Il Giro d'Italia parte... dall'Olanda!

Otto, nove e dieci Maggio 2010, giorni speciali per l'Italia e l'Olanda. Per la seconda volta, il Giro d'Italia parte dai Paesi Bassi. La prima volta da Amsterdam, città sempre presente in tutte e tre le giornate. Infatti nel corso ...

 

(Per maggiori informazioni consultate: www.giroditalia2010.nl, www.holland.com/it/, www.iamsterdam.nl)

foto: Olanda, Giro d'Italia 2010 - GuidOlanda con Bici Rosa

Otto, nove e dieci Maggio 2010, giorni speciali per l'Italia e l'Olanda. Per la seconda volta, il Giro d'Italia parte dai Paesi Bassi. La prima volta da Amsterdam, città sempre presente in tutte e tre le giornate. Infatti nel corso del primo giro, quasi duecento ciclisti, partiranno dalla famosa Piazza dei Musei (Museumplein) con una prova a tempo individuale per dirigersi allo Stadio Olimipico. La seconda tappa prevede per destinazione la città di Utrecht, la terza riparte dallo Zuidas, nella parte sud, cuore finanziario di Amsterdam e termina al confine del Belgio con Middelburg. Dall'11 Maggio, la corsa proseguirà in Italia. Potrà sembrare strano a molti italiani che un giro d'Italia abbia origine da un Paese straniero, eppure è proprio così, anzi non è l'unica volta che è accaduto questo, in passato ha interessato anche altre nazioni europee. Nel 2002, protagonista del giro fu la città di Groningen, ma quest'anno che la 101° edizione del giro d’Italia parte dal cuore dell'Olanda, la questione assume un'importanza di gran lunga più rilevante.

La prima tappa del Giro

foto: Museumplein

Amsterdam - Giro d'Italia 2010

Il Museumplein è una grande piazza immersa nel verde che accoglie il Rijksmuseum e il Van Gogh Museum. Il primo è il Museo Nazionale più grande d'Olanda famoso per l'esposizione di opere come 'la ronda di notte' di Rembrandt, famoso pittore olandese, nato a Leida, ma vissuto nella capitale e altri importanti maestri come Frans Hals e Vermeer. In occasione del giro verranno mostrati dei famosi quadri dall'italia. Il secondo ospita la più grande collezione al mondo di opere di Van Gogh con oltre 500 disegni, 200 dipinti e 700 lettere. Nei primi giorni di Marzo i musei erano in parte in ristrutturazione, probabilmente per accogliere, in ambienti lustrati al massimo splendore, gli ospiti del giro, ma anche per favorire l'occupazione che in questo momento è delicata anche per l'Olanda. Da buoni programmatici, gli olandesi hanno preferito anticipare la realizzazione di alcune opere, che erano previste per il futuro. Non appena si arriva alla piazza dei musei è possibile intravedere delle grandi lettere di colore bianco e rosso: "I AMSTERDAM", slogan della città. Mesi prima, qualcuno si è divertito a rubare due lettere per metterle in vendita su Ebay, ma poi sono state subito ritrovate, il malfattore è stato sistemato a dovere. La prima prova a cronometro individuale condurrà i partecipanti della competizione lungo il fiume Amstel e attraverso la zona dei canali del centro. Percorso davvero interessante e stimolante con panorami caratteristici, ma abbastanza rischioso per una corsa sportiva: binari dei tram (mai seguirle in parallelo.. Ci si potrebbe cadere dentro), ponti e strade strette, curve improvvise sono infatti abbastanza rischiose

  • 2739 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social