Balcani on the road

Girovagando tra Bosnia, Montenegro e Croazia

  • di Lau_J
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Abbiamo deciso di fare questo viaggio attratti principalmente dalla Bosnia Erzegovina, di cui sapevamo ben poco, a parte i tristemente noti fatti riguardanti la guerra.

L’unica cosa che assolutamente non può mancare per girare in auto nei Paesi dei Balcani è la carta verde! Molte assicurazioni italiane non la stampano più in originale, ma dovete chiederla, perché in alcuni Paesi la copia o il pdf non sono validi.

Abbiamo organizzato tutto noi, come sempre, siamo andati con la nostra auto e abbiamo prenotato tutti gli hotel su booking.

GIORNO 1: ARRIVO A ZAGABRIA

Siamo partiti alle 12.30 da Monza e alle 19.30 siamo arrivati a Zagabria. È andata ancora bene se consideriamo che è il 4 agosto e che abbiamo trovato più di un’ore di coda per lavori in autostrada in Italia e che abbiamo perso circa 30 minuti per acquistare la vignetta Slovena. In Croazia le autostrade si pagano come da noi, quindi non è necessario acquistare niente e anche alla frontiera tra Slovenia e Croazia ce la siamo cavata abbastanza velocemente, una ventina di minuti.

Arriviamo al Palace Hotel, in pieno centro, e usciamo subito a piedi per cena. Mangiamo un ottimo hamburger e torniamo abbastanza presto in hotel, stanchi.

GIORNO 2: ZAGABRIA

Visitiamo tutto il giorno la città alta e bassa e i suoi parchi. Piccola ma molto carina e soprattutto molto vivace. Alla sera ci sono proprio due vie nella città bassa piene di locali e ristoranti uno accanto all’altro. Avrete l’imbarazzo della scelta per mangiare e per bere.

GIORNO 3: ZAGABRIA – SARAJEVO

Partiamo al mattino presto perché abbiamo paura di trovare una coda infinita al confine e invece ce la caviamo in mezzoretta. Appena entriamo in Bosnia abbiamo la sensazione di essere in un Paese fermo a 20 anni fa. Le strade non sono tenute benissimo come in Croazia, non esiste l’autostrada, ma c’è solo una statale tutta a curve, con limite di velocità basso (70 km/h al massimo) e con un grande cartello che vieta di fare foto…

Anche se i km tra Zagabria e Sarajevo non sono moltissimi, ci impieghiamo quasi 6 ore ad arrivare, perché le strade bosniache sono veramente lente… solo per gli ultimi 40 km c’è l’autostrada.

Il paesaggio che ci accompagna per tutto il viaggio è verde, paesi praticamente inesistenti, qualche casa bombardata e ogni tanto qualche minareto in lontananza.

Arriviamo a Sarajevo verso le 14 e alloggiamo all’hotel Story, in centro, praticamente nella Bascarsija, il quartiere turco.

Giriamo per tutto il quartiere e ci perdiamo nei meravigliosi vicoletti e poi visitiamo il lungo fiume. Saliamo anche in uno dei (purtroppo) tanti cimiteri che sorgono un po’ su tutte le colline e poi ci fermiamo a cena da Inat Kuca, sul fiume, assolutamente consigliato.

GIORNO 4: SARAJEVO

Giriamo ancora per la città, tutta la mattina per vedere quello che ci mancava e alle 13 facciamo un tour in inglese “sarajevo Under the siege” con un’agenzia del luogo che ci porta a vedere il Tunnel della guerra e i siti abbandonati delle Olimpiadi del 1984 (facciamo circa 1,5km a piedi sulla pista da bob); ci fermiamo anche per vedere un cimitero ebraico e passiamo per il viale dei cecchini, tristemente noto per la guerra.

GIORNO 5: SARAJEVO – BUDVA (MONTENEGRO)

Giornata interamente dedicata al viaggio. I km son quasi 300, il navigatore dice che ci metteremo più di 5 ore. In realtà considerando le frontiere ce ne mettiamo quasi 9… un viaggio infinito su e giù per le montagne, alla fine arriviamo alla frontiera con una strada a tratti non asfaltata e perdiamo quasi 2 ore con il doganiere bosniaco che cerca ogni scusa per avere qualcosa in cambio… Arriviamo a Budva nel tardo pomeriggio stanchissimi

  • 794 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social