Meravigliosa Cracovia

Se l'idea di un viaggio a Cracovia suscita in voi un certo scetticismo poichè, magari, non la ritenete al pari di altre città straniere, più rinomate e frequentate, mettete da parte ogni timore e fate subito le valigie: appena respirata ...

  • di Globetrotter92
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Se l'idea di un viaggio a Cracovia suscita in voi un certo scetticismo poichè, magari, non la ritenete al pari di altre città straniere, più rinomate e frequentate, mettete da parte ogni timore e fate subito le valigie: appena respirata l'aria dei moderni viali e degli storici quartieri della seconda città della Polonia vi ricrederete (come ho fatto io, del resto!) e non avrete più voglia di andare via!!! Noi (i miei genitori, che mi hanno trasmesso nel sangue la passione per i viaggi!, ed io) siamo partiti da Bologna (che, se avete qualche giorno in più, può essere un buon inizio di vacanza!) con un volo della Centralwings dall'aeroporto Guglielmo Marconi (che vi consiglio, se siete più di tre, di raggiungere col taxi: i prezzi della navetta BLQ sono abbastanza alti, mentre invece in auto starete certamente più comodi, sarete sicuri di non perdervi fra gli immensi viali della "Dotta" e, se l'autista è simpatico - come quello che è capitato a noi! - i 20 minuti sulla tangenziale saranno di sicuro più piacevoli!).

Cracovia si raggiunge in meno di due ore, anche se si perde un bel po' di tempo per ritirare i bagagli e controllare i documenti; dopo aver cambiato gli euro il zloty (4 zloty=1 euro), conviene acquistare all'aeroporto il biglietto per i mezzi pubblici, anche perchè, se lo compraste direttamente sull'autobus, oltre a dover pagare un sovrapprezzo potreste rischiare di non farvi capire dall'autista! Per raggiungere la città la via più comoda e veloce è quella di prendere una navetta proprio all'uscita del terminal e poi, al capolinea, un treno che vi porterà proprio al centro della città.

Abbiamo alloggiato all'Hostel Brama, un albergo bellissimo, pulito ed economico, proprio al centro della città e gestito da ragazzi gentili e disponibili (per info: www.Bramahostel.Pl). Per quanto riguarda gli uffici di cambio, lungo la Ul. Florianska (la strada dell'albergo, appunto) ce ne sono tantissimi: scegliete quelli che offrono le condizioni migliori! Anche per quel che riguarda fast-food e ristoranti non avete che l'imbarazzo della scelta: per una tipica cucina polacca noi abbiamo provato il "Gruzinskie Chaczapuri" (ul. Florianska 26); per un piacevole ricordo della pizza italiana il ristorante "Pronto" (tra la Grodzka e la Dominikanska) è proprio l'ideale mentre, invece, per uno squisito kebab non avete altro che da attraversare ed entrare in un ristorantino dalle luci soffuse e con l'arredamento in legno (potete mangiare all'interno, prendendo i piatti dal banco, oppure all'esterno, serviti al tavolo). Nel quartiere ebraico siamo rimasti molto soddisfatti dal "Fabryka Pizzy" (tra la Josefa e la Jakuba), con le sue ottime insalate e le porzioni (mooooolto abbondanti!) di pasta all'italiana. Ma, se volete immergervi per qualche ora in un tipico scenario americano anni 60 - 70, la fermata da "Jeff's", alla Galleria Kazimierz, è obbligata: il suo fascino country (oltre alle sue bistecche alte 4 cm!) vi rapirà e, anche se si "distacca" dallo standard economico degli altri locali sopraelencati, ne varrà di sicuro la pena (o almeno così è stato per me!)! E, naturalmente, potranno mai mancare le multinazionali statunitensi di fast - food? I "must" in campo artistico e monumentale sono, invece, la cattedrale di Santa Maria, proprio al centro della piazza principale (dalla cui torre la vista è spettacolare!), il quartiere ebraico, con le sue sinagoghe, il castello e i giardini sulla collina del Wawel e, se siete appassionati dei quadri di Leonardo da Vinci, non potete disertare il Czartorjsky Muzeum, con la splendida "Dama con l'ermellino" (noi il museo l'abbiamo visitato di giovedì, trovando la magnifica sorpresa di un ingresso gratuito!). Ma, costi quel che costi, quella che nono potete proprio perdervi è l'escursione alle miniere di sale di Wieliczca: potete arrivarci in 30 minuti scarsi in uno dei miniautobus in prossimità della stazione, e per l'irrisoria cifra di 3 zloty a persona! Sarete condotti tra i 126 metri della miniera in gruppo da una guida (polacca), ma il libretto (anche in italiano) che vendono alla biglietteria riassume più o meno tutte le informazioni necessarie Per gli acquisti divertitevi a curiosare fra gli stand del Sukiennice, tra gioielli d'ambra e souvenirs di legno, contrattando con i venditori.

Insomma: pronti a partire???

  • 914 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social