Viaggio in Oman

Oman: tra deserto, tartarughe verdi e bellissimi souk.

  • di alecocca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Partecipanti: 2 persone (coppia).

Periodo: 26 Marzo - 2 Aprile 2013.

Costo complessivo per due persone: 2.900 Euro.

Volo: Qatar Airways Malpensa-Doha-Muscat A/R (prenotato con www.qatarairways.com)

Noleggio auto:

Muscat airport (https://cars.atlaschoice.com/Atlaschoice) 6 gg, piccolo suv 4x4 al prezzo complessivo di circa 500 euro (auto ritirata presso Europcar).

Pernottamenti:

Muscat: 2 notti (giorno arrivo e giorno rima della partenza) presso Muscat Dunes Hotel

(prenotato con www.booking.com)

Bahla: 1 notte a Jibreen Hotel (www.booking.com)

Wahiba Sand Desert: 1 notte 1000 Nights Camp (www.1000nightscamp.com)

Ras Al Jinz Turtle Reserve: 1 notte a Ras Al Jinz Turtle Reserve Hotel (www.agoda.it)

Suwadi Al Batha: 1 notte a Al Sawadi Beach Resort (www.booking.com)

Vaccinazioni:

Nessuna (non richieste e assolutamente non necessarie).

Clima:

Ovunque 18-20 °C di sera e 30-32 °C durante il giorno, clima molto secco.

Ci siamo organizzati vestendoci con calzoni leggeri da trekking (di quelli che si asciugano in fretta) estivi e polo/camicie a maniche corte; consigliamo di portare comunque un maglione perché negli alberghi e nei ristoranti l’aria condizionata può dar fastidio. Anche in macchina non abbiamo mai avuto bisogno di accendere l’aria condizionata, abbiamo semplicemente tenuto i finestrini abbassati di due dita. Queste raccomandazioni valgono naturalmente nel periodo primaverile/autunnale, perché d’estate ci è stato detto che le temperature arrivano anche a 50 °C all’ombra.

Varie:

Corrente: 230 volt 50 Hz come da noi, le prese però sono tripolari, le stesse come in Gran Bretagna.

Moneta: in Oman c’è l’Omani Rial (OMR) (ad aprile 2013 un OMR equivale a circa 2 Euro).

Sicurezza: il paese è islamico ma moderato e molto ospitale; ci siamo sempre sentiti sicuri e si può girare senza problemi in auto perché tutta la segnaletica è bilingue (arabo/inglese); la rete stradale e autostradale è ottima, migliore che in Italia (la maggior parte delle strade sono di recente costruzione); non si paga il pedaggio in nessuna strada.

Diario di viaggio.

Martedì 26 Marzo.

Partenza di sera con volo da Malpensa alle 21.25 (costo del volo circa 560 Euro a testa). La Qatar Airways offre un servizio a bordo davvero buono, l’unica pecca è che utilizza aerei piccoli con file da 3+3; un solo corridoio e due soli bagni per un volo di 6 ore e mezza non è il massimo. Atterriamo a Doha, cambio abbastanza rapido in meno di due ore e arrivo a Muscat (capitale dell’Oman) verso le 10 di mattina.

Mercoledì 27 Marzo.

Compriamo il VISA all’arrivo al costo di circa 6 OMR a testa (cambiamo 50 euro subito all’aeroporto per comprare il VISA anche se il cambio è da ladri), passiamo il controllo passaporti e ritiriamo i bagagli senza problemi. Al ritiro della macchina dalla Europcar, ci dicono che non hanno più 4x4, dopo una attesa di quasi un’ora decidono di subaffittarne una da un’altra agenzia di noleggio per darla a noi. Ci va bene, perché allo stesso prezzo abbiamo una Toyota Prado enorme (da 7 posti). Purtroppo alla Europcar hanno finito anche i navigatori satellitari così lo affittiamo separatamente ad un’altra agenzia di noleggio lì a fianco (per 5 OMR/giorno)

  • 40253 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social