Cambogia-Thai nella stagione delle piogge

Consigli pratici per viaggiatori senza paura dell'acqua. Una prima volta in Cambogia e un ritorno in Thailandia

  • di drlove
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Una prima volta in Cambogia e un ritorno in Thailandia dopo qualche anno... dopo questo bellissimo viaggio proviamo a riordinare le idee sperando di dare qualche indicazione utile ai prossimi impavidi viaggiatori.

METEO Iniziamo con la preoccupazione maggiore: da Luglio a Novembre nel sud-est asiatico bisogna fare i conti con la pioggia. Nella maggior parte dei casi significa che ogni tanto il cielo diventa nero e per una mezz'ora-un'ora tutto si ferma sotto il rovescio. C'è da rassegnarsi a ripararsi sotto qualche tettoia o magari in un locale e portarsi dietro il poncho o il k-way, ma è improbabile che il maltempo vi rovini la vacanza, visto che le piogge in genere non durano molto. Un altro aspetto disagevole è che le strade sterrate diventano più lente (quando non impraticabili) e il fango rende più difficili gli spostamenti a piedi, quindi non è la stagione migliore per i trekking o il cicloturismo. A nostro parere però finiscono per prevalere gli aspetti positivi, vale a dire da un lato la bassa stagione (poca gente, prezzi ridottissimi, pochi problemi per prenotazioni e spostamenti) e dall'altra il clima stesso, con le nuvole che danno spesso tregua rispetto al sole cocente. Inoltre la vegetazione è rigogliosa, i campi verdissimi e il paesaggio è molto più vivo rispetto alla stagione secca. Abbiamo viaggiato in entrambi i periodi e, se non vi spaventa qualche goccia d'acqua, non ci sono dubbi su quale stagione preferire. Un'eccezione per chi va solo al mare: qualche ora di sole verrà inevitabilmente persa (anche se meno che nell'entroterra), se si vuole la sicurezza del bel tempo bisogna aspettare dicembre, ma mettendo in conto l'aumento di prezzi e l'affollamento.

VIAGGIO: Per la Cambogia non esistono voli diretti dall'Europa. La soluzione più comoda è lo scalo a Bangkok, di solito il più economico, oppure Kuala Lumpur o Singapore, e poi spostarsi con un volo locale. Un'ottima scelta, quando in offerta, sono i voli Thai che permettono di fare solo uno scalo. Altre compagnie con comodi scali sono quelle del golfo (Etihad, Qatar, Emirates, Gulf Air) e la Turkish Ailines. Le linee aeree low cost che servono tutta l'area e le tratte interne thailandesi sono la AsiaAir, molto conveniente, la Tiger, la Bangkok Airlines, la Nok, la One-Two-Go, la Silk e altre ancora, tutte gestibili on-line dalla prenotazione al check-in. Come in Europa è sufficiente presentarsi un’ora prima, mentre in caso di scalo tenete sempre contro delle formalità burocratiche, spesso con lunghe code e perdite di tempo.

PREZZI: La Cambogia è estremamente economica, anche nelle zone più turistiche, e con 30 € a coppia al giorno (esclusi ingressi) ci si può trattare da re. È l'ideale per viaggiatori sacco in spalla e basso budget. La Thailandia nelle zone turistiche è un po' più cara, con i prezzi mediamente raddoppiati rispetto a 10 anni fa, ma comunque molto economica nel complesso (calcolate 50-70 € al giorno a coppia a seconda della sistemazione). Il crollo dei prezzi rispetto all'alta stagione è clamoroso, soprattutto riguardo alberghi e noleggi (almeno il 50% in meno). La contrattazione è una regola ovunque, non solo nei mercati ma anche in agenzie e hotel.

CAMBIO: In Cambogia il Riel è quasi soppiantato dal dollaro in tutto ciò che può servire al viaggiatore, quasi tutti li accettano volentieri e se si pensa di stare solo a Siem Reap non è necessario cambiare. È bene tenere da parte pezzi piccoli visto che quasi tutto costa 1-2 $. Nel caso si resti più giorni, magari frequentando ambienti meno turistici può essere utile cambiare (1$ = 4000R), un po' perché è lievemente conveniente ma anche per utilizzare la moneta locale che può togliere un po' di distanza con la gente. Le banche però non sono molte e i cambiavalute sono una rarità. L'Euro non è comunemente accettato. In Thailandia sostanzialmente si usa solo il Bath (1€ = 42 B), ma le piccole agenzie di cambiavalute sono onnipresenti e sempre aperte

  • 31448 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social