Parco Archeologico di Dion

Monumento o Rovina

Descrizione

Si tratta di un importante sito archeologico con resti del IV secolo a.C.


  Messenger
  •  
    Il parco archeologico è diviso da una strada che idealmente distingue anche le due zone per epoche differenti. La prima area che si incontra dall’ingresso principale è inserita in mezzo a vegetazione, boschi, paludi e torrenti, qui vi sorge la parte religiosa con i resti dei santuari dedicati agli antichi Dei greci. Il primo in cui ci si imbatte è il Santuario di Demeter (VI sec.), successivamente si incontra il Santuario di Zeus Hypsostos e a pochi metri di distanza, emerge dalla acque paludose il Santuario di Isis. Proseguendo lungo il percorso si arriva al Santuario di Olympian Zeus ed il Teatro Romano che rimpiazzò il Teatro Greco situato poco più a nord. Tornando verso il Santuario di Demeter, si attraversa la strada e si entra nella seconda zona del sito archeologico che racchiude i resti della città romana (IV-V sec.) Si può percorrere la lunga via principale di epoca romana pavimentata con grosse pietre, dove ai suoi lati si sviluppa la città, si possono ammirare tra i più, i resti dei bagni pubblici e la basilica Cristiana. Percorrendo per intero la via romana si arriva ai resti della Villa di Dionisio che conserva una magnifica pavimentazione a mosaico. L’Università di Salonicco, continua a studiare e a provvedere agli scavi all’interno del parco, è facile imbattersi in punti dove si trovano studenti alle prese con pale o altro. di , 15 Set. 2015
  •  
Indirizzo
Parco Archeologico di Dion - Dion 601 00, Grecia
Durata consigliata della visita
Un paio d'ore
Costo per persona
4 Euro
Dimensione
Grande

« Torna all'elenco    Aggiungi la tua segnalazione »