Ritorno in Portogallo

Volevo tornare in Portogallo, un paese che avevo già visitato e vissuto. Il mio ultimo viaggio risaliva a 12 anni fa, non sapevo quindi cosa avrei ritrovato. Questo che segue è il resoconto del nostro viaggio, spero possa esservi utile ...

  • di pastel de nata
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Volevo tornare in Portogallo, un paese che avevo già visitato e vissuto. Il mio ultimo viaggio risaliva a 12 anni fa, non sapevo quindi cosa avrei ritrovato. Questo che segue è il resoconto del nostro viaggio, spero possa esservi utile e che possa trasmettervi oltre ad utili informazioni anche la voglia di fare un vacanza in questo splendido paese.

Esaurisco il mio compagno con la mia ansia organizzativa e dopo aver comprato il biglietto aereo (volo Alitalia Roma-Lisbona A/R) inizio a consultare guide e siti internet per decidere un itinerario di massima. Consiglio di dare un’occhiata all’ottimo sito dell’Ufficio del turismo Portoghese http://www.Visitportugal.Com/ ricco di spunti e di informazioni.

Le guide che abbiamo utilizzato sono: la Lonely Planet, la Rough Guide e la GEO. Le prime due integrate tra loro sono risultate un ottimo supporto, la GEO è del tutto inutile. Alle tre guide è stato aggiunto Viaggio in Portogallo di José Saramago, non è una guida, ma per chi ama Saramago è un vero piacere leggere queste pagine mentre si gira la terra lusitana. Dopo diverse ricerche relative al noleggio auto, abbiamo trovato un’ottima offerta sul sito https://www.Economycarrentals.Com/, il costo era decisamente vantaggioso rispetto ai prezzi proposti dall’AVIS ed Hertz. Il costo complessivo per il periodo di 14 giorni è stato: € 354,00. L’auto, una Volkswagen Polo con aria condizionata, è stata messa a disposizione dalla SIXT.

13 agosto ROMA-LISBONA-OBIDOS Partiamo. All’aeroporto di Lisbona ci dirigiamo al banco della Sixt per ritirare l’auto. Per coloro che posseggano una carta di credito Electron, vi comunico ahimé che per il noleggio dell’auto non va bene, ma è richiesta una carta di credito classica, una di quelle con i numeri in rilievo per intenderci.

Riusciamo ad uscire da Lisbona, senza troppi problemi – abbiamo entrambi un pessimo senso dell’orientamento -, in direzione Obidos, dove avevo prenotato via e-mail una stanza per la notte, per il costo di € 60,00 (colazione inclusa) presso la Casa do Relogio, Rua da Graça Apartado 12, Tel 262 958 554 / 262 959 282 e-mail: casa.Relogio@clix.Pt info@casadorelogio.Com pagina web http://www.Casadorelogio.Com/index.Php. Casa do Relogio è una piccola casa del Turismo de habitação, appena fuori le mura del paese, con un bel terrazzo e con una sala per la colazione molto piacevole.

Arrivati a Obidos abbiamo parcheggiato la macchina, lasciato i bagagli in stanza ci siamo subito diretti nel borgo a fare un giro sulle mura e fra i vicoli. Obidos è una piccola bomboniera, che la sera si svuota dei turisti che l’hanno affollata per l’intera giornata e ti regala un’atmosfera magica.

Abbiamo cenato al Ristorante O Pretenzioso – consigliatoci da un abitante locale – che si trova in Largo do Postigo, n. 2, Tel: 262 950 021. Chiude il lunedì. Abbiamo mangiato molto bene, spendendo in due € 45,00.

14 agosto: CALDAS DA RAINHA-ALCOBAÇA-BATALHA-TOMAR Lasciato Obidos, ci siamo diretti al Monastero di Alcobaça, facendo una breve sosta a Caldas da Rainha, per acquistare due bellissimi cappelli di paglia, indossato il quale il mio compagno è risultato assomigliare in modo impressionate a Fernando Pessoa! Il piccolo mercato era un insieme di banchi di frutta e verdura, di facce sorridenti di contadini e di signore anziane, di meravigliosi banchi di formaggi. I formaggi portoghesi sono ottimi! Dopo un po’ di spese un buon caffè (Bica) e un dolce, - anche nel reparto dolci il Portogallo ne offre di davvero buoni, in primis i pasteis de nata-, ci siamo diretti al Monastero di Alcobaça. Non mi dilungherò in dettagli su questa meraviglia, vi dico solo che ne vale davvero la pena. Anche la cittadina di Alcobaça, il Monastero è nella piazza principale, è molto carina. Dopo Alcobaça ci siamo diretti al Monastero di Batalha, altro gioiello da non perdere! Stanchi ma molto contenti delle cose viste ci siamo diretti a Tomar percorrendo le belle strade N356 e N113. A Tomar abbiamo dormito nella deliziosa pensione Residencial União, Rua Serpa Pinto, 94, Tel. 249 323 161 - Fax 249 321 299, e-mail: residencialuniao@oninet.Pt doppia con colazione € 35,00, che ho scoperto è selezionata anche dalla Guides de charme

  • 6201 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social