Polonia in camper

DIARIO DI VIAGGIO Agosto 2007, POLONIA Come molti siamo partiti aspettandoci di trovare non più di tanto, un paese povero e privo di particolari attrazioni, fortunatamente ci sbagliavamo e siam pronti a consigliare quelsto viaggio attraverso un paese che non ...

  • di chiara76
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

DIARIO DI VIAGGIO Agosto 2007, POLONIA Come molti siamo partiti aspettandoci di trovare non più di tanto, un paese povero e privo di particolari attrazioni, fortunatamente ci sbagliavamo e siam pronti a consigliare quelsto viaggio attraverso un paese che non ha fretta di imitare l'occidente, dove gli abitanti delle città come dei paesi di campagna sembrano non desiderare poi molto più di quel che hanno, anche se talvolta è poco.

07-08-07 ( Km 000 - 180 / trasferimento) Partiamo da Vicenza di notte alle 22,00 di martedì, per fermarci dopo 180 km in una area di sosta poco dopo Udine dove domattina approfitteremo della fontanella per il carico dell'acqua Spese: 45 euro gasolio 3,20 euro autostrada Mestre 08.08.07 (Km 180 - 756 / trasferimento) Giornata di trasferimento. Entriamo in repubblica Ceca dalla statale Vienna-Brno (essenzialmente per non dovere acquistare la vignetta slovacca per pochi km). Parcheggiamo per la notte ad Hustopece, un paese sulla strada per Brno. Se lo preferiste poco dopo il ponte che attraversa il lago, sulla strada per Hustopece, c'è un campeggio Spese: 11,20 autostrada fino a Tarvisio 7,60 vignetta per le autostrade austriache valevole 10gg 60,00 euro gasolio 09.08.07 (Km 756 - 1080 / Olomouc-Brno-CRACOVIA) Acquistiamo la vignetta per la Repubblica Ceca in paese (non avendo le corone, moneta locale, mi fregano un po' sui cambi) e proseguiamo il viaggio con brevi soste a Brno (CZ) e Olomouc (CZ) entrambe ci paiono poco interessanti, la voglia di arrivare in Polonia è troppa per permetterci forse di godere di pause lungo il percorso.

E finalmente arriviamo a Cracovia. Ci fermiamo nel parcheggio di via Karmelicka ( incrocio via Rajska) dove per 60 sloti ci fermeremo 24h. Non ho zloti, così mi accetta 15 euro al "suo" tasso di 3.20. Ci sono due parcheggi con lo stesso nome uno di fronte all'altro. Quello sulla sn proveniendo dal centro, è sulla strada e più trafficato, quello sulla ds è all'interno di un cortile, più piccolo, riparato dalle case e tranquillo. Sono le 20,30 e corriamo in centro per godere dell'ultima luce. "Un'occhiata veloce in un centro deserto dove torneremo domani", pensiamo, invece troviamo i negozi ancora aperti ed una piazza brulicante di gente. Non abbiamo l'impressione di essere tra orde di turisti, ma nella quotidiana vita cittadina. Siamo in Polonia finalmente e tra i polacchi! Entusiasti della ns prima boccata di polonia torniamo in camper dove ceniamo e ci ripuliamo, per tornare poco dopo nell'enorme e viva piazza del mercato. Ci concediamo una birra sui tavolini all'aperto di un locale della market plaz, per l'esorbitante spesa 18 zloti, di circa 5euro per 2 medie...

Spese 12 euro vignetta Rep. Ceca ( cambio a tasso "personalizzato") 58 euro gasolio ( cambio a tasso "personalizzato" non funzionando il bancomat) 6,50 + 6,50 zloti autostrada Katovice - Cracovia ( che non volevamo fare, ma che abbiamo percorso seguendo le indicazioni "Cracovia" dopo il confine) 15 euro parcheggio Cracovia 10.08.07 ( km 1080 - 1284 / WIELIZKA) Giornata dedicata alle miniere di sale di Wieliczka. Chiedo al parcheggio come arrivarci, ovviamente non sanno l'inglese, ma con l'arte dell'arrangiarsi mi fan capire che c'è un bus e un cliente gentilmente ci da un passaggio in auto fino alla fermata. Chiedo all'edicola due biglietti per Wieliczka, la mia pronuncia non è perfetta, non capisce, ma poi mi fa due biglietti. Passa il bus con il n° corretto, ma salendo chiedo "Wieliczka ?" risposta negativa. Provo a chiedere aiuto alla fermata. Anche le ragazze evidentemente universitarie non parlano inglese. Deduco di essere sul lato sbagliato della strada, ma su quello opposto non ci sono fermate. Non sappiamo nemmeno dove ci han portato, ma vaghiamo a "naso" verso il centro in cerca dell'ufficio del turismo ed incappiamo nella segnaletica per il castello. Beh, tanto vale se siamo qui...Non lo visitiamo all'interno, ma c'è un punto informativo dove mi danno una piantina e mi dicono dove si trova la fermata dei bus per le miniere. All'incrocio tra via Starowislna e Gertrudy numerosi furgoncini recano le insegne delle miniere. Non sono veri bus, sono una sorta di pulmini-taxi a tariffa fissa. Ne avevamo visti parecchi mentre eravamo alla fermata, credo vengano utilizzati per le tratte molto battute per garantire maggiore frequenza

  • 14963 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social