Amsterdam e dintorni in treno

In giro per alcuni paesi dell'Olanda

  • di Roberta77Roma
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

11 Agosto - Amsterdam

Io e la mia amica dopo un tranquillo volo con easyjet arriviamo a Schiphol nel primo pomeriggio. Il percorso dall'aeroporto alla città è veramente breve: in poco più di 15 minuti siamo arrivate alla stazione dei treni di Amsterdam. Da qui la vista è già notevole: bei palazzi, canali, biciclette ovunque e la vitalità che caratterizza la città. A piedi ci incamminiamo per il dedalo della strade che portano direttamente a piazza Dam e alle cui spalle si trova il nostro albergo:il Corner House Hotel (Nieuwezijds Voorburgwal). Come dice il nome, si trova appunto all'angolo tra due strade e nonostante sia classificato una stella non si è rivelato affatto male. Al piano terra c'è un pub molto carino, le stanze sono grandi e con delle enormi finestre, il personale è molto disponibile. Essendo centrale non abbiamo mai preso i mezzi per muoverci. Decidiamo di fare una passeggiata e ci rechiamo subito a piazza Dam e da lì raggiungiamo piazza Spui con i suoi caffè e la libreria. Al centro una piccola statua che rappresenta un ragazzino dall'aria beffarda. Da Spui arriviamo alla Munrotten, una torre campanaria, che si trova tra il fiume Amstel e il Canale Singel. Sul canale il Bloemenmarkt, il mercato dei fiori. Essendo agosto, non troviamo tulipani ma si possono acquistare i bulbi, di cui ovviamente facciamo incetta. La sera ceniamo dall' indonesiano Kantjil & de Tijger ( Spuistraat 291-293), tempura di verdura favolosa. Ci è piaciuto talmente tanto che torneremo a mangiarci un'altra volta.

12 Agosto - Edam, Volendam, Marken, Monnickendam

Oggi visita ai paesini del Waterland, regione a nord est di Amsterdam. Con il Waterland Ticket (10 €, si compra a bordo) è possibile per tutta la giornata salire e scendere dagli autobus che la attraversano. I bus vanno presi alla stazione centrale di Amsterdam (bisogna andare alle spalle dell'ingresso principale) e sono veramente molto frequenti (orari e linee su http://9292.nl/en). Bisogna timbrare sia quando si sale e si scende e questo vale anche per i biglietti dei treni. Dopo un bellissimo viaggio di 35 minuti, in cui vediamo mulini, pascoli, splendidi canali e deliziose casette, arriviamo ad Edam. Il paese è una piccola bomboniera: gli abitanti sembrano fare a gara ad adornare il più possibile le loro case che si affacciano sui canali.I giardini sono splendidi. Ovunque pace e tranquillità. Solo la piazzetta principale risulta affollata: si sta tenendo il tradizionale mercato del formaggio. I locali sono vestiti in abiti tradizionali e sembrano veramente figure di un altro tempo. Non possiamo evitare di provare e comprare il formaggio locale. Visitiamo anche la chiesa, come molte altre in olanda lo spazio all'interno viene usato per vari scopi, in questo caso un mercatino dell'usato. Molte chiese hanno anche il bagno, quindi in caso di necessità tornano sempre utili. Molto interessante è poi il museo, che in realtà sono due al prezzo di uno. Si può visitare la casa più antica del paese, perfettamente arredata e in cui spicca la cantina galleggiante (per alleviare la pressione della marea sulle fondamenta). L'altro museo più tradizionale ha una curiosità: il dipinto a grandezza naturale di Trijntje Keever, alta 2 metri e mezzo. Ritorniamo alla stazione per riprendere il bus e scendere dopo una decina di minuti a Volendam. Il paese ci pare più turistico del precedente, con una serie di caffè e ristoranti che si affacciano sul mare. Pranziamo a base di aringhe( molto buone, un pò pesanti da digerire) e subito compriamo il biglietto per il traghetto per Marken, un isola( collegata communque da una striscia di terra, per cui è raggiungibile anche via bus) distante circa mezz'ora. Appena arrivate, troviamo un chioschetto che prepare poffertjes, mini-pancakes decorati con frutta o panna, e non possiamo non provarli. Andiamo alla scoperta dell' isola: Marken è ancora più idilliaca di Edam,casette, pecore, alberi, verde ovunque . C'è anche un grande negozio che vende zoccoli di ogni forma e misura, dove un ragazzo illustra il procedimento per prepararli. Li vicino c'è la fermata per il bus per Amsterdam ma non ancora stanche, decidiamo di visitare anche Monnickendam, un altro paese nei dintorni. Essendo ormai le sette di sera, tutti i negozi sono chiusi e la città ci pare deserta. Ad ogni modo molto belle la torre e il piccolo porto

  • 33287 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social