In Peloponneso

Viaggio tra archeologia, storia e mare splendido

  • di giulianaeffe
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Anche quest’estate, come l’anno scorso, il nostro viaggio ha avuto come meta la Grecia, e precisamente il Peloponneso; e anche questa volta abbiamo optato per un viaggio interamente “fai da te” della durata di quasi tre settimane.

Il 23 giugno, a bordo della Kriti I (Anek Lines), salpiamo dal porto di Venezia alla volta di Igoumenitsa. La traversata si rivela, ancora una volta, tranquilla; la cabina è confortevole ed anche il self service della nave non è male. Il giorno dopo, poco prima delle 18.00 (con un ritardo di circa due ore), attracchiamo a Igoumenitsa e, alle 18,00 circa, siamo in macchina, diretti a sud! A causa del ritardo della nave non riusciremo ad oltrepassare il ponte di Rio ed arrivare quindi poco oltre Patrasso come avevamo preventivato. Così,verso le 20,30, prima che faccia buio, decidiamo di fermarci e trovare alloggio per la prima notte in Grecia. Siamo ormai in prossimità di Messolongi non lontano da Patrasso; troviamo facilmente alloggio all’Hotel Theoxenia in laguna, in un contesto naturale molto suggestivo (Messolongi sorge sulle rive della laguna di Klisova). Dopo esserci rinfrescati velocemente usciamo in centro per la cena. Rimaniamo piacevolmente colpiti dalla vitalità di questa cittadina; tanta gente in giro, tante taverne, caffè e locali vari. Ci fermiamo quindi in una delle taverne del centro storico e tra le altre cose assaggiamo l’anguilla alla griglia, specialità culinaria della zona. Spendiamo circa € 30,00 per tutti e tre!

La mattina seguente (25 giugno) ci alziamo con calma, facciamo colazione al buffet dell’Hotel e partiamo poi alla volta di Nauplia. La strada è scorrevole e non molto trafficata. Giungiamo a Nauplia che sono all’incirca le 13,00 e… rimaniamo imbottigliati nel traffico della cittadina nell’ora di punta! Decidiamo, pertanto, di dirigerci a Tolo e magari fare base lì per i prossimi 3 giorni. Così facciamo; arriviamo a Tolo dopo circa 15 minuti; qui troviamo subito un appartamentino fronte mare per € 40,00 al giorno. Siamo soddisfatti; abbiamo il mare a portata di mano per la gioia di nostro figlio e un’ottima base per la visita di Micene, Tirinto, Epidauro! Dico subito che il mare di Tolo non ha nulla a che vedere con il mare che incontreremo poi nel sud del Peloponneso. Comunque la spiaggia è di sabbia e l’acqua, anche se non trasparentissima, era molto calda. Anche Tolo città non è granché. Tanto cemento, tanti palazzoni ad incorniciare il mare, molti dei quali allo stato grezzo e all’apparenza abbandonati.

Trascorriamo così i prossimi giorni dedicando le mattine alla visita dei siti archeologici e il tardo pomeriggio al mare. A Micene mi sono emozionata davanti alla Porta dei Leoni; ricordo dell’immagine tante volte vista nei libri di arte del liceo! Per il resto ci sono degli esaustivi pannelli informativi in inglese che lasciano immaginare la magnificenza del luogo! Bellissimo il teatro di Epidauro, tra l’altro inserito in un contesto naturale molto suggestivo.

28 giugno

La mattina lasciamo Tolo alla volta di Mystras. Da Nauplia prendiamo la strada per Tripoli; ci sono diversi tornanti all’inizio, comunque la strada è larga e pochissimo trafficata. In meno di 2 ore siamo a Sparta. La città ci colpisce negativamente (caotica e grigia), così decidiamo di proseguire e trovare a Mystras l’alloggio per la notte. A Mystras ci fermiamo all’hotel Byzantion; ci offrono una stanza tripla per € 60,00 compresa colazione buffet, internet free e uso piscina (l’albergo dispone di un giardino graziosissimo sul retro dotato di piscina)! Dalla finestra della nostra stanza si gode pure la vista della città antica! Dopo esserci rifocillati ricorrendo al piccolo market della cittadina, decidiamo di far riposare il bimbo per recarci poi, verso le 16,00 nella Mystras bizantina. Così facciamo ma a quell’ora il sito è già chiuso! Non hanno ancora attivato l’orario estivo che ne prevede l’apertura fino alla 20,00! Dopo un attimo di smarrimento decidiamo di rinviare la visita all’indomani mattina presto, prima di partire per Elafonissos. Mio figlio è contento e ci chiede subito di ripiegare nella piscina dell’hotel! Trascorriamo così il resto del pomeriggio nel delizioso giardino del Byzantion e annessa piscina; all’ora di cena ci rechiamo alla taverna “To Kastro” proprio di fronte al nostro albergo, dove con circa € 30,00 mangiamo tanto e bene!

29 giugno

Dopo colazione liberiamo la camera e alle 9,00 circa siamo all’ingresso della città bassa! Mystras è bellissima, sicuramente uno dei luoghi che valgono da soli il viaggio. L’atmosfera che si respira è magica… C’erano pochissimi turisti il giorno in cui ci siamo stati; abbiamo passeggiato tra i resti di case, palazzi, monasteri, biblioteche e chiese dagli splendidi affreschi, in un contesto unico; sembrava davvero di essere tornati indietro nel tempo. Avrei voluto rimanerci più tempo, girarmela tutta, addentrarmi nei vicoli più angusti… ma dopo due ore abbondanti di cammino mio figlio era (giustamente) stanco, così,a malincuore, siamo tornati alla macchina e partiti alla volta di Elafonissos

  • 26344 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social