Breslavia, Cracovia e Varsavia: tre perle di città

Perché la Polonia? Ecco quello che c'è da vedere

  • di girovaga54
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Perché la Polonia? Che c’è da vedere? Erano le domande meravigliate di coloro che mi chiedevamo dove andassi in vacanza. Se prima di partire ero già convinta della meta prescelta, ora al ritorno ne sono semplicemente entusiasta e invito tutti a prenderla in considerazione. Questo report di viaggio, che può sembrare un po’ prolisso, è fatto apposta per convincere su quanto c’è da vedere e ammirare

Mercoledì 13 Agosto

La partenza è prevista dall’Aeroporto di Ciampino con il volo RYANAIR FR 9638 per Wroclaw (meglio conosciuta come Breslavia, il suo nome tedesco) delle ore 12:35.

Come sempre utilizziamo il parcheggio ALTA QUOTA per lasciare in custodia la nostra vettura al prezzo di € 36,00 per 10 giorni. Comodissimo: una navetta ci porta in aeroporto e una navetta ci verrà a riprendere al nostro rientro.

Il volo parte in ritardo alle ore 13:10 ma, come consuetudine della Compagnia aerea, non si sa come, arriva nell’orario previsto alle 14:45.

Vista la difficoltà nella lingua, che avremo modo infatti di sperimentare meglio nei giorni successivi, già da Roma avevamo prenotato una navetta con la società Wroclaw Shuttle che, al prezzo di 70 zloti (17 euro) ci ha condotto direttamente al 15 di Wita Stwosza dove, al 3° piano, c’è la sede di Capital Apartments (wroclaw@capitalapart.pl). Ci riceve una gentile signorina che ci consegna le chiavi dell’appartamento “Cappuccino” in Krawiecka 3, proprio dietro l’angolo. Paghiamo, come richiesto, anticipatamente, il soggiorno di due notti: € 150,00.

L’appartamento (il n. 112 del Gate 5), situato in un edificio moderno, tutto vetro e acciaio, risulterà adeguato alle nostre esigenze (4 persone adulte) con una camera da letto, un soggiorno con cucina ben attrezzata e divano letto, un bel bagno grande e ben accessoriato: si affaccia proprio sulla piazza Dominikanski, davanti alla chiesa di Sant’Adalberto (Kosciol sw. Wojciecha) e al centro commerciale Galeria Dominikanska, ben servito da varie linee tramviarie che passano proprio sotto le finestre.

Ci riposiamo un po’, poi decidiamo di affrontare subito la prima ricognizione della città e, poiché siamo al limite dello Stare Miasto (Città Vecchia), ci dirigiamo verso il Quartiere Ecclesiastico, così chiamato perché sulle isole circondate dai rami del fiume Odra (Oder), sorgono un buon numero di chiese di varie epoche: la cattedrale di San Giovanni Battista (Katedra Sw. Jana Chrzciciela), basilica gotica a tre navate risalente, nella parte più antica, al 1244, la chiesa di Santa Croce (Kosciol Sw. Krzyza), in realtà due chiese sovrapposte una all’altra e la chiesa di Sant’Egidio (Kosciol Sw. Idziego), la più antica della città. Non è possibile visitare invece la chiesa di Santa Maria sulla Sabbia (Kosciol Najsw. Maryi Panny na Piasku), chiusa per restauri. La passeggiata risulta molto interessante e rilassante, anche perché tra una chiesa e l’altra, sorgono bei palazzi ecclesiastici rinascimentali e barocchi (Arcivescovado, Orfanotrofio), giardini e l’Orto Botanico. Ho trovato originale la collocazione di questi edifici in un ambiente molto silenzioso e poco trafficato, circondati dalle acque del fiume. Unica nota negativa: nel frattempo la giornata è diventata grigia e piovigginosa e ci costringe ad accelerare il ritorno verso casa, ma non manchiamo, strada facendo, di dare un’occhiata alla cattedrale di San Vincenzo (Katedra Sw. Wincentego), alla struttura di Hala Targowa (il Mercato Coperto), in stile liberty con le immancabili bancarelle colorate di fiori e frutta, nonché alla Plac Nowy Targ, una piazza molto vasta di architettura stile realismo socialista anni ’50-’60 del 1900. Approfittiamo anche del vicino “Carrefour”, per rifornire il frigorifero: prezzi veramente modici

  • 123674 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social