Merci Paris

Quattro intensi giorni tra Parigi e Disneyland Paris

  • di alessiamus
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Eccomi a scrivere il mio primo diario di viaggio qui su Turisti per Caso.

Mi sembra doverosa una presentazione: sono Alessia, vivo a Foggia (Puglia), ho 20 anni e sono un’appassionata dei viaggi, abituata a “vagabondare” sin da piccola. In tutti i viaggi sarà presente sempre il mio fidanzato, nonché compagno di viaggio, Mario.

Dopo tante indecisioni, la vacanza estiva inizia anche per noi. Come meta quest’anno abbiamo optato per la capitale francese: Parigi.

Come sempre, però, la vacanza per me inizia prima tra prenotazioni, organizzazioni, itinerari e tutto ciò di cui si ha bisogno per una vacanza fai da te. Il tempo a nostra disposizione non è stato molto, ma siamo rimasti soddisfatti di ciò che siamo riusciti a vedere in soli 4 giorni.

17/07/2014 - GIORNO 1: QUARTIERE LATINO, NOTRE DAME, RUE DE RIVOLI, CHAMPS-ELYSEES, ARCO DI TRIONFO, TROCADERO, TOUR EIFFEL

Il nostro viaggio inizia da Napoli, qui abbiamo il volo delle 9:20 della EasyJet verso Parigi-Charles de Gaulle. Il volo atterra in orario e dopo più di 2 ore siamo finalmente in territorio francese; tutto ciò che ci aspetta è una meravigliosa giornata di sole. Dopo aver ritirato i bagagli ci dirigiamo verso la RER A che ci porterà direttamente in città; noi abbiamo optato per la Paris Visite valida per 5 giorni e 5 zone. Dopo alcuni cambi di linee, giungiamo al nostro hotel, 9HOTEL MONTPARNASSE, a due reali passi dalle metro Pernety (linea 13); anche se arriviamo in anticipo rispetto all’orario di check-in, la gentilissima ragazza alla reception ci da subito la possibilità di entrare in camera. Lasciamo i bagagli e dopo poco siamo già in centro, fuori alla fermata metropolitana Odéon; è ormai ora di pranzo, ci dirigiamo nel Quartiere Latino per mangiare, ma dopo vari giri di perlustrazione scegliamo il solito McDonald’s per il nostro pranzo da asporto che gustiamo sul lungo Senna con tantissime altre persone, ammirando Parigi da un punto di vista differente. Attraversiamo il Petit Pont e troviamo davanti a noi “La Signora”: la Cattedrale di Notre Dame. E’ impossibile quanto può essere bella, solo a vederla da fuori si rimane senza parole. Così, poco dopo, decidiamo di metterci in coda per salire sulle Torri della Cattedrale (ingresso GRATUITO per tutti i ragazzi under 26 residenti nell’UE), il tempo di attesa è abbastanza lungo ma la vista ripaga tutto il tempo di coda. Riusciamo a vedere la Tour Eiffel, Montmartre, La Defense. Una volta scesi dalla Torre Sud (si sale da quella Nord), visitiamo la Cattedrale (ingresso GRATUITO) e, anche se la fila per entrare sembra interminabile, in 10 minuti siamo dentro. Il miglior esempio di stile gotico che io abbia mai visto, pur essendo cupa, ovvia caratteristica dello stile, i rosoni laterali donano una luce pazzesca. Assolutamente da non perdere!

Approfittiamo della bellissima giornata di sole e, una volta usciti dalla Cattedrale, percorriamo Rue de Rivoli fino alla fermata Louvre-Rivoli, dove decidiamo di tornare in hotel per rigenerarci. Dopo un po’ di riposo ed una bella doccia, siamo pronti per l’obbiettivo della giornata, nonché sogno del mio fidanzato: salire sulla cima della Tour Eiffel; scendiamo con la metro a Champs-Elysées Clemenceau, percorriamo gli Champs-Elysées fino all’Arco di Trinfo e da lì prendiamo un bus che ci porta fino a Trocadéro. Altro spettacolo della giornata, è ormai sera, e dalla terrazza del Trocadéro vediamo imponente davanti a noi la Tour Eiffel illuminata. Scattiamo qualche foto e poi ci dirigiamo alle casse per poter fare i biglietti e, mentre siamo in fila, comunicano che gli ascensori per l’ultimo piano hanno chiuso, così tra delusione e tristezza decidiamo di salire ugualmente al 2° piano (€7,50 a persona). Il panorama è da mozzare il fiato: Champs de Mars illuminati, i battelli sulla Senna, Notre Dame. Ci godiamo questo momento per un po’ e poi ricominciamo a scendere, ma dalle scale questa volta. E’ tardissimo, mezzanotte passata, assonnati torniamo in albergo, febbricitanti della giornata che ci aspettava

  • 8241 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social