Grecia, il Peloponneso in auto tra storia e mare

Un tour su quattroruote per il Peloponneso, passando per città storiche come Corinto, Atene, Micene, Epidauro, Olimpia e città di mare come Pylos, Nafplio e tante altre

  • di nitros24
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ciao a tutti, quest’estate con la mia ragazza abbiamo fatto il giro del Peloponneso in auto, partendo da Napoli. Ci siamo imbarcati da Brindisi con la Grimaldi Lines, con la tratta Brindisi-Patrasso.

Non tutte le zone che ho visitato sono raggiungibili in autostrada, ma attraverso strade costiere e superstrade. Le autostrade in Grecia hanno zone di pagamento molto frequenti, non come da noi che si paga solo quando esci. Sempre sulle autostrade non sono presenti molti autogrill o distributori, ma solo piccole piazzole con bagni chimici. Sulle superstrade invece ci sono molti distributori di carburante con piccoli negozietti. Il diesel consta in media 1.1 (in Italia attualmente 1.4). Le auto più lente guidano quasi sulle corsie di emergenza per far passare le auto più veloci (essendo quasi tutte le strade a 1 corsia).

Per quanto se ne dica i posti in cui sono stati sono tranquillissimi non ho mai avuto problemi con l’auto, ne di parcheggio ( che non ho mai dovuto pagare essendoci quasi tutte zone libere ) ne di sicurezza.

Le persone che ho incontrato sono di una simpatia e ospitalità unica. La maggior parte dei negozianti parla inglese e ci sono anche molte persone che parlano italiano.

Le indicazioni stradali sono sia in greco che in inglese. I cartelli marroni indicano le zone turistiche.

Giorno 1 08/08/15 Napoli-Brindisi

Siamo partiti da Napoli alle ore 08:00 del mattino. Dopo 380 km prendendo l’A16, siamo arrivati al porto Brindisi alle 12:50 (abbiamo trovato molto traffico il sabato delle partenze).

Il check-in si effettua al primo edificio sulla sinistra (l’unico). Siamo arrivati prima dell’una ma il check-in iniziava alle 16:00.

Ne abbiamo approfittato per fare un giretto per Brindisi che si trova a 5 minuti.

Parcheggiato gratuitamente a via Pasquale Camassa, abbiamo Piazza Santa Teresa, il Duomo, la chiesa di San Paolo Eremita e la parrocchia Cattedrale. Dopo un panino portato da casa siamo tornati al porto e abbiamo fatto il check-in. Per la Grimaldi Lines occorre solo la stampa della prenotazione su internet, né documenti, né libretto dell’auto. L’imbarco era alle 17.30, partenza alle 20:00 arrivo previsto alle 14:00 ora greca (+1 rispetto a noi) con sosta al porto di Igumenizza. La cabina all’andata era molto bella con frigo, tavolino e vista mare, solo che l’aria condizionata era troppo fredda ed essendo rotta non era regolabile, abbiamo dormito con 2 coperte.

Giorno 2 09/08/15 Patrasso-Corinto-Loutraki

Alle 12:00 ora greca, con un po’ di anticipo siamo arrivati al porto di patrasso. Siamo scesi molto velocemente dalla nave.

Seguendo le indicazioni stradali per Athina (Atene) ci siamo diretti a Korinto. Sono circa 130 tutti in autostrada (2.10 euro), essendo ad una sola corsia si impiegano però quasi due ore, soprattutto se si incontrano veicoli lenti davanti. Uscita Korintos siamo arrivati al nostro hotel con piscina situato a pochi metri dal canale di Corinto. Abbiamo speso 39 euro a notte. Dopo un paio di ore di riposo siamo scesi a piedi a vedere il bel canale di Corinto, largo 27 metri e profondo 58 metri, e poi con l’auto ci siamo diretti a Loutraki (circa 15 minuti). Se interessa a metà strada sulla sinistra c’è un super market ben fornito che accetta la visa.

Loutraki è città con un lungo mare carino, banchina stretta e ciottoli e tanti ristoranti, alle spalle alcuni negozi. Gradevole la passeggiata.

Giorno 3 10/08/15 Corinto

Il hotel la mattina abbiamo mangiato un ottimo yogurt greco. La mattina ci siamo diretti al centro storico di Corinto (11 km), basta seguire le indicazioni per acrocorinto. Ci sono tanti parcheggi gratuiti. La stradina che porta al tempio è piena di negozi di souvenir e ristoranti. Ci siamo recati quindi agli scavi del tempio di Apollo, ingresso 6 euro a persona compreso di museo. La visita è stata molto interessante se siete appassionati della storia greca. Nel museo sono presenti bei mosaici e molti belle sculture, compresa una molto bella del viso di Giulio Cesare. Completato il giro in un’oretta e mezza abbiamo pranzato in un locale in zona dove abbiamo provato la mousakka, spiedini tradizionali, l’insalata greca con feta. Abbiamo speso in totale 25 euro.

Nel primo pomeriggio ci siamo diretti quindi sul monte che si trova a dieci kilometri dal tempio, molto semplice da raggiungere, sul quale è presente un bel castello è c’è una bella vista sulla zona

  • 36062 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social