rossio e Praça da Figueira. Girovaghiamo un po’ nella baixa fino ad imbatterci nell’ elevador de Santa Justa. Fatti rapidamente due conti ci conviene, anziché pagare la corsa semplice, acquistare la 7colinas, tessera magnetica ricaricabile che, per 3,35 euro(+0,50 una tantum) al giorno, ci consente di viaggiare su metro, bus, tram ed ascensori senza limiti( un consiglio: tenete lo scontrino di acquisto della tessera e della ricarica, perché nel caso la tessera si smagnetizzi o si danneggi, senza lo scontrino, ovviamente, vi tocca ripagare, come è successo a me!!!!)

  • 260 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social