Isole azzorre in compagnia

Come ogni anno mio marito (Giacomo) ed io (Simona) decidiamo all’ultimo momento la destinazione delle nostre ferie: Le Azzorre Stando però stretti con i tempi non facciamo in tempo ad organizzare da soli e così decidiamo di partire con Avventure ...

  • di simonina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Come ogni anno mio marito (Giacomo) ed io (Simona) decidiamo all’ultimo momento la destinazione delle nostre ferie: Le Azzorre Stando però stretti con i tempi non facciamo in tempo ad organizzare da soli e così decidiamo di partire con Avventure nel Mondo.

GIOVEDI 17/8: App.To x i romani e dintorni a Fiumicino dove avviene l’incontro con Anna (la capo gruppo) e Maurizio.

Direttamente all’aeroporto di Lisbona facciamo conoscenza degli altri 5 componenti tutti milanesi Emilia, Francesca, Daniela, Laura e Giovanni.

Il pernottamento è previsto a Lisbona quindi abbiamo tutto il tempo x lasciare i bagagli in albergo, partire alla scoperta della città (quasi tutti c’eravamo già stati...) e poi brindare con una birra alla nostra conoscenza in un tipico ristorante.

VENERDI 18/08: Da Lisbona partenza alle 10 per la prima delle isole da visitare “FAIAL”. Arriviamo a Horta alle 12.30, ci sistemiamo nei nostri alloggi e partiamo per un giro a piedi fino ad arrivare al porto di Horta caratterizzato da graffitti e disegni realizzati da tutti coloro che hanno fatto tappa qui durante la traversata dell’Atlantico, come segno di buon auspicio.

Alle 14.30 partiamo dal porto con il gommone e al largo dell’oceano riusciamo a vedere ben distintamente 2 capodogli e tanti tanti delfini.

Contenti dell’esperienza appena fatta ci riposiamo un po’ e poi tutti a cena al ristorante Quebra Mar.

SABATO 19/8: Questa mattina x i piu’ attivi del gruppo cioè io (Simona), Giacomo, Maurizio, Giovanni Anna e Francesca la sveglia suona presto alle 06.30 perché alle 07.30 ci imbarchiamo sul traghetto che da Faial ci porta all’isola di Pico dove alle 09.40 iniziamo la salita per raggiungere la vetta del monte Pico a 2.351 m di altitudine. A dire la verità solamente Giacomo Anna e Giovanni raggiungono la vera vetta dopo 4 ore di cammino perché noi altri ormai al limite delle forze per la lunga salita ci fermiamo a circa 100mt. Dal traguardo. Pazienza, la prossima volta ci alleneremo di più.!!!! Le altre ragazze invece, in tutta tranquillità, girano l’isola di Pico prendono il sole nelle piscine naturali e verso le 17 anche se in condizioni fisiche differenti il gruppo si ricompone e con grande emozione raccontiamo la nostra piccola impresa che grazie anche a una giornata splendida ci ha permesso di godere di un panorama meraviglioso avvolti dal blu dell’Oceano.

Riprendiamo il traghetto che ci porta di nuovo a Faial e finalmente alle 22.30 ci mettiamo seduti per la cena nel mitico Cafè Sport Peter uno dei bar nautici più celebri al mondo (per la verità l’ambiente è carino ma essendo molto molto turistico la qualità della cena ci delude un po’...) DOMENICA 20/8: Iniziamo la visita di Faial con il Morro de Castelo Branco spettacolare promontorio roccioso che spunta dall’Oceano dove anche qui gli “alpinisti” del gruppo Giacomo e Anna vanno a scalare; ci spostiamo poi a vedere la Caldera Grande un cratere circolare di 2km di diametro sprofondato di 300m prima del terremoto del 1957 era un lago poi con le scosse le crepe hanno inghiottito l’acqua. Ci spostiamo ancora un po’ e arriviamo al vulcano Capelinhos dove la presenza di un faro quasi del tutto seppellito dall’eruzione fa capire la tragicità dell’evento verificatesi nel 1957 ma i colori impressi sul vulcano, una serie di sfumature tra il giallo, il rosso e le tonalità della terra ci fanno rimanere avvinti dalla bellezza lunare del paesaggio. Purtroppo a causa del tempo brutto non abbiamo fatto nessun trekking tra queste meraviglie naturali

  • 8090 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social