Perù, il misterioso mondo andino

Dagli Appennini alle Ande, intenso tour classico alla scoperta di un Paese che riserva una sorpresa dietro ogni angolo

  • di steber
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 16
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

PREMESSA

Cantava Luca Carboni: “Ci vuole un fisico bestiale”, bene, per affrontare un viaggio itinerante in Perù è quello che occorre. L’avventura nel mondo in Perù si è dimostrata più affascinante delle più rosee aspettative, nonostante la fatica fisica e il mal di montagna lo stupore e le emozioni provate davanti a tanta magnificenza non mancheranno di stupire il viaggiatore più esigente.

MARTEDì 19 AGOSTO: Malpensa – MADRID

Parcheggiata l’auto al Green Parking, 52 euro per 17 giorni (consiglio di prenotare il parcheggio all’ultimo minuto si risparmia), conosco in aeroporto alcuni componenti del gruppo, faremo la conoscenza con il resto dei gitanti a Madrid. Volo con Iberia delle 15.30 con arrivo nella capitale spagnola alle 17.55; la compagnia di bandiera spagnola è diventata low cost, durante il volo non viene più offerto nulla. A Madrid veniamo informati che il volo per Lima è spostato dalle 00.35 del 20.08.2014 alle ore 13.30. Quindi, notte e cena in hotel ai quali provvede la compagnia aerea cilena LAN.

MERCOLEDì 20 AGOSTO: MADRID - LIMA

La mattina ha “l’oro in bocca”, in otto approfittiamo della sosta forzata ed in taxi alle 6.30 raggiungiamo il centro di questa splendida capitale europea. Conosco bene Madrid ed in poche ore riusciamo ad avere un assaggio dei tesori della città. Stupisco i miei compagni di viaggio mostrando loro il tempio egizio di Debod, una piccola perla che solitamente passa inosservata.

Raggiunto il Barajas finalmente alle 13.30 l’aero si alza in volo. L’aereo non è al completo, riesco a coricarmi in una fila centrale da tre posti e appoggiata la testa sul cuscino mi sveglio quasi a destinazione. L’aereo è in perfette condizioni ed il personale di bordo professionale e gentile, a parte il ritardo LAN si è dimostrata un’ottima compagnia aerea.

Arrivo a Lima alle 19 e trasferimento all’hotel Bompini camera 208 a pochi passi dalla piazza principale. Gli hotel saranno tutti più o meno dello stesso livello, modello pensione Marina di Rimini, abbastanza puliti, alcuni freddi e molto economici. Le colazioni ripetitive e poco varie, prevedevano esclusivamente pane e marmellata. La principale Plaza des Armas di Lima illuminata è davvero suggestiva, con l’imponente cattedrale e i palazzi nobiliari con i superbi balconi in legno tipici delle abitazioni del nord della Spagna.

GIOVEDì 21 AGOSTO: Lima – Pisco 250 km

Alle nove ritrovo nella hall, 16, siamo al completo, Lima ci aspetta! Visitiamo i tesori coloniali di Lima, partendo dalla Cattedrale.

La cattedrale di Lima è caratterizzata da diversi stili artistici, a testimonianza della diversità di gusto tra le varie fasi ed epoche costruttive, dal tardo gotico al Rinascimento e plateresco. L'interno è a tre navate, con cappelle laterali. Gli altari delle cappelle furono quasi tutti realizzati in stile neoclassico alla fine del XIX secolo. Degni di nota, all'interno della cattedrale, sono il coro ligneo del 1700 e la tomba di Pizarro. Colpiscono le statue sacre vestite di tutto punto e imparruccate, tipiche delle chiese andaluse. Il centro storico è contenuto e facilmente visitabile a piedi, non si avvertono sensazioni di pericolo e si entra subito in sintonia con l’ambiente. Capillare la presenza delle forze dell’ordine, per le strade è facile incontrare un poliziotto ogni 50 metri. I peruviani sono cordiali e sorridenti. Passeggiando visitiamo la chiesa de la Merced, il favoloso monastero di San Francisco, la chiesa di Santa Rosa con l’annesso monastero di Santo Domingo e l’insuperabile casa Aliaga ingresso 25 soles (1 euro circa 4 soles). E’ la casa più antica della capitale, un bellissimo esempio di casa coloniale ancora finemente arredata. Costruita per Jeronimo de Aliaga, uno degli ufficiali di Pizarro nel 1536, i suoi discendenti vivono ancora in una parte del palazzo. Edificio ripristinato in seguito ad un terremoto nel 1746. Le sue camere sono arredate con mobili antichi, e le sue pareti decorate con dipinti storici ed arte religiosa coloniale.

Alle ore 13.00 ritrovo in hotel, un bus ci condurrà a Pisco

  • 19782 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. steber
    , 9/9/2015 10:08
    Ciao Giorgio, ho effettuato il meraviglioso viaggio in Perù con un tour operator particolare, per non fare pubblicità ti scrivo in privato i dettagli. A dopo
  2. Giorgio Manzoni
    , 27/8/2015 13:35
    Buon giorno Staber,

    Ho letto con molto interesse il tuo diario di viaggio in Perù e vorrei visitare alcuni luoghi da te descritti.
    Posso chiederti come hai organizzato il viaggio ?
    Fai da te o agenzia o Tour Operator ?
    In questo caso mi dai alcuni riferimenti " ...e consigli "
    Grazie e sempre BUONI VIAGGI
  3. steber
    , 24/9/2014 13:07
    Credo effettivamente di aver fatto molto bene, consiglio questo viaggio, il Perù è un mondo magico e misterioso. Nel diario ho dimenticato di ringraziare Giusy, la cassiera, che ha gestito i soles con professionalità e calma olimpionica permettendoci di non sforare la spesa preventivata.
  4. davovad
    , 17/9/2014 01:10
    A te propia fat ben

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social