Finalmente Lisbona

San Remo - Giovedì 12 aprile 2007 – Sveglia alle 4,00 (!), partenza da casa alle 4,45 (c’è tempo, chi vuoi che ci sia per strada a quest’ora?.....la fiera del cantiere autostradale, rallentamenti, arrivo già in ritardo all’aereoporto di Nizza-terminal ...

  • di caty
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

San Remo - Giovedì 12 aprile 2007 – Sveglia alle 4,00 (!), partenza da casa alle 4,45 (c’è tempo, chi vuoi che ci sia per strada a quest’ora?...La fiera del cantiere autostradale, rallentamenti, arrivo già in ritardo all’aereoporto di Nizza-terminal 1, peccato che dal 27 marzo l’Alitalia parta dal Terminal 2! Aereo perso? No ma saremo gli ultimi ad imbarcarci. Vicino a noi siede una ragazza greca tanto carina quanto impaurita sia dalle dimensioni dell’aereo (ATR42) sia dal fatto che è incinta e perciò generalmente preoccupata dai viaggi. Arriviamo a Milano Malpensa chiacchierando con lei e dividendoci per le nostre rispettive destinazioni. Ripartiamo alle 11,00 circa e via per Lisbona con cielo coperto e comunque posti a sedere non al finestrino. Peccato perché atterrando gli aerei sorvolano ormai a bassa quota la città ed è uno spettacolo la sua vista dall’alto. Arrivo a Lisbona, albergo e via per un primo approccio con la città. Metropolitana fino a Baixa-Chiado. Imprinting a Largo do Chiado e via alla scoperta dei quartieri Bairro Alto, Chiado e dintorni mettendo alla prova i nostri piedi, gambe e stanchezza, alleviata da una merenda con dolci e caffè a prezzi veramente irrisori per noi e oltretutto in una “pastelaria” piena di atmosfera; continuiamo nel nostro girovagare su e giù per questi quartieri collinari con aperture di scorci sempre molto intriganti fatti di panni stesi, tram che si arrampicano per ripide salite e di conseguenza ripide discese e che rimandano ad un ritmo apparentemente molto rallentato rispetto al nostro stile di vita; concludiamo con cena in una “tasca”, una tipica trattoria piena di locali tifosi alle prese con la partita di coppa Uefa Benfica-Espagnol e perciò in un ambiente molto autentico (che significa non turistico) e quindi via in albergo perché c’è da recuperare una notevole dose di stanchezza. Buona notte.

Venerdì: sveglia con comodo (il bello di viaggiare da soli), direzione Cais do Sodrè per prendere il tram n. 15 verso il quartiere di Belem dopo aver bevuto ad un chiosco un buon caffè pagato ben 50 centesimi!! Andiamo a vedere la Torre di Belem, il Monumento delle Scoperte e il Monastero di San Gerolamo, monumenti in un particolare stile manuelino (da Manuel 1° che li fece erigere, stile circoscritto a questa zona e durato solo circa un trentennio) che sono il simbolo di Lisbona unitamente al Ponte 25 Aprile che unisce le due sponde del fiume Tago. A questo punto ci stà bene uno spuntino a base di pasteis de nata di belem, una prelibatezza dolce tipica del luogo e di tutta la città e al ritorno al Cais do Sodrè decidiamo di oltrepassare il Tago per salire alla statua del Cristo Rei e vedere Lisbona di fronte...Non pensavamo di farlo a piedi (40 minuti abbondanti di salita dall’approdo e al caldo)...Ma l’abbiamo fatto e ne valeva la pena, ciò ci ha dato l’opportunità di scoprire una chiesetta, Nostra Signora do Successo, che è un piccolo gioiello di azulejos. Ritorniamo in città e salendo verso la Cattedrale do Sé ormai chiusa ma illuminata dalla calda luce del sole al tramonto ci fermiamo a cena in un ristorante (Alpendre) dove assaporiamo una zuppa di verdura e pesce freschissimo alla griglia con vino e dolce a ben 25 euro in due! Troviamo che sia un Paese per noi molto rilassante.

Ritorniamo a piedi nella Baixa lungo le vie lastricate con cubetti di porfido chiaro e basalto nero a formare disegni artistici che contraddistinguono comunque tutta la città e non solo la capitale; giunti in Praca Don Pedro IV prendiamo un taxi per l’albergo. Buona notte

  • 274 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social