Perù, ci siamo

Todo depende dalla suerte

  • di grazioso
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: otto (8)
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

1º giorno

Siamo a Lima finalmente, dopo molte ore di viaggio. Eccoci qui, ci aspetta un bel sole contrariamente a quanto mi avevano detto, dopo aver posato i bagagli all’hotel San Martin nel centro storico si inizia. Fa caldo ed e’ afoso e c’e’ molto caos. Siamo passati velocemente in un altro mondo: clacson che suonano impazziti, smog e gente in ogni dove, insomma un bel caos. Il city tour e’ bello, la Lima coloniale mi affascina, pero’ il top del giorno rimane il museo Largo Herrera veramente impareggiabile. Vado a dormire sono esausto dopo lo spettacolo e i colori al parco de las aguas, la fatica si fa sentire nonostante il rumore proveniente dalla piazza vicino all’ hotel riusciro’ a dormire.

2º giorno

Oggi siamo a Pisco piccolo paese di pescatori semi devastato dal terremoto nel 2007, l’hotel dove alloggiamo e’ il villa manuelita accogliente e confortevole, il giorno e’ iniziato con 3 ore di viaggio da Lima a Paracas ,dopo aver pranzato con un ottimo cevice, piatto tipico di qui, e aver visitato la riserva naturale di paracas, finalmente il riposo, la visita e’ stata molto interessante sopratutto per i panorami incantevoli ammirati, non avrei comunque mai immaginato che in Peru’ci fosse tanto deserto.

3º giorno

Oggi giornata piena e veramente stupenda. Prima la visita degli animali alle isole Ballestas, poi ad Ica, qui il deserto si trasforma tra contrasti incredibili tipo vigneti circondati da dune, tipo sahara si arriva all’oasi di Huacachina, una cartolina tipo Laurence d’Arabia, bellissimo il tour in dune buggy. Ora siamo a Nazca all’hotel Don Agucho veramente bello, nel percorso abbiamo potuto osservare, dalle torri di avvistamento alcune delle famose e misteriose linee. La migliore secondo me e’ la famiglia de los danzantes, che dire poi pranzo a base di pachamanca ottimo e abbondante e cena pollo a la brasa veramente buono.

4º giorno

Giornata lunghissima. Siamo ad Arequipa... ed è pra ora di dormire, nonostante il lungo viaggio non sono stanco, viaggiamo comodi siamo in 8 su un pulmino da 17, cosi’ che si possono stendere bene le gambe. Oggi abbiamo abbandonato definitivamente la costa bellissima e primordiale con i suoi contrasti. Ultimo pesce di mare non immaginavo che la cucina peruviana fosse cosi’ ricca e varia. Siamo all’hotel Casavieja praticamente nel centro di questa citta’ che a prima vista e’ molto molto bella. Anche qui tutto ok con l’hotel.

5º giorno

Altra giornata impareggiabile. Arequipa la citta’ bianca non delude. Oggi visitiamo il museo santuario andino, la compagnia, il bellissimo monastero con la piu’ bella vista sui vulcani di San Michele in caima, e l’irrinunciabile monastero di Santa Catalina decisamente il top. Consiglio di non perdere come cibo il rocoto ripieno per chi ama piccante, e filetto di alpaca.

6º giorno

Siamo al Puno hotel Caminorel, acqua delle docce bollente, perfetto perche’ qui il sole di giorno picchia duro, ma la sera la temperatura scende di brutto, oggi alzataccia, pero’ ne e’ valsa la pena. Prima visitiamo la riserva naturale di aguas salinas dove avvistiamo il lama alpaca (poverini ieri decantavo le loro carni) e le simpaticissime vigogne. Il paesaggio e’ cambiato, dopo il deserto ora altipiani e montagne innevate, in un paesaggio incredibile, lagune con fenicotteri rosa a 4500 metri di altezza, incredibile. A proposito nessuno del gruppo ha sofferto troppo per il mal d’altura tranne qualche mal di testa e fiato grosso. Importante e’ non fare troppo sforzo, non abbuffarsi e il corpo a poco a poco si abitua. Altra bella visita e stata a sillustani tombe pre incaiche in un contesto naturale bellissimo, meno bello anche se curioso, e’ stata la visita alle isole degli Uros le famose isole flottanti, certamente uno spettacolo unico al mondo ma ormai talmente turistico di aver perso la sua autenticita’.

7º giorno

Siamo in un altro mondo: isola di Anapia. Oggi escursione fuori dai classici circuiti turistici. Il tutto inizia con una alzataccia, viaggio di 2 ore e visita di infiernillo, un complesso di geyser, grotte e formazioni vulcaniche in una steppa desolata circondata da montagne innevate e dalla terra che cambia colore rispetto alla conformazione interna, poi via di ritorno a Puno per poi scendere a sud lungo il lago sacro con visita al piccolo pueblo di cui non ricordo il nome, pero’ si della visita nel pueblo al piccolo tempio della fertilidad incredibile e unico. Altra bella visita alla chiesa di Pomata unica nel suo genere con i puma che sostengono le colonne della chiesa, piu’ unico che raro. Per le popolazioni di qui la religione e’ tutto, un miscuglio con le loro antiche credenze di prima dell’ arrivo degli spagnoli, poi via verso una bellissima spiaggia tipo caribe dove nessuno si e’ azzardato a fare il bagno anche se Paolo ci dice che e’ possibile, a proposito un ringraziamento a Paolo Perniceni che ci ha organizzato questo splendido viaggio. Dopo un abbondante pranzo a casa di Paolo e della sua splendida famiglia, incredibile il miscuglio di razza da cui nasce la piccola Camilla, visitiamo il mercato di iunguio e prendiamo la barca per Anapia, isola al di fuori dei classici circuiti, pero’ vera e non svenduta al turismo. Qui osserviamo un tramonto incredibile con la vista dei ghiacciai della Bolivia, la notte poi le stelle si possono praticamente raccogliere da quanto e’ rarefatta, pulita e limpida l’aria. Dormiamo a casa del signor Jose’, gli isolani si sono divisi il gruppo cosi’ ognuno di loro guadagna qualcosa, l’ospitalita’ e’ ottima, l’ unica cosa e’ che i bagni sono fuori dalle stanze, pero’ e’ un disagio che vale la pena. Un silenzio cosi’ fa paura, unico rumore che si sente ogni tanto e’ quando qualche animale domestico raglia o abbaia niente piu’. Veramente un altro mondo

  • 4017 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social