A Padova per il brindisi di Capodanno

Tre giorni a disposizione per visitare la città; un tour tra le numerose piazze, la Cappella degli Scrovegni e la Basilica di Sant’Antonio

  • di silvia.B
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Anche quest'anno, complici i giorni liberi dal lavoro, decidiamo di visitare una città in occasione della festa dell'ultimo dell'anno. La scelta ricade su Padova! Da casa acquistiamo la Padova card per 48 ore che dà diritto all’ingresso gratuito a molti siti e all’utilizzo dei mezzi pubblici gratis. In contemporanea con la Padova card, acquistiamo anche la visita alla Cappella degli Scrovegni che è possibile prenotare solamente on line scegliendo il giorno e l’orario. I biglietti del treno sono fatti, l’hotel è prenotato, non ci rimane che aspettare e partire.

SABATO 30 DICEMBRE

Partiamo da Firenze alle 09:30 e arriviamo a Padova alle 11:00 circa. Appena arrivati, ci fermiamo subito al punto informazioni della stazione dove ritiriamo le nostre Padova card. Dopo un pranzo veloce, con i mezzi, ci rechiamo alla Cappella degli Scrovegni a ritirare i nostri biglietti prenotati, in modo da averli già con noi per la visita delle 18:20. Andiamo diretti all’hotel S. Antonio prenotato mesi prima tramite booking. Hotel molto carino, pulito e in zona centrale. Una volta sistemati i bagagli in camera siamo pronti per la città.

Ci rechiamo in Piazza dei signori, una delle tante piazze che caratterizzano il centro storico della città di Padova, dove troviamo un mercatino e facciamo una passeggiata fino ad arrivare al Duomo e al vicino Battistero che entriamo a visitare (l’entrata è gratuita con la Padova card). Attraversiamo il Ghetto Ebraico, una serie di viuzze strette e acciottolate circondate da molti locali. Andiamo avanti e ci fermiamo invece al caffè Pedrocchi per assaggiare il rinomato caffè alla menta. Le sale di questo luogo sono lussuose e l’atmosfera è subito calda. Rimaniamo un po’, giusto il tempo di gustarci il caffè e riposarsi. Arriviamo fino a Piazza Garibaldi dove vi è un grandissimo outlet dolciario che entriamo a vedere. Più avanti, troviamo altre due piazze importanti: Piazza della frutta e Piazza delle erbe. Anche qui sono allestiti dei mercatini. Si tratta di due belle piazze collegate tra loro dal Palazzo della Ragione che visitiamo gratuitamente grazie alla Padova card. Questo palazzo era l’antica sede dei tribunali cittadini di Padova. Il piano superiore detto salone, è affrescato da un ciclo di affreschi astrologici. Nella sala inoltre è conservato un gigantesco cavallo di legno. Ci incamminiamo verso la Cappella degli Scrovegni, ma dato che ancora è un po’ presto per la nostra visita, ci fermiamo a visitare la vicina Chiesa degli Eremitani. Il tempo passa, così ci avviamo alla cappella degli Scrovegni. Dapprima ci fanno accomodare in una stanza dove vediamo un filmato, dopo veniamo accompagnati all’interno della cappella. Molto bella con gli affreschi di Giotto, fa venire la pelle d’oca, si tratta veramente di un capolavoro della pittura. E’ una visita che non si può non fare se ci si reca a Padova! Usciamo che è ora di cena, così ci incamminiamo in cerca di un ristorante.

DOMENICA 31 DICEMBRE

Dopo una ricca e gustosa colazione in hotel prendiamo l’autobus e ci rechiamo alla Basilica di Sant’Antonio. Riusciamo ad arrivare in tempo per la messa, in seguito decidiamo di fare il percorso del pellegrino all’interno della Basilica, molto suggestivo. Alla fine del percorso andiamo a ritirare al negozio adiacente alla Basilica, il ricordo del nostro pellegrinaggio. La visita ci porta via un bel po’ di tempo, ma ne vale la pena anche solo per l’atmosfera che si respira. Ci fermiamo a scattare qualche fotografia anche all’esterno della Basilica e ci rendiamo conto che l’ora di pranzo è già passata da un po’. Cerchiamo un locale dove potersi fermare, ormai affamati

  • 372 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social