Alle Azzorre con famiglia

Il 10 luglio Enrico ed io siamo partiti con le nostre bimbe Marta di 7 anni e Agnese di 5, per trascorrere 15 giorni nelle meravigliose isole Azzorre. Prima di raccontare il nostro viaggio, dal momento che non esistono praticamente ...

  • di puni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: 3500
 

Il 10 luglio Enrico ed io siamo partiti con le nostre bimbe Marta di 7 anni e Agnese di 5, per trascorrere 15 giorni nelle meravigliose isole Azzorre.

Prima di raccontare il nostro viaggio, dal momento che non esistono praticamente guide in italiano sulle Azzorre, potrebbe essere utile offrire alcune informazioni a chi desidera organizzare in proprio il viaggio; informazioni che noi abbiamo trovato solo in parte prima della partenza, anche perchè abbiamo deciso e organizzato il viaggio in due settimane. Innanzitutto la dislocazione delle isole dell’arcipelago. Le nove isole si suddividono in tre gruppi: Sao Miguel (la principale) e Santa Maria costituiscono il gruppo occidentale, Pico, Faial, Terceira, Sao Jorge e Graziosa il gruppo centrale, Flores e Corvo il gruppo occidentale. I collegamenti tra i vari gruppi di isole avvengono principalmente tramite voli aerei; esistono anche dei traghetti, probabilmente solo in estate, che però hanno tempi di percorrenza molto lunghi e prezzi non così competitivi rispetto agli aerei (come esempio, noi abbiamo fatto tre voli interni e in quattro abbiamo speso 540 euro totali). Tra le isole di ogni gruppo è invece possibile spostarsi via mare. Da Lisbona verso le isole e tra le isole i collegamenti sono assicurati dalla Sata, compagnia aerea portoghese. Dal sito della Sata (www.Sata.Pt) è possibile prenotare comodamente i voli e se le prenotazioni vengono effettuate almeno 15 giorni prima della partenza si usufruisce di tariffe vantaggiose. I biglietti arrivano via e-mail qualche giorno dopo la prenotazione: è sufficiente stamparli e con questi presentarsi al banco del check in. L’aspetto interessante è che si possono fare concatenazioni di voli, a partire già dalla tratta Lisbona vs. Isole, che permettono di risparmiare ulteriormente sul costo totale. Per raggiungere Lisbona noi abbiamo scelto un volo easyjet da Milano Malpensa.

La spesa complessiva del viaggio per quattro persone è stata di circa 4000 € dei quali: 1850 € per i voli 850 € per l'alloggio 500 € per noleggio auto e benzina Il 10 luglio siamo quindi partiti per Lisbona dove abbiamo pernottato alla Pensao Residencial Avenida Alameda (80 euro una stanza per quattro con colazione, prenotata sul sito booking.Com) praticamente in Praça do Marques de Pombal a circa 25 minuti di autobus dall’aeroporto e 10 dal centro.

Il mattino successivo alle 6.30 abbiamo preso l’aereo per Ponta Delgada dove alle 8.00, all’aeroporto, ci aspettava Luis il gentilissimo proprietario della Casa da Falesia, di Mosteiros, sul lato occidentale dell’isola (www.Casadafalesia.Com), di cui si è già detto molto su questo sito: splendido e rigoglioso giardino, con tanto di laghetto con le rane, orto da cui si può prendere la verdura che si desidera, piscina che, soprattutto Marta e Agnese, rimpiangono ancora adesso e un tramonto indimenticabile sui faraglioni. Noi abbiamo soggiornato in uno dei due appartamenti più piccoli, un monolocale con letto a castello e angolo cottura rifornito di tutto, anche forno a microonde e caffettiera. Il costo è stato di 50 euro al giorno (i prezzi sono sempre riferiti a due adulti più due bambini), più 30 euro per il noleggio dell’auto. Luis è solito aspettare i propri ospiti all’aeroporto e accompagnarli in un primo giro della parte occidentale dell’isola, prima di raggiungere la casa da Falesia; e così ha fatto anche con noi, introducendoci al fascino della natura azzoriana in una luminosa mattina di sole, che ci ha dato il benvenuto nell’arcipelago. Il seguito della nostra prima giornata a Sao Miguel l’abbiamo trascorso gustando un ottimo polipo in uno dei ristoranti di Mosteiros, riposandoci, godendo della tranquillità della nostra dimora e facendo amicizia con gli altri quattro ospiti, tutti italiani. Al pomeriggio siamo andati alla piscina naturale di Ferraria, a pochi chilometri ad est di Mosteiros, dove le acque fresche dell’oceano si mischiano con le acque bollenti geotermali e dove fare il bagno è un’esperienza davvero singolare

  • 18505 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social