Quattro giorni a Paris…

Come vedere una città così grande in poco tempo...

  • di andrea-ugo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 
Annunci Google

Visto che era da tanto che me lo chiedeva, ho deciso di fare a natale come regalo a mia moglie un bel viaggio a Parigi. Quando andarci? Visto che lei voleva andare a vedere Versailles, ho pensato di prenotare tramite agenzia per l’11-14 maggio.

E così siamo andati! Partenza con Air France (costa un po’ di più ma da Bologna parte la mattina presto e arriva la sera, così non si perdono ore). E arriviamo in una Parigi uggiosa. La nostra agente ci aveva procurato per il soggiorno anche il Paris Visit da 5 giorni e la Paris Museum Pass per 2 (oltre che la visita a Versailles con guida). L’hotel (Hotel Place du Tertre) è posizionato dove volevamo, a Montmarte. Posto meraviglioso di Parigi e ben servito dalla metropolitana.

L’hotel non è bellissimo. Ascensore strettissimo, camere lo stesso. Ma per quello che ci serviva ovvero dormire e in posizione comoda e in un bel quartiere (senza essere spennati), era perfetto.

1° giorno

Arrivati a Parigi con la pioggia, dopo aver appoggiato le borse in hotel, siamo usciti per una visita di Montmarte. E’ un quartiere meraviglioso. Un bel giro di persone, tanti artisti e molta pulizia. Visitiamo Place du tertre (per fortuna ha smesso di piovere e un bel sole ci accompagnerà per tutti i quattro giorni) e le Sacre Coeur. Una meraviglia! Anche se “purtroppo” non siamo riusciti ad andare sul campanile visto che mia moglie è incinta e già si suppone che si stancherà abbastanza a girare Parigi.

Breve pasto con un’ottima baguette presa in un panificio di rue des Abbesses e poi via per andare a visitare prima Saint-Sulpice (il codice da Vinci ha colpito…) e poi il primo grande museo, Il musée d’Orsay! Museo bellissimo soprattutto per chi come noi ama gli impressionisti. E non solo…

Cena in un piccolo ristorantino in Rue Calaincourt, il Cafè de la Butte, dove si è mangiato molto bene.

2° giorno

Partenza di buon mattino per il Louvre. Arriviamo lì davanti che è ancora chiuso. Ci mettiamo in fila e siamo però tra i primi! Non mi dilungo a elogiare il Louvre. Bellissimo, anche se purtroppo molto “incasinato”. Ci abbiamo passato un bel po’ di tempo ma abbiamo visto tutto!

All’uscita ci fiondiamo invece alla chiesa di Notre Dame. Un altro spettacolo, specie vedendola con il cielo azzurro e il sole! Evitiamo di andare a fare il tour sulle torri visto la stanchezza e la fila di ore e invece vediamo l’interno. Visto che si è in zona e ancora tempo lo abbiamo, sfruttiamo il nostro pass fino all’ultimo visitando anche la Saint Chappelle, la Conciergerie e il Pantheon, per poi terminare all’Arc du Triomphe dove io salgo per fare due foto alla città dall’alto! Dopo questa intensa giornata torniamo all’hotel veramente stanchi (anche se prima a piedi ci facciamo un pezzetto degli Champs Elysée fino a Place de la Concorde).

Serata con cena da Chez Eugéne in place du Tertre (consigliato, non si paga neanche tanto) e poi finalmente a nanna.

3° giorno

Finalmente il grande giorno! Si va a Versailles! Il giro è organizzato e con il bus ci portano al Castello. Qui veniamo a sapere che il giro prevede la visita guidata di Versailles, ma solo degli appartamenti! Poi rimane una mezz’oretta libera e si ritorna a Parigi. Rimaniamo sbigottiti, perché non si può visitare Versaiiles senza ammirare anche i giardini! E mezz’ora non basta di certo! Inoltre abbiamo preso via internet i biglietti per le fontane e giardini musicali… Quindi avvisiamo la guida che noi rimarremo tutto il giorno li, prendendo poi la Rer per tornare a Parigi. Ed effettivamente è la scelta più che giusta! Il Castello è bellissimo senza dubbio. Ma l’esterno è una meraviglia! Passeggiare in mezzo al verde e alla musica, soffermandoci a vedere i giochi d’acqua delle fontane non ha prezzo! Inoltre ho trovato imperdibile anche la parte dei due Trianon e soprattutto del piccolo “Villaggio” di Maria Antonietta con tutti gli animali Ritornati a casa, dopo una bella doccia, torniamo sulla Senna per fare il giro al tramonto con il Bateau Mouche!

4° giorno

Ultimo giorno, ci rimane da vedere la Tour Eiffel (che sinceramente è bella ma non vale la pena di perdere ore di fila per salirci su…) e l’Hotel des Invalides con la bellissima chiesa dove è tumulato Napoleone ed i musei che raccoglie all’interno.

Prima di ritornare a casa, c’è il tempo di visitare anche il cimitero di Père-Lachaise (famoso per essere il luogo delle tombe di Jim Morrison, Edith Piaf e Oscar Wilde) e di pranzare sempre li in zona al Café Le Saint-Amour.

Poi purtroppo viene il momento del ritorno. Un bel weekend lungo, dove abbiamo cercato di vedere il più possibile di una meravigliosa città, ma che per visitarla ci vorrebbe almeno un mese!

Annunci Google
  • 5020 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social