Parigi... una storia di scarpe, passerotti e dottori

Visitare la capitale francese con un budget ridotto... e godersela

  • di lusie
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 
Annunci Google

"Il mio sogno è visitare Parigi, ho bisogno di staccare la spina dopo la laurea specialistica, vorrei visitarla di nuovo e dare una chance ad una città che non mi piacque"... "Dopo 10 anni di assenza mi piace vedere i cambiamenti che l'hanno coinvolta". Due coppie (quattro amici), ognuno con una motivazione diversa, decidiamo finalmente di visitare la ville lumiere. Biglietti Easyjet acquistati a Natale (regalarsi un viaggio è sempre bello) a poco meno di 100 euro a persona per il grande ponte del 25 Aprile.

1 giorno

Partiamo da Napoli di buon mattino, parcheggiamo l'auto al Fco Parking di Fiumicino (33 euro tutto il periodo di sosta) e un addetto ci accompagna al terminal 2 dal quale partiamo. Il viaggio è tranquillissimo e a mezzogiorno eccoci ad Orly. Per raggiungere il centro preferiamo prendere l'Orlyval, un trenino che in 8 minuti ci conduce alla stazione Antony della Rer dalla quale poi raggiungere la città. 10,90euro per raggiungere il centro più 1,70 per il biglietto della metro cittadina. La nostra ricerca nell'infinita offerta di alloggio che offre la città di Parigi ci ha portati a preferire la soluzione residence, per potere eventualmente cucinare qualche pasto e quindi risparmiare sul budget. La scelta è caduta sull'apparthotel Citea, della Adagio, aderente alla catena Accor, nella vicina cittadina di Charenton le pont. 35 euro a persona per notte ci è sembrata una cifra ragionevole. I portieri ci accolgono con un problema: i nostri appartamenti non sono per due ma per quattro e non ci sarà un sovraprezzo... Felici di avere riscontrato questo problema prendiamo possesso dei nostri ampi bilocali (e a Parigi è una condizione abbastanza inconsueta) dotati di ogni confort. Scopriamo che il problema che i due sorridenti concierge avevano è probabilmente il puzzo accessorio che ogni appartamento proponeva: Mari e Ago erano allietati dal parfum de fum de cigarette, noi dal delicato eau de fogne! Ma siamo a Parigi suvvia, basta aprire una finestra e le essenze impreviste si affievoliscono! Scendiamo contenti di ammirare la città tanto bramata. Dopo calcoli degni di un consesso di ingegneri nucleari decidiamo di non acquistare il Paris Visit per usare la metro (ci sarebbe costato 31euro per 5 giorni) ma di prendere carnet di 10 biglietti (12euro), scelta che ad una valutazione consuntiva del viaggio è stata molto azzeccata. Ci rechiamo all'arc de trionphe: siamo in piena campagna presidenziale e c'è una manifestazione sotto il monumento che lo rende anche più interessante da visitare. Preferiamo non salirci e dedicare il pomeriggio agli Champs Elysee: passeggiamo amabilmente, mangiamo una prima crepe in un chioschetto, viriamo verso l'Eliseo dove fortunosamente incorriamo in un Sarkozy impegnato nel farsi rieleggere, facciamo un passaggio in rue saint honore, al buddha bar e ci ritroviamo in place de la concorde. Foto di rito e nonostante un vento che sembra sollevarci come i protagonisti di un musical per ragazzi, arriviamo all'Hotel des invalid e ai piedi della torre Eiffel. Anche in questo caso decidiamo di rimanere ai piedi del monumento per evitare una fila che sfiora le 4 ore. Ceniamo al cafè le Dome dove per 18,00euro scegliamo un menu con spezzatino, patatine, insalata e dolce pere e cioccolato. Le bibite sono a parte: 1 bottiglia piccola di acqua 6 euro. Il menu propone una simpatica sorpresa che non è elencata ma è inclusa nel prezzo: lo streptococco!

2 giorno

Ci svegliamo tutti con una strepitosa gastroenterite. L'ingrediente segreto del le Dome si è rivelato in tutta la sua energia e due bagni stentano ad essere sufficienti. Fortunatamente la nostra borsetta medica comprendeva Bactrim, Imodium ed affini e dunque abbiamo potuto iniziare una profilassi durata ben tre giorni

Annunci Google
  • 6049 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social