Un'estate baltica

Dove si possono toccare le nuvole

  • di rossanacasartel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

ESTATE BALTICA – AGOSTO 2016

Un anno fa, grazie all' Associazione Gemellaggi e Relazioni Internazionali di Uggiate-Trevano, ho avuto modo di visitare brevemente la Lettonia. Sono rimasta affascinata da questa terra, dalla sua luce che in estate non si spegne mai e dalla sua popolazione aperta e affamata di vita e conoscenza. Per questo motivo ho deciso di tornare portando la mia famiglia a conoscere questo Paese e non solo. Voli Ryanair prenotati con qualche mese di anticipo a circa € 160 a/r cad. con solo bagaglio a mano. DOMENICA 7 AGOSTO

Atterriamo a Riga alle 11.35 e decidiamo di raggiungere il centro con i bus di linea (n. 22 o n. 222) al costo di € 1,40 cad.. La fermata è proprio fuori dagli arrivi.

Subito affascinati da Riga, restiamo colpiti dall'assenza di barriere architettoniche, dai semafori segnatempo, dai giardini curati e dalla presenza di wi-fi liberi pressoché ovunque. Siamo affamati e casualmente ci imbattiamo in un self-service della catena Lido dove si può mangiare dell'ottima cucina lettone. In 4 spendiamo poco meno di € 28.

Raggiungiamo l'albergo DREAMFILL appena fuori dal centro storico prenotato tramite Booking al costo di € 72 a notte per una camera quadrupla ampia e pulitissima.

Torniamo in centro e passeggiamo guardando in alto per ammirare le decorazioni e i colori degli edifici. Tra i più famosi ci sono i “tre fratelli”, questi edifici sono tra i più antichi di Riga e risalgono alla fine del 15° secolo. Ognuno è caratterizzato da un colore diverso. Ogni tanto pioviggina. Ci concediamo una sosta in un localino del centro e poi raggiungiamo il lungofiume Daugava. Decidiamo di fare un giro in barca (€ 7cad.). Un'ora abbondante di navigazione che ci consente di ammirare dal fiume gli edifici del mercato locale dove in tempo di guerra venivano costruiti i dirigibili e il porto. Sulla sponda opposta invece svettano moderni edifici tra cui l'imponente biblioteca nazionale.

Rientrati dal giro in barca torniamo al LIDO per la cena e poi rientriamo ormai stanchi per la lunga giornata.

LUNEDì 8 AGOSTO

Lasciamo l'albergo e ci fermiamo a far colazione in un locale nelle vicinanze che fa bagels di tutti i tipi e poi raggiungiamo il centro. Lungo la strada passiamo davanti ad una chiesa ortodossa ed entriamo a visitarla. Bella, imponente e ricca di icone e arredi dorati. Colpisce la sentita venerazione delle donne presenti rigorosamente con il capo coperto da un foulard. Continuiamo il nostro cammino fino a raggiungere il monumento che celebra l'indipendenza ottenuta dalla Lettonia nel 1991. L'imponente basamento racconta la storia di questa Nazione. Raggiungiamo i famosi hangar visti ieri dal fiume, locali ora adibiti a mercato locale dove si trovano stand con specialità culinarie del posto. Il caso vuole che all'uscita del sottopassaggio incontriamo Laura, una nostra amica di Rundale, con cui avremmo dovuto trovarci mercoledì. Shockate per l'incontro inaspettato, scattiamo un selfie, baci, abbracci e rinnoviamo appuntamento a mercoledì. Del mercato ci colpiscono piccoli banchetti posti qua e là con anziane venditrici di calze e di lavoretti a maglia. Un bellissimo colpo di colore lo regalano invece le bancarelle piene di frutti di bosco dove ci fermiamo per acquistare una vaschetta di gustosi lamponi. Facciamo scorta delle famose sardine di Riga, per noi e come gustoso souvenir per gli amici. Terminata la visita del mercato torniamo in centro e per sfuggire ad un acquazzone ci ripariamo in un localino dove gustiamo cucina lettone e aspettiamo che spiova. Cerchiamo poi il palazzo con il gatto sul tetto simbolo di Riga e mentre percorriamo le pittoresche viuzze del centro troviamo pure un locale chiamato Felicità che risulta appartenere ad Albano. Paghiamo € 3 cad. per entrare nel Duomo e ammirarne l'imponente organo antico e il chiostro. Poi decidiamo di raggiungere la biblioteca sull'altro lato del fiume percorrendo un ponte da cui scattiamo delle belle foto del centro storico di Riga. La biblioteca è bellissima, enorme, moderna e luminosa. Ispirata alla Collina di Vetro, famosa leggenda lettone, rappresenta la libertà culturale

  • 3513 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social