A zonzo per l'Europa dell'Est

Due settimane alla scoperta di angoli poco conosciuti dell'Europa Orientale

  • di lucia59
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

PROLOGO - In realtà, se tutto fosse andato per il verso giusto, avremmo dovuto descrivere tutt’altro viaggio, dall’Italia a Samarcanda (e oltre) sulla Via della Seta. Purtroppo il giorno della partenza la moto ci ha lasciati a piedi, causa guasto non riparabile in tempi brevi. Una settimana dopo, smaltita (in parte) la delusione, siamo quindi partiti in auto verso l’Est Europa, con itinerario da stabilire giorno per giorno.

9 agosto – Bologna/St. Valentin (A)

Partiti da Bologna, abbiamo imboccato l’A1 e poi l’A22 direzione Brennero. Viaggio tranquillo, sotto il sole in Italia, in Austria man mano il tempo è peggiorato. E mentre ci dirigevamo verso Vienna, ha cominciato a piovere insistentemente. Per non farci mancare nulla, anche l’auto ci ha creato una certa apprensione, in quanto all’improvviso i tergicristalli hanno smesso di funzionare. Ci siamo fermati a un’area di servizio, già col morale a terra, e mio marito dopo avere tolto e messo dei fusibili (a caso) a un certo punto evidentemente ha fatto la cosa giusta, perché tutto si è messo a funzionare perfettamente. Tirato un sospiro di sollievo, abbiamo proseguito ancora un po’, poi visto che il tempo peggiorava sempre, abbiamo deciso di fermarci in una cittadina chiamata St. Valentin, non lontana dalla capitale austriaca. Questa cittadina non ha nulla di particolare, ma deve essere abbastanza importante perché sulla via principale, accanto alla stazione ferroviaria, c’è un numero notevole di alberghi. A caso abbiamo scelto l’Hotel Zur Post (sembravano tutti più o meno uguali), dove abbiamo speso € 73.00 per la stanza e un prezzo onesto (non ricordo esattamente) per la cena, costituita dal solito piattone di carne (cotoletta) con verdure.

10 agosto – St. Valentin/Levoca (SK)

Il mattino dopo il tempo era migliorato, quindi dopo aver fatto gasolio siamo ripartiti col morale più alto. Passata Vienna abbiamo puntato verso Est, e precisamente in Slovacchia, la cui capitale è abbastanza vicina all’Austria. Anche qui occorre acquistare il bollino autostradale (una decina di €). In Slovacchia si viaggia bene, non c’è molto traffico e le autostrade (ma anche le statali) sono tenute ottimamente. Consultando la fida LP abbiamo deciso di fermarci a Levoca, ma prima di arrivare abbiamo fatto una sosta in una cittadina chiamata Trencin, graziosa e dominata da un castello (in cui non siamo entrati) su una collina. Qui ci siamo mangiati un panino e poi abbiamo proseguito per Levoca, il cui monumento principale è una chiesa, purtroppo chiusa alle visite a causa di lavori di ristrutturazione. Pazienza!! In ogni caso la cittadina è graziosa (e piccola, si gira il centro in mezz’ora, con calma). Per dormire e mangiare, ci siamo fermati in un albergo sulla piazza principale chiamato Stela, un 4 stelle che per € 95,00 complessive ci ha fatto dormire bene e mangiare con una certa raffinatezza (a base di pesce).

11 agosto – Levoca/Poprad (SK)

Lasciata Levoca, ci siamo diretti verso il castello di Spis, poco lontano, sicuramente uno dei monumenti principali della Slovacchia. In effetti è molto bello e grande, di pietra bianca, in cima a una collina. Parcheggiata l’auto (a pagamento) abbiamo cominciato a inerpicarci su per un sentiero abbastanza ripido, sotto il sole che si faceva sempre più caldo. Arrivati quasi in cima, ci siamo accorti che dall’altra parte della collina, un’altra strada arrivava quasi all’ingresso del castello. Ci siamo messi a ridere, poi abbiamo considerato che in fondo andava bene così, si fa così poco moto, in generale!! Il castello all’interno è abbastanza spoglio, anche perché conserva soprattutto le mura e qualche torre

  • 16855 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social