Capitali da scoprire: Oslo, città tigre!

I consigli di viaggio della nostra guida per caso, fuori dai luoghi comuni

 

A cura della Guida per Caso della Norvegia Adriana

Oslo è la capitale della Norvegia, fondata nell'anno 1000 circa, città molto interessante in continua evoluzione. La Norvegia è molto bella con i suoi moltissimi fiordi, le isole, le piccolissime città, ma è anche molto cara per noi e Oslo non si sottrae a questa caratteristica. Ci sono però le possibilità per soggiornare, viaggiare e anche mangiare a prezzi abbordabili.

La città si estende al fondo di un fiordo e con le foreste vicinissime, in inverno i suoi cittadini possono recarsi a sciare prendendo la metropolitana, ci sono anche piste di fondo e alcune discese con lo slittino.

Oslo venne distrutta da un incendio nel 1624 e ricostruita dal Re Cristiano IV. A Oslo visse e morì il più grande capostipide della drammaturgia moderna Henrik Ibsen, a lui la città ha dedicato un importante museo. Un altro importante museo è il Munch Museet (orari sempre 10-16) dedicato al pittore norvegese, con il quadro "L'Urlo", e la Galleria Nazionale National Museet dove anche qui c'è una delle quattro tele "L'Urlo".

Davanti alla Stazione Sentralstasjon c’è il simbolo della città: una statua in bronzo raffigurante una Tigre. Venne installata nel 2000, scelta per il soprannome della città Tigerstaden ("città tigre"), noto ai norvegesi. Tratto forse da una poesia del poeta norvegese Bjørnson, che descrive una lotta tra un cavallo e una tigre (simbolo della pericolosità della città fine '800, ma oggi ne rappresenta invece la forza e il dinamismo), il cavallo, invece, rappresenta la tranquillità della campagna.

informazioni utili

Come si arriva?

  • In nave: il Porto è nella zona di Aker Brygge
  • In aereo: l’aeroporto principale è il Gardermoen (50km) unito alla città da treno, bus e taxi. Poi ci sono i due aeroporti serviti dalle compagnie low cost, il Moss Rygge (circa 70km) e il Torp Sandefjord (circa 110km), sono serviti sempre da bus e treno (la stazione è raggiungibile con un bus shuttle).

Lingua parlata: norvegese, ma l'inglese è quasi una lingua madre.

Cambio: €1 = Kr 9,67 (il cambio è variabile). A Oslo potete cambiare presso l'Ufficio Turistico e negli Uffici Cambi (uno è nella stazione centrale), ma il cambio è sfavorevole per le commissioni alte.

Trasporti: biglietto singolo pagato prima di salire 30 NOK (3,40 euro), sul mezzo pubblico 50 NOK (5,69 euro!). Per la metropolitana il biglietto si acquista prima di salire. Meglio acquistare l'Oslo Pass, costo kr 320/24 ore - kr470/48 ore – kr590/72 ore.

La città è imperdibile per:

L'atmosfera tipicamente nordica e per il suo fiordo. Per il grande parco Vigeland con entrata 24/24 h, con le sue strane statue in ferro battuto di Gustav Vigeland tra cui il bambino furioso Sinnataggen simbolo del parco. Per il suo passato vichingo e il suo Museo delle navi vichinghe nell’isola Bygdøy raggiungibile con il traghetto. E per chi è goloso di pesce anche in Hotel a colazione è possibile mangiare il salmone!

Nei mesi Giugno/Luglio, quando c'è il sole di mezzanotte oltre il Circolo Polare Artico, le ore di luce aumentano. Oslo è anche un buon punto di inizio per vedere la Norvegia, con il treno in sette ore si raggiunge Bergen e il viaggio ha come scenografia stupendi paesaggi: fiordi, prati verdissimi e anche neve perché si raggiungono i 1000 metri di altitudine. Non troppo lontano c'è anche il Villaggio di Babbo Natale a Drøbak, raggiungibile con il Ferrry 602 o con i bus 541 e 542, fermata vicino alla Oslo S (Fred Olsen Gate 11), ci sono molte corse nella giornata

  • 4868 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social