Ande low cost

Le immagini del Machu Picchu hanno sempre animato le mie fantasie di viaggio verso questo magnifico paese, tuttavia nessuna di esse può rendere giustizia alla realtà. Vedere il Machu Picchu con i propri occhi è qualcosa di indescrivibile, nemmeno le ...

  • di simodiolbia
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
 

Le immagini del Machu Picchu hanno sempre animato le mie fantasie di viaggio verso questo magnifico paese, tuttavia nessuna di esse può rendere giustizia alla realtà. Vedere il Machu Picchu con i propri occhi è qualcosa di indescrivibile, nemmeno le 30 fotografie tutte uguali che ho scattato illudendomi di cambiare inquadratura, angolazione o luce trasmettono la stessa emozione che ho provato trovandomici dentro.

Il Perù è sempre stata una meta piuttosto onerosa da raggiungere, i pacchetti venduti dai tour operator sono spesso troppo cari. A me e mio marito piace moltissimo visitare il mondo e cerchiamo di muoverci più volte nel corso dell’anno, per questa ragione abbiamo sempre un budget piuttosto limitato per ogni singolo viaggio. Il Perù non rientrava nei nostri progetti….sino a che non abbiamo cercato un po’ in internet e siamo riusciti ad organizzare un tour ad hoc, modellato sulla nostra disponibilità di tempo e di soldi.

Abbiamo prenotato il volo ad una tariffa promozionale di 650 euro tasse incluse! Febbraio non è esattamente il periodo migliore per recarsi in Perù, è stagione umida e si rischia di prendere un sacco di acqua, per questo costa meno! In effetti è piovuto un pò…ma soprattutto di notte, perciò ci è andata piuttosto bene! Sul Machu Pichu ci siamo persino ustionati sebbene non splendesse il sole.

Per l’organizzazione del viaggio abbiamo fatto una grossissima eccezione alla regola: anziché organizzarci da soli ci siamo affidati ad un operatore locale. Troppo pochi i giorni disponibili, troppo lunghe le distanze e anche un pochino di paura a girare da soli in un paese povero del quale mi erano state riportate voci poco rassicuranti su turisti sprovveduti derubati.

Abbiamo trovato su internet un sito che ci è piaciuto molto per le bellissime foto, la moltitudine di itinerari proposti e soprattutto per i costi competitivi. Immediatamente li abbiamo contattati. Ci ha risposto il titolare, un ragazzo italiano che, dopo aver girato un anno intero per il Sud America si è innamorato del Perù ed ha deciso di stabilircisi.

Dopo una serie di scambi di e mail ci siamo fatti organizzare il nostro tour su misura, 10 giorni per sbirciare dal buco della serratura un pochino di magia peruviana. Certo qualche giorno in più sarebbe stato meglio ma non li avevamo, perciò il poverino ha dovuto darsi da fare per incastrare tutti i tasselli di un mosaico un po’ stretto.

Ci ha accolti personalmente all’aeroporto di Lima e accompagnati alla nostra prima sistemazione peruviana nel centro storico della città. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare Lima è una città molto piacevole, dal centro ricco di musei, monasteri, chiese, al quartiere più moderno e internazionale di Miraflores con il centro commerciale sul mare. Merita sicuramente un paio di giorni. Da lì ci ha poi accompagnati lungo il nostro percorso che ci ha portati prima a Nazca, poi ad Arequipa, a Puno, Cuzco e poi di nuovo a Lima.

Ci siamo quasi sempre spostati con gli autobus della linea Cruz del Sur in quanto tutte le altre linee, come ci ha spiegato Paolo, sono terribili sotto ogni aspetto, dalla sicurezza alla comodità. Si tratta sempre di percorsi piuttosto lunghi, le strade sono spesso in condizioni disagevoli per via delle piogge o del vento perciò è meglio non rischiare e viaggiare sicuri. Lungo la Panamericana che conduce da Lima a Nazca siamo passati attraverso un deserto di dune sabbiose che entravano persino in strada!

Una sosta merita l’oasi di Huacachina, con la sua piccola laguna, le palme e le dune sulle quali si può fare surf, e chi si aspettava un paesaggio del genere in Perù?

Dalla sabbia si passa alla roccia e quindi al deserto sconfinato dove sono visibili le famose linee di Nazca. Purtroppo c’è spesso un bel vento da quelle parti e sorvolarle come prevede il manuale del turista può essere non sempre piacevole, meglio la mattina preferibilmente prima della colazione

  • 4112 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico