Viaggio di nozze responsabile

Quando abbiamo deciso di partire per il Perù in viaggio di nozze, Corrado e io avevamo idee diverse. Io non volevo un viaggio organizzato, e Corrado voleva essere completamente spensierato in viaggio dopo lo stress di organizzazione del matrimonio in ...

  • di Jelena
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Quando abbiamo deciso di partire per il Perù in viaggio di nozze, Corrado e io avevamo idee diverse. Io non volevo un viaggio organizzato, e Corrado voleva essere completamente spensierato in viaggio dopo lo stress di organizzazione del matrimonio in 2-3 mesi. Alla fine troviamo una soluzione, che poi si rivelerà eccezionale.. Ma qui non si può fare pubblicità, vero?

Comunque, si parte il 14 Luglio dopo il fantastico matrimonio del 12. Volo via Amsterdam, da Amsterdam a Lima voliamo con un vicino di posto peruviano con residenza a Lodi, praticamente 5 min da casa nostra. Questo uomo, Francisco, intavola una conversazione di 6-7 ore con Corrado, con tanto di consigli “da uomo a uomo” su come passare una bella luna di miele. Qui sentiamo parlare per la prima volta della maca peruviana, ma anche della zuppa di tartaruga.. Non era decisamente molto animalista il nostro Francisco (detto Pancho) .

...Siamo a Lima e incontriamo i ragazzi dell’associazione. Simpatici! Corrado è contentissimo della maglietta che ci regalano. Noi però siamo distrutti e crolliamo in un sonno profondo per almeno 12 ore saltando l’appuntamento serale con loro. Prima di crollare (noi), Andrea ci ha consegnato tutti i biglietti, tutte le indicazioni per il viaggio. Io non ho ancora letto tutto il programma di viaggio riga per riga (da buona ingegnera…)

Bene, il giorno dopo, un caffettino con i ragazzi da qualche parte a Miraflores (loro lo sanno) si parte per Paracas. Avrei dovuto capire da subito che verremo trattati come bambini perché il nostro accompagnatore, non solo ci porta alla fermata dell’autobus, ma aspetta che imbarchiamo i bagagli, e che saliamo sull’autobus. Poi, tutti le nostre guide peruviane faranno esattamente così. A me fa uno strano effetto viaggiare così “scortati”.

Paracas è fantastica! E’ un paesino di mare con poche case e 3-4 alberghetti ma a me piace un sacco. La stanza del Zarcillo Hotel è uno spettacolo, una vista sul mare bellissima, i mobili in paglia. Il turista scassa scatole noterebbe che non c’era l’acqua calda, ma chissene frega.. Non si può non nominare la cena in riva al mare in uno dei ristorantini del porto. Mmmmmm…. Ed è così bello trovarsi dall’altra parte del mondo in un porticciolo a mangiare il pesce e parlare con la gente e non sentirsi parte della fabbrica del turismo. Qui non c’è un anima, è bellissimo.

I tour del giorno dopo sono classici: giro delle Ballestas (bello) e la riserva di Paracas (bellissimo). Abbiamo un paio di rullini scattati con la vista le scogliere del Parco naturale di Paracas.

Ci accorgiamo durante il viaggio stesso, che il programma steso da Andrea è preciso fino all’ultimo dettaglio. C’è scritto tutto!!! Si parte per Nazca. A Nazca, c’è Jessica, del museo Antonini, una bellissima ragazza. Il museo Antonini è una bellissima casa con il giardino interno, divani in paglia. Cena a Nazca centro, beh, niente di memorabile a Nazca centro, tranne il tentativo di trovare un taxi alle 10 di sera, praticamente impossibile. E poi, il bastardo neo-marito, che si è pur fatto un corso di spagnolo base qualche anno fa, fa telefonare a me a un tassista cui numero ci è stato dato dalla farmacista della piazza principale (Plaza de Armas come tutte le piazze principali in Peru’…)

Il giorno dopo si va con Jessica a vedere Cauachi. In quei giorni di luglio sembra un posto fuori dal mondo. Ci siamo noi e più tardi arriva un fuori strada di turisti. E basta. In quei giorni il prof Orefici non c’è. Facciamo parecchie domande a Jessica, che se la cava benissimo come guida turistica. Ovviamente, vedere su Internet il servizio sulle recenti scoperte archeologiche a Cahuachi (la mummia della donna incinta sacrificata) solo 2 mesi dopo, ci ha fatto molto piacere

  • 584 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave