Viaggio in paradiso

Alla scoperta del mare, con luoghi incantevoli e bella gente tra Papeete, Bora Bora, Moorea e Los Angeles

  • di fiore456
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Abbiamo cominciato a programmare questo viaggio nell'ottobre del 2015 e con la mia amica dell'Agenzia Framboyant di Genova abbiamo fatto varie simulazioni per cui questo viaggio è il risultato delle nostre scelte.

Per la prima volta abbiamo viaggiato con Air Tahiti Nui che ha veicoli piuttosto comodi. Partendo da Linate abbiamo usufruito di vari sconti nei resort del posto.

3 giugno

Verso le sei pomeridiane partiamo in auto per Milano Linate dove lasceremo le macchine dopo aver pernottato all'Air Hotel.

Arriviamo in serata, ceniamo, ci facciamo una bella dormita e presto ci alziamo per il primo volo, early colazione e via per l'aeroporto tramite navetta.

4 giugno

Si parte in orario per la prima tranche del volo, ovvero Parigi, aeroporto Charles De Gaule da dove, alle 11,30 e dopo 11 interminabili ore durante le quali non chiuderò occhio – ma vedrò uno spezzone di film con Leonardo di Caprio e altri giochi al video del seat – atterriamo finalmente a Los Angeles! La città degli angeli, così chiamata dai primi abitanti messicani.

Due interminabili ore di coda alla immigration, e poi fuori, nella bolgia della città. Caos indescrivibile, macchine, pickup, camioncini tutti strombazzano, c'è il sole e fa caldo.

Finalmente arriva lo shuttle per l'hotel, l'Hilton Aerport, dove arriviamo dopo pochi minuti di traffico infernale. Gli uomini scaricano le valigie mentre Katia e io facciamo il check in.

La camera è bella, all'undicesimo piano.

Ceniamo in hotel con un panino e una bibita e poi a nanna, siamo davvero stanchi.

5 giugno: Los Angeles

Dopo colazione usciamo dall'albergo e prendiamo un bus, chiedendo indicazioni, per andare a prendere la metro e recarci in centro, alla down town che conserva i primi edifici della città.

Per fare il primo biglietto automatico della metropolitana bisognerebbe filmarci: non ci si riesce e sembra di essere in un film di Totò, per fortuna alla fine ce la facciamo e gireremo Los Angeles in metro, prendendone per arrivare a destinazione almeno tre.

Sbuchiamo finalmente nel sole, al mattino però l'aria è freschetta così come alla sera, e ci dedichiamo alle foto della Union Station che è proprio bella, conserva antichi pavimenti, soffitti e suppellettili proprio notevoli.

Arriviamo infine alla parte denominato El Pueblo e nella piazza ci imbattiamo in una festa messicana con canti e balli: è domenica e pare che vi si svolgano questi intrattenimenti molto caratteristici. Visitiamo la vecchia stazione dei Vigili del Fuoco, ci rechiamo poi a Rodeo Street e al Walk of Fame dove ci sono le celeri impronte degli attori e pranziamo molto bene in un localino con anche della buona birra.

Torniamo alla fine in albergo dove recuperiamo i bagagli e affrontiamo la seconda parte del viaggio: Los Angeles – Papeete per altre otto lunghe ore. Peccato che in nottata mi colga una diarrea spaventosa per cui arriviamo a Tahiti che sono piuttosto scombinata.

6 giugno

Al nostro arrivo a Papeete incontriamo il rappresentante in loco del t.o. che ci omaggia prima di tutto con una collana di fiori profumati e ci consegna i voucher per l'intero soggiorno in Polinesia. Dall'aereo ci trasbordano su un traghetto – bagagli al seguito – e sbarchiamo a Moorea che dista da Tahiti solo 17 km

  • 11076 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social