Viaggiatori: da solo · Spesa: Da 500 a 1000 euro

Cracovia ed Auscwitz

di brawler - pubblicato il

20. 07. 2005 Auschwitz (POLONIA) "Visitatore, osserva le vestigia di questo campo e medita: da qualunque paese tu venga, tu non sei un estraneo. Fa che il tuo viaggio non sia stato inutile, che non sia stata inutile la nostra morte. Per te e per i tuoi figli, le ceneri di Oswiecim valgono di ammonimento: fa che il frutto orrendo dell'odio, di cui hai visto qui le tracce, non dia nuovo seme, nè domani nè mai". Primo Levi C'era una volta, un impero militare denominato:"Nazismo" che s'era messo in testa di fare un pò di pulizia razziale (ebrei in primis), per fare emergere la cosiddetta "razza ariana" (la loro); così comincerebbe un racconto Luciano de Crescenzo, ma purtroppo anche tanta crudeltà non può e non potrà mai essere sdrammatizzata! Gli ebrei venivano caricati in grandi treni dove versavano in condizioni pessime Giunti a destinazione venivano "selezionati" in base all'età, sesso, condizione fisica...

Dopo la "selezione" rimaneva ancora un gran lavoro da fare: la "pulizia" di ciò che rimaneva...

Gli ebrei non furono gli unici perseguitati, un alto tributi fu pagato anche dagli zingari...

Appena entrati nel "campo" venivano "schedati" con dei tatuaggi e spogliati di tutto: sequestrate le valigie... "Arbeit macht frei" (Il lavoro rende liberi) Che beffa per chi aveva già il destino scritto senza possibilità di correzione! L'orchestra del campo intonava delle marce mentre i prigionieri passavano. Questo aiutava i prigionieri a tenere il passo e facilitava il loro conteggio quando tornavano da lavoro. Oggi qui vi regna una pace irreale... Ma quanto mi impressionavano quegli alberi... Loro avevano visto tutto!

Visita il mio sito www.Born2travel.It

di brawler - pubblicato il
Parole chiave: