Portogallo: tour (quasi) completo in 16 giorni

Abbiamo prenotato il volo easyjet malpensa-lisbona-malpensa a maggio sul sito lastminute.com, e la macchina per 11 giorni sul sito hertz. Poi tramite il sito lonelyplanet abbiamo prenotato l’hostello a Lisbona per 3 notti in camerata da 6. Per il resto ...

  • di taniettab
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Abbiamo prenotato il volo easyjet malpensa-lisbona-malpensa a maggio sul sito lastminute.Com, e la macchina per 11 giorni sul sito hertz. Poi tramite il sito lonelyplanet abbiamo prenotato l’hostello a Lisbona per 3 notti in camerata da 6. Per il resto siamo andati all’avventura. Ci siamo portati una piccola tenda, materassini e sacchi a pelo ma anche la tessera degli ostelli. L’idea era spendere il meno possibile. La ns guida era la Geoguide della Touring (che ha, in generale, dei giudizi onesti sui posti, senza esaltare le ciofeche). I prezzi dei campeggi indicati più avanti si riferiscono sempre a 2 adulti + tenda piccola + macchina. Esiste una catena di campeggi (Orbitur) che ha campeggi in tutto il Portogallo, offre sistemazioni + o – confortevoli e con prezzi decenti, danno anche una cartina comodissima per trovarli. Se no, ci sono i campeggi comunali con prezzi stracciati. Nel 99% delle località portoghesi ci sono gli uffici turistici per le Info e i bagni pubblici gratuiti sono ovunque. Fanno sempre comodo! Le autostrade e/o superstrade sono comode, veloci e spesso gratuite, per i percorsi più lunghi sono l’ideale. Anche se avevo letto diversamente, non abbiamo mai avuto problemi di parcheggio o nel trovare posto nei campeggi.

26/7/06 Volo alle 13, primo imprevisto: alle 10,30 ci chiama il call center della lastminute dicendo che il volo del ritorno è stato annullato. Quindi andiamo alla biglietteria Easyjet e ci riproteggiamo il volo per il giorno 10/8 invece del 9/8. Unico vero problema: dove dormiamo una notte in più? Tramite amici dall’Italia prenotiamo in un altro ostello di Lisbona e tutto sembra a posto... Volo tutto ok. All’aeroporto Portela di Lisbona andiamo a ritirare la macchina alla Hertz. Facciamo anche la superkasko, non si sa mai. Ci dirigiamo subito verso Sintra. Il campeggio di Praia Grande non esiste più (mai fidarsi troppo delle guide) e il vigile ci suggerisce di andare a quello del Guincho (€ 19,30), vicino Cascais, dove tra l’altro c’è una famosa spiaggia per surfisti. E così facciamo. Prima però visitiamo Cabo da Roca, il punto più a ovest del continente europeo, scogliere a picco e faro, foto d’obbligo.

Poi andiamo a vedere la Boca do Inferno, una voragine aperta sul mare lì vicino. Bel paesaggio. Alla sera andiamo a mangiare a Cascais, carina e insolita cittadina di mare, dove mangiamo in un postaccio che non raccomando (Economica “qualcosa”: 21,00 €). Passeggiatina e poi andiamo a sbirciare anche Estoril che è praticamente attaccata e abbastanza insignificante.

27/7/06 Prima tappa: Sintra. Colazione in una pastelaria sulla piazza (4,70 €). Ecco, là ho scoperto l’arte pasticcera portoghese, ancora ci penso! Alle 10 apre il Palacio Nacional (4 € cad.), bello, soprattutto la cucina, visita di circa 1 ora. Decidiamo di lasciar perdere il Parco de Pena e varie altre costruzioni sicuramente belle per mancanza di tempo. Andiamo a Mafra, dove c’è l’immenso Palacio Nacional. Poi a Obidos, caratteristico paesino dell’interno, molto turistico e ben tenuto. Mangiamo al sefl service 5,60 €. Direzione Alcobaça, andiamo al campeggio municipale (6,30 €). Prima di sera decidiamo di andare a visitare il Castello dei Templari a Tomar. Forse è uno dei posti che ho apprezzato di più, anche se la visita richiede + di un’ora e noi abbiamo avuto circa 25 minuti perché stava chiudendo. Però abbiamo pagato solo un biglietto grazie alla cassiera super gentile (4,50 €). Si può girare in completa liberta all’interno, non ci sono percorsi, e questa è una cosa molto frequente in Portogallo. Tornando indietro, ci fermiamo a Batalha a vedere la famosa chiesa Gotica. Serata a Nazarè, località di mare molto “riviera”, dove mangiamo da Xalavar (15,75 €) e assaggiamo le famose sardinhe che, ahimè, scopro non puliscono dentro! Peccato perché sarebbero davvero buone. 28/7/06 Lasciamo il campeggio e visitiamo la chiesa imponente di Alcobaça. Facciamo colazione alla Pasteleria Saraiva nella piazza principale (4,05 €). Poi ci dirigiamo verso Coninbriga per visitare i resti romanici (belli i mosaici, però è una sosta che non rifarei perché di vestigia romane ne siamo già pieni in Italia). (3 € cad.) Da lì andiamo verso Lousa, al campeggio di Serpins (12,00 €), il quale si trova praticamente in collina a 8 km dal paese e di notte abbiamo avuto parecchio freddo. Col senno di poi, consiglio vivamente il campeggio di Coimbra in alternativa, che è nuovo e più comodo in tutti i sensi, ma magari sulle guide vecchiotte non c’è. Dopodichè, andiamo a visitare Coimbra. La troviamo piuttosto deserta, piena di mosche fastidiose. Niente di particolare. Visitiamo l’Università (biglietti c/o la biblioteca 6 € cad.), che comprende diverse sale e la Biblioteca Joanina, molto bella. Vale la pena visitare questo complesso, ma senza aspettarsi chissà cosa, specialmente se non ci sono studenti festaioli in giro. Poi visitiamo la Cattedrale, senza troppo entusiasmo. Abbiamo mangiato molto bene al Mildoce de Coimbra, sembra un fast food, ma offre informalmente piatti tipici (11,05 €)

  • 2823 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social