Amsterdam e non solo

In Olanda tra coffee shop, tulipani, campi di lavanda, ceramiche e formaggi

  • di Charlotte87
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

27 aprile: Amsterdam

Oggi è la Giornata del Re. Tutta la città si è tinta di arancione! Affittiamo la bicicletta nell'albergo (16 euro per 24h, uno sproposito, ma Amsterdam sapevamo sarebbe stata così) e ci dirigiamo verso Vondelpark, il parco della città. Parcheggiamo le biciclette all'ingresso perché, la folla di gente a stento ci consentiva di passare a piedi. Tutto è arancione! In questa giornata la popolazione può liberamente allestire delle bancarelle dove vendere ciò che vuole senza pagare tasse. E, infatti, il Vondelpark era un mercatino a cielo aperto: genitori con i figli che proponevano ai passanti merce di ogni genere, giochi come tirare la torta in faccia per pochi euro... davvero carina come cosa. Attraversiamo il vondelpark e arriviamo nell'area dei musei, che si trova nella parte est del parco. Facciamo la foto di rito con la scritta I AMSTERDAM. Poco distante si trova L'hard Rock, e anche qui tappa obbligata per due regalini e una bella birra con onion rings. Prendiamo le bici e ci dirigiamo verso il centro, impossibile attraversarlo data la moltitudine di gente, e continuiamo a piedi. Lungo i canali navigano barche che sembrano discoteche a cielo aperto... gente che balla e canta... belloooooo! Finalmente riprendiamo le bici e sotto una pioggia incessante, non con poche difficoltà, riusciamo a tornare in albergo.

28 aprile: Amsterdam - Rotterdam

Lasciamo l'albergo e andiamo alla stazione centrale per prendere il treno per Rotterdam... i mezzi di trasporto in Olanda sono fenomenali, con prezzi che sono più o meno come i nostri se non di meno, a km. Ricordatevi di obliterare il biglietto prima di salire in treno e quando scendete, altrimenti poi è un vero casino per entrare o uscire dalla stazione... per altro se il controllore scannerizzando il biglietto si accorge che non lo avete obliterato, vi beccate una bella multa. Arriviamo a Rotterdam in 30 minuti circa e ci dirigiamo all'albergo Bildeberg park hotel. Questo albergo è più centrale, ci è costato 167 euro per tre notti esclusa tassa di soggiorno che è stata di 11 euro per due giorni. In questo albergo ci hanno chiesto 50 euro a notte per camera di cauzione. Occhio alle consumazioni del bar, che sono salate... un caffè 3 euro. Sistemiamo i bagagli e andiamo a farci un bel giretto per la città, tra case cubiche (straordinarie), porto industriale, erasmusbrug (una versione in miniatura del ponte di brooklyn!) è vista sullo skyline. Ritorniamo verso l'albergo, fermandoci in un pub della witte de wittstraat, una via piena di locali e ristoranti. Birretta con aperitivo olandese a base di formaggio e salumi, e torniamo in albergo.

29 aprile: Rotterdam - kinderdijk

Oggi visita al parco dei mulini a vento. Facciamo il biglietto giornaliero della metropolitana che ci costa 7 euro e andiamo alla stazione di Zuidplein, da dove partono i bus 90 e 93 per il paese di Kinderdijk. Il viaggio dura 50 minuti. Ah, vi ricordò che nei bus e nei treni in Olanda c' è il Wi-Fi per cui, il tempo passa più velocemente... arriviamo a Kinderdijk. Wow.. I mulini sono uno spettacolo. Paghiamo il biglietto di ingresso che ci costa 13 euro per giro in battello con due soste ai due mulini principali con ingresso incluso. Sembra di stare dentro ad un quadro. Scatto quante più foto possibili. E' bellissimo. Anche entrare dentro il mulino e vedere come si viveva prima che venissero chiusi, ne vale la pena. Il sito può essere visitato anche in bici che possono essere noleggiate in loco

  • 14479 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social