Buenos Aires-Ushuaia zaino in spalla

Un viaggione alla scoperta del Cile e dell'Argentina (in bus e autostop), percorrendo tutta la Carretera Austral, attraverso parchi, ghiacciai, laghi e tanta natura incontaminata

  • di Federico Giotti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il diario che vi apprestate a leggere, descrive una parte della lunga vacanza che ho effettuato da metà novembre a metà gennaio in Sudamerica e, più precisamente, alla scoperta di Argentina e Cile. Ho deciso di dividere in due parti i due mesi di viaggio, in modo da rendere più leggero il diario e soprattutto per poter essere maggiormente esaustivo aiutando chi volesse mettersi in marcia per questi fantastici luoghi, fornendo altresì alcuni suggerimenti ed una guida utile ad affrontare il viaggio.

Ho tralasciato Santiago e Valparaiso in questo racconto di viaggio, inserendole altresì nel diario dell’Isola di Pasqua perché credo possano essere valutate come basi per la partenza e l’arrivo per questa destinazione.

Ho viaggiato zaino in spalla e mi sono mosso utilizzando per lo più mezzi pubblici e qualche volta ricorrendo all’autostop.

24 novembre (Nizza-Buenos Aires)

Partenza da Nizza alle 15.30 con volo della British Airways. Scalo a Londra Heatrow e ripartenza alle 21.45. Arrivo a Buenos Aires il 25 Novembre alle 8.30 del mattino. Scendo e passo 2 ore in coda tra controllo passaporti e bagagli (cercano contrabbandieri di frutta e verdura che possano alterare l'ecosistema argentino). Alle 10.30 sono fuori dall'aeroporto. Prelevo 400 pesos e vado alla ricerca del bus n 8 che porta in centro e ti permette di risparmiare un bel po' di soldini (5,50 pesos, mi raccomando solo monete, invece dei 100 pesos della compagnia Manuel Tienda y Leon, o ancor peggio dei remise, che chiedono 250 pesos per arrivare in centro).

Se poi come il sottoscritto, non hai moneta, rischi di viaggiare gratis! Il bus ferma in Plaza de Mayo, in centro, proprio ad un passo dalla Casa Rosada. Da lì si può prendere la metro ed arrivare quasi ovunque. Imparo nel Subte (la metro), grazie all’ausilio di alcuni gentili signori, il sistema delle quadre. In pratica ogni via, incrocia con un'altra via, ogni 100 metri. Per cui ad ogni incrocio, sai che hai percorso dal precedente, 100 metri. I numeri civici sono progressivi e vanno in base ai metri corrispondenti e non alla progressione cui siamo abituati. Per cui, se vuoi arrivare al numero 2622 di Avenida Santa Fè, significa che se sei all'inizio della via, devi sorbirti 2622 prima di giungere a destinazione. Inoltre, la progressione in quadre è uguale anche per le vie parallele, per cui in qualsiasi punto ti trovi riesci a capire quando sei quasi a destinazione. Facile, come bere un bicchier d’acqua! La giornata la passo a gironzolare per il quartiere di Belgrano. In strada poca gente perché i negozi sono quasi tutti chiusi visto che è festa nazionale!

26 novembre (Buenos Aires)

La giornata inizia sotto una fitta pioggerellina. Decido di andare a visitare il cimitero della Recoleta. Scendo alla fermata di Pueyredon e a piedi cammino fino al cimitero. Continua a piovere. Visito la Recoleta, dove, tra i tanti nomi illustri, giace sepolta Eva Peron. Concluso il giro, mi dirigo verso la zona della stazione, quartiere Retiro e vado a vedere e chiedere informazioni sugli autobus per Santiago. Dopodichè, di buona lena, torno verso casa. Cena nel quartiere La Canita, a "La parrilla de Tito", mangiando carne e bevendo una bottiglia di Malbec a 275 pesos in 3... torniamo a casa sotto una pioggia battente.

27 novembre (Buenos Aires)

Mi sveglio con calma tanto fuori piove. Programma: visita al parco 3 febrero e zona di palermo nord ovest. Visito i giardini giapponesi. Ogni tanto il cielo mi riversa addosso un po' d'acqua. Passo accanto al grande ippodromo di Buenos Aires e a piedi raggiungo Belgrano. Poi vado al centro, in Calle Florida, a cercare gli “arbolitos”, cioè i tizi che cambiano valuta straniera in pesos argentini ad un tasso moooolto favorevole: 1/3 di guadagno rispetto al normale

  • 35959 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social