Viaggiare a Panama, itinerari da scoprire e consigli

Breve itinerario tra i posti meno conosciuti del Chiriqui sviluppato ripercorrendo l’Interamericana dal confine con la regione di Veraguas al confine col Costa Rica...

 

Secondo appuntamento con gli approfondimenti a cura delle nostre infaticabili Guide per Caso. Dopo il reportage di Ric su Zambia e Malawi, leggi quello di Elisa & Massimo (alias La Spiaza) su Panama!

Questo è un breve itinerario con i posti meno conosciuti del Chiriqui sviluppato ripercorrendo l’Interamericana dal confine con la regione di Veraguas al confine col Costa Rica. Alcuni dei posti elencati non sono facilmente raggiungibili dai mezzi pubblici, in quanto per niente turistici. Starà a voi vedere che fare...Mountain bike, cavallo o macchina in affitto... O a piedi! Un’altra curiosità: Panama è praticamente sconosciuta ai più per quel che riguarda la sua storia precolombiana...In realtà l’istmo è sempre stato popolato e i vari siti archeologici, perlopiù tombe e geroglifici, sono spesso gestiti dai proprietari della terra che tengono pulito il terreno e lo recintano per evitare che le mucche lo rovinino. Talvolta, invece, si può vedere il bestiame che passeggia liberamente su vasellame semi interrato...Con catastrofiche conseguenze...Non c’è nessuno che voglia farci su una tesi di laurea??? Così magari, finalmente, qualcuno potrà aiutare i locali a scoprire le proprie origini e, magari, a rispettare di più i discendenti di questo pezzo di storia a noi ignoto: i molti indigeni Ngobe Bugle che popolano la zona.

Si comincia da Tolè: un paesone arroccato sulle prime avvisaglie della “Cordillera Central”. La stragrande maggioranza della popolazione si occupa di agricoltura e allevamento. E’ possibile scendere in spiaggia (tra la foresta di mangrovie) per affittare una “lancha” piccola imbarcazione a motore che vi permetterà di scoprire isolotti perfetti per il surf e per lo snorkeling. Tra i tanti il più gettonato (e caro per pernottare) è Morro Negrito, famoso tra i surfer professionisti. Le altre isole non hanno strutture turistiche e spesso sono private. Basti pensare che le due isole Silva (“de adentro” e “de afuera”) sono proprietà privata e vengono usate come pascolo. Non dimenticate che la legge panamense garantisce a tutti, locali e stranieri, il diritto di passeggiare sulla battigia che, per costituzione, è patrimonio pubblico. Quindi, se passeggiare all’interno di un’isola privata è reato, passeggiare o fare il bagno nelle sue spiagge non lo è.

A pochi kilometri da Tolè si trova El Nancito, una piccola comunità rurale che ospita una grande ricchezza...Las piedras pintadas...Ovvero antichi geroglifici indios ben conservati. Da Tolè è possibile prendere un “collectivo” per Nancito, dove i locali saranno più che disponibili ad indicarvi la via che porta alle pietre da raggiungere, ovviamente, a piedi.

Proseguendo verso ovest si incontra il porto di pesca artigianale di Remedios. Il paese di per sé non ha niente di speciale, è il porto che conferisce a tutta la zona un’aria piratesca particolare...Un po’ una via di mezzo tra Popeye e i Pirati dei Carabi. Il piccolo porto, infatti, altro non è che un’insenatura nelle mangrovie, navigabile solo con marea alta. E’ questo, infatti, il momento migliore per visitarlo: oltre a poter acquistare pesce fresco a buon prezzo (trattate sempre un po’...Con gli stranieri ci provano sempre...Se trattate aumenterete il loro rispetto nei vs confronti), potrete anche vedere la fabbrica del ghiaccio in azione...Ed è incredibile! Un grosso tubo spara una cascata di cubetti di ghiaccio dentro la stiva della barchette (quando fanno centro) direttamente dalla sommità di una collina. Il tutto sotto gli occhi rapaci dei “gallotes” (avvoltoi) che non perdono l’occasione di andare a recuperare qualche pesce che cade dalle reti. Unica raccomandazione...Attenzione a non comprare cose strane...La cittadina, infatti, è sotto l’occhio vigile non solo dei gallotes ma anche degli agenti della DEA che, assieme alla polizia panamense, cercano di estirpare commerci poco leciti con la Colombia. Sempre per questo motivo è buona norma andarci di giorno anche se, fino ad oggi, nessun turista ha avuto problemi in questa zona

Parole chiave
,
  • 2703 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social