Passeggiando per Cracovia

L’atmosfera all’aeroporto di Balice è da subito molto cordiale ed amichevole. Il nostro autista Zibi’ ci descrive brevemente con un inglese fluently le attrazioni del posto e ci accompagna fin sotto il nostro appartamento. La via Tomasza è centralissima a ...

  • di palinuro71
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 
Annunci Google

L’atmosfera all’aeroporto di Balice è da subito molto cordiale ed amichevole. Il nostro autista Zibi’ ci descrive brevemente con un inglese fluently le attrazioni del posto e ci accompagna fin sotto il nostro appartamento. La via Tomasza è centralissima a 100 metri dalla Piazza dei Mercati con ristoranti e pub di qualità. Scelta migliore su internet non poteva essere fatta! La casa, con tutti i confort, è costantemente pervasa da un piacevolissimo tepore che fa da contrasto alle basse temperature dell’esterno. L’unica pecca è la mancanza delle tende nelle finestre per impedire la filtrazione della luce nelle prime ore del giorno. Particolare questo, per i sottoscritti, non trascurabile in quanto, gli orari giornalieri di rientro dai giri notturni, coincidevano sempre con le 5/6 del mattino.

La prima tappa è il bancomat dove preleviamo i nostri primi 500 zloty cadauno. Questa moneta è il massimo per noi euro mondisti e lo si deduce dal costo di una birra grande che ti stracanni per la bellezza di un euro e da un pasto completo di bevande che non paghi più di sette euro. Il nostro passeggio alla scoperta di Cracovia parte dalle due vie più importanti della città, la ulica Florianska e la ulica Grodzka.

La prima è colma di negozietti alla moda noti come outlet e la sera diventa la zona dei divertimenti per eccellenza, la seconda invece, più classica e raffinata, con gli antichi palazzi del XIV sec. E i ristoranti di “classe”. In mezzo a queste due strade la Rynek Glowny, la Piazza più grande d’Europa, dove si possono ammirare in tutto il loro splendore alcuni tra i più importanti monumenti della città. In primis la Chiesa di Santa Maria, bellissima, con il magnifico altare maggiore in stile gotico. Poco più avanti il Sukiennice attira la nostra attenzione per via del continuo movimento di persone che entrano ed escono dal portico. La disposizione all’interno del Fondaco dei Tessuti è molto curiosa. Le bancarelle di compensato pongono in bella mostra i vari oggetti artigianali fabbricati in loco. Le immaginette sacre ( non vi è un abuso dell’icona di Karol Wojtyla ) i piatti e le statuette in legno, i porta gioie e le scacchiere.

Tamburellando a destra e sinistra sbuchiamo infine nella parte della Piazza occupata da un lato dalla Torre del Municipio e dall’altro dalla Chiesa di Sant’Adalberto. Il nostro giro prevede come punto d’arrivo il Castello di Wawel; nel frattempo visitiamo il cortile del Collegium Maius con tutt’attorno delle splendide arcate tardo-gotiche. A Cracovia, come è facile prevedere, ci sono tante Chiese e alcune si riconoscono da piccoli o grandi particolari. La fila di statue a grandezza naturale che all’esterno riproduce le figure dei 12 apostoli, ad esempio, ci indica chiaramente la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo. Poco più avanti, al termine della ulica Kanonicza, ci imbattiamo nella collina del Wawel. Qui facciamo un semplice giro all’interno del piazzale dando libero sfogo alla bramosia di fotografare ogni angolo del Castello e della Cattedrale immortalandoli nelle varie posizioni con il fiume Vistola sullo sfondo. Qui a pochi passi ci fermiamo incuriositi di fronte all’effigie del Drago che la leggenda descrive come un animale malefico. Il Re Sigismondo offri la mano della figlia a chiunque fosse riuscito a sconfiggerlo. Un audace giovane lanciò una pelle di pecora piena di zolfo e quando il drago la divorò il suo stomaco iniziò a bruciargli così tanto che si dovette lanciare nel fiume per bere fino ad auto esplodere

Annunci Google
  • 1599 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social