Lisbona, un contrasto perfetto

Questo è uno dei viaggi che volevo fare da tempo, ma dato l’eccessivo costo dei voli, l’ho sempre rimandato! E invece grazie alla Vueling e ad un breve scalo a Madrid, io e Michele siamo riusciti a raggiungere la tanto ...

  • di francesca83
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Questo è uno dei viaggi che volevo fare da tempo, ma dato l’eccessivo costo dei voli, l’ho sempre rimandato! E invece grazie alla Vueling e ad un breve scalo a Madrid, io e Michele siamo riusciti a raggiungere la tanto amata capitale portoghese, Lisbona.

Arrivo la sera del 24 Agosto, sistemazione in albergo (dieci minuti dal centro) e via ad ispezionare subito la città...Il primo posto in cui ci siamo recati, essendo sera , è stato la zona del Rossio, compresa Baixa e il Chiado, famose per il sali e scendi, piene di locali, colori, gente...E che gente!Se ne vedono di tutti i colori, da i “vuoi la roba” ai pazzi che parlano con le statue...Comunque un quartiere del tutto particolare, come è del resto tutta Lisbona! In questa zona, da non perdere, il famoso cafè “Brasileira”, un tempo rifugio del poeta Fernando Pessoa, luogo ideale dove sorseggiare una bica (espresso).

Il giorno dopo, dato il cattivo tempo (che è durato poco, poiché il tempo lì è molto ma molto variabile!) siamo andati a visitare il centro commerciale Vasco da Gama, molto carino, e tutta la zona circostante dell’Expo compreso l’Oceanàrio, Il Parque das Nacòes e il giro sulla teleferica, veramente interessante... La domenica, giornata bellissima, ci siamo avventurati per il Portogallo, andando a visitare la piccola città di Sintra, bellissima e Cabo da Roca, il punto più occidentale dell’Europa, con panorama sull’Oceano indescrivibile, uno dei luoghi che rimangono nel cuore, dove la testa si perde fra le onde...E l’infinito. Dopo un po’ di poesia, torniamo a noi...Il giorno seguente la stupenda giornata, abbiamo finito di visitare Lisbona, andando al Castello di Saò Gorge, da cui si gode una vista stupenda della città; poi sempre lì c’è il caratteristico quartiere dell’Alfama da cui abbiamo preso il mitico e antico tram 28, imperdibile, che ti permette di girare tutta la città vecchia passando fra i vicoli più stretti e tortuosi. L’ultimo giorno siamo andati a visitare il quartiere di Belèm, con il maestoso monastero di Jerònimos e la famosa torre di Belèm in mezzo al fiume Tejo; in questo quartiere da non perdere la storica Pastèis di Belèm, la più rinomata pasticceria di Lisbona, dove si possono gustare dei dolci con una crema eccezionale, ricoperti di cannella!Spettacolari! Purtroppo come tutti i viaggi, il giorno del ritorno a casa è giunto; arricchiti da una città piena di contrasti, colori e sfaccettature diverse ce ne torniamo soddisfatti, aspettando di organizzare il prossimo viaggio... Per chi volesse contattarmi e ricevere qualche info in più, può farlo al mio indirizzo e-mail! Francesca

  • 193 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social