Portugal, obrigado

Quest’anno con il mio gruppetto di amici ci siamo organizzati per le vacanze in Portogallo, alla fine siamo partiti solo in 5 tra varie conferme e disdette. L’agenzia di viaggio a cui ci siamo rivolti ci ha proposto varie alternative ...

  • di DomPedroIV
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Quest’anno con il mio gruppetto di amici ci siamo organizzati per le vacanze in Portogallo, alla fine siamo partiti solo in 5 tra varie conferme e disdette. L’agenzia di viaggio a cui ci siamo rivolti ci ha proposto varie alternative tra le quali abbiamo optato per il periodo 7-17/8 con soggiorno di 5 giorni a Lisbona e 5 a Porto per un totale di 3 alberghi (4 stelle) al prezzo di 830 euro totali più 180 euro per il noleggio dell’ auto (ci daranno una renault megan s.W. Diesel full optional). Così dopo aver messo a punto le mappe sul navigatore e buttato giù un itinerario approssimativo (che non seguiremo) arriva il giorno della partenza.

07/08/2007 – Napoli-Monaco-Lisbona Primo ed unico inconveniente della vacanza è quando ci accorgiamo che il volo da Napoli a Monaco, dove faremo scalo, è diverso per tutti e 5, due di noi (tra cui io) partiamo con il volo delle 12.10 per Monaco mentre le altre tre arriveranno a Monaco con l’aereo delle 14.30 per poi partire insieme con il volo delle 19.05 per Lissabon (Lisbona). Il primo volo, come tutti gli altri, parte puntuale da Capodichino e arriva tranquillamente dopo un’ ora e mezza all’aeroporto di Monaco. Girovagando qua e là ci accorgiamo subito dell’efficienza dei tedeschi (caffè e te gratuiti, bagni superaccessoriati e puliti, etc.) fino alle 16.30 quando arriva il secondo volo da Napoli, riuniamo la ciurma ed attendiamo tra i vari duty free le 18.35, ora dell’imbarco per Lisbona. L’aereo parte puntuale ed arriva alle 21.00 ora locale (22.00 in Italia in quanto il Portogallo usa l’ora di greenwich). Dopo aver ritirato i bagagli ci dirigiamo subito verso la stazione di autonoleggio AutoJermin dove abbiamo prenotato l’auto e già qui ci accorgiamo delle difficoltà che avremo con la lingua, per gli italiani è incomprensibile e per i portoghesi si parla poco l’inglese. Dopo che ci hanno spillato 40 euro per un’assicurazione sui passeggeri (il guidatore, io, era incluso nella tariffa) ci consegnano la ns. Auto con cui gireremo centro e nord del Portogallo. Caricati i bagagli e inserita la strada del ns. Hotel nel navigatore ci dirigiamo verso quest’ultimo. Il primo impatto che ci dà Lisbona è quella di una metropoli con palazzi di costruzione moderna e le sue strade enormi (è comunque una capitale), piene di semafori e passaggi pedonali, uno ogni venti metri non sincronizzati ma che tutti rispettano (e per un napoletano è stato davvero difficile – i primi due li ho attraversati con il rosso poi ci ho fatto l’abitudine). Arriviamo dopo 30min all’ Hotel Florida a placa Marques de Pombal (catena BestWestern, struttura moderna ma stile anni 70 e senza piscina, al momento in ristrutturazione), ci danno le due camere triple e sistemiamo i bagagli. All’ 1.00, mentre due ragazze preferiscono abbandonarsi tra le braccia di Morfeo, io e l’altra coppia usciamo per trovare qualcosa da mettere sotto i denti. La temperatura è 4-5 gradi più bassa rispetto a Napoli e tira un leggero venticello appena fastidioso. Ci incamminiamo per Avenida De Libertade, strada principale a ridosso della piazza in cui si trova l’Hotel e comunque deserta con solo un paio di localini aperti; l’ impressione, poi rivalutata, è quella di una città desertificata dall’ esodo di agosto. Scendiamo fino a placa restauradores (che scopriremo era l’inizio del centro storico) dove troviamo l’ Hard Rock Cafè di Lisbona e ci buttiamo dentro per una porzione di patatine ed una cerveza, verso le 2.30 rientriamo in Hotel per concludere il primo giorno di vacanza

  • 838 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social