La maestosa Parigi

Un lungo weekend alla scoperta di questa stupenda città, ricca di fascino antico, maestosità e storia... oltre che di un pizzico di romanticismo

  • di moni_monique
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Io e il mio compagno, dopo aver passato in rassegna le diverse capitali europee da visitare durante un weekend lungo, abbiamo optato per Parigi.

Premessa

Siamo due ragazzi di 26 e 30 anni, con pretese di viaggio molto alla mano: se cercate alberghi di lusso e comfort di ogni tipo NON proseguite nella lettura di questo diario di bordo! J

E così, giovedì sera del 5 maggio 2016 siamo partiti da Linate per raggiungere l’aeroporto di Charles de Gaulle (CDG) a Parigi. Qui mi sento di dare il primo consiglio per chi parte da Milano e dintorni: scartate Ryanair, se possibile, in quanto atterra a Beauvais, che dista circa 80 km da Parigi. Easyjet è un’ottima alternativa sia a livello economico che di posizione! (noi abbiamo speso 74 € a testa in totale tra andata e ritorno).

Detto ciò, siamo arrivati intorno alle 23.00 a CDG e da qui, scartando il taxi perché troppo caro, abbiamo preso la RER, la linea ferroviaria che passa dal centro di Parigi e che permette di collegarsi alla metropolitana. Purtroppo non so dirvi fino a che ora funzionano i mezzi pubblici, ma noi a quell’ora non abbiamo avuto alcuna difficoltà.

La cosa fondamentale, soprattutto se si arriva a tarda ora la sera, è cercare un albergo che sia comodo da raggiungere dall’aeroporto. Noi abbiamo trovato l’hotel AIDA MARAIS, vicino alla fermata Jacques Bonsergent (linea arancione). Aeroporto – RER fino a Gare du Nord – metro arancione e due sole fermate: eccoci a destinazione!

La posizione di questo hotel è davvero strategica, comodissimo per raggiungere qualsiasi monumento si voglia visitare senza fare troppo cambi. E’ un albergo medio per lo standard di Parigi, città che purtroppo ha un rapporto qualità / prezzo troppo elevato… la maggior parte degli hotel che costano poco sono davvero scadenti! Su booking.com ho trovato questo hotel che, con 95 € a notte in due (poco per gli standard parigini), includeva anche un grande buffet a colazione! Considerando i costi che ci sono a Parigi, conviene prendere un hotel con colazione inclusa e abbuffarsi, in modo da poter mangiare anche solo una baguette a mezzogiorno.

Venerdì

La mattina abbiamo deciso di visitare subito la Cattedrale di Notre Dame e la Sainte Chapelle, entrambi situati sull’”Ile de la cité” (fermata metro: Cité). Notre Dame è davvero bella, con il suo stile gotico molto imponente. Nonostante questo stile sia molto spoglio e scuro, l’interno della cattedrale con le sue vetrate dava l’idea di essere comunque molto ariosa e leggera. L’ingresso è libero.

Per quanto riguarda la Sainte Chapelle, si tratta di una piccola chiesa ormai sconsacrata, che lascia la sorpresa migliore al primo piano: un tripudio di vetrate colorate! Il costo è di 10 € a persona (non so se li spenderei di nuovo però…). Ne approfitto per dirvi che sotto i 26 anni tutti i musei/luoghi pubblici sono gratis a Parigi!

Avendo trovato 3 bellissimi giorni di sole (che fortuna!) abbiamo deciso di passeggiare per tutto il centro di Parigi a piedi. Ci siamo quindi diretti dall’Ile de la cité fino al Louvre e dai qui, passando per i “jardin des Tuileries” e place de la Concorde, fino all’Arco di Trionfo alla fine degli Champs Elysées. Tutto davvero stupendo. In particolare, i giardini in fiore e le sue fontane. Con le gambe stanche ma ancora affamati di nuove scoperte, ci siamo avviati poi verso la Tour Eiffel (abbiamo fatto due fermate di metropolitana a questo punto…concedetecelo!).

La Tour Eiffel è DAVVERO il simbolo di Parigi: un ammasso di ferro che riesce comunque a trasmettere grande eleganza! Noi abbiamo deciso di NON salire in quanto c’era troppa ressa e, avendo solo 3 giorni a disposizione, preferivamo vedere meglio il resto (ma qui è questione di gusti, quindi non posso dirvi se merita o meno salirci)

Dopo un pranzetto veloce, ci siamo diretti alla tanto attesa visita al Museo d’Orsay. LETTERALMENTE STUPENDO! Si tratta una vecchia stazione adibita a museo, tutta particolare nel suo genere. E’ un museo piccolo e vivibile, ricco di deliziosi e colorati baretti interni. Vi sono esposti i quadri dei più famosi pittori impressionisti: Manet, Monet, Seurat, Signac, Degas, Van Gogh. Un’esplosione di colori, a parer mio davvero emozionante

  • 9306 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social