Giro d'Italia 2010 in Olanda. Seconda tappa: Utrecht

Domenica 9 maggio la seconda tappa partirà ancora una volta da Museumplein di Amsterdam, per una distanza che questa volta è di ben 213 chilometri, fuori città, su strade extraurbane. Destinazione: centro di Utrecht.

 

(Per maggiori informazioni consultate: www.giroditalia2010.nl, e www.holland.com/it)

Domenica 9 maggio la seconda tappa partirà ancora una volta da Museumplein di Amsterdam, per una distanza che questa volta è di ben 213 chilometri, fuori città, su strade extraurbane. Destinazione: centro di Utrecht.

Il percorso tra Amsterdam e Utrecht: natura, storia e cultura

Dopo aver lasciato Amsterdam, i ciclisti si troveranno ad attraversare la Groene Hart, uno straordinario pezzo di natura vicino alla città, una zona rurale rispetto a quella che la circonda: la Randstad, anello invece di urbanizzazione. Il Cuore Verde è riconosciuto patrimonio culturale e storico nazionale e internazionale per le sue caratteristiche rare di qualità del paesaggio, una vera e propria combinazione unica di natura e storia culturale: polder e prati sotto un cielo bellissimo, stagni di acqua e antiche fortificazioni. Agricoltura e divertimento sono le attività principali che si possono qui intraprendere.

Il tour, prima di arrivare a Utrecht, lungo il suo percorso passerà, solo per citarne qualcuna, dal Langbroeker Wetering e il Lage Vuursche, dall'Ewijckshoeve e il Palazzo Soestdijk, attraversando anche la pista della base aerea Soesterberg e continuerà fino alla Utrechtse Heuvelrug per una salita di Amerongse berg, una delle poche colline presenti nei Paesi Bassi e per questo famosa. Il Langbroeker Wetering è un panorama di castelli e fattorie monumentali, meravigliosi dintorni ai piedi, vasti prati ricchi di vegetazione, fogliame, un verde che si distende oltre l'orizzonte, acquitrini, paludi e specchi di acqua il cui elemento fondamentale è la torba. Il Lage Vuursche è una zona protetta nella quale gli amanti della natura, dell'ambiente e del relax, possono ammirare le foreste e la brughiera. Qui si trovano delle splendide casette dove alloggiare alla stregua di agriturismi. E' possibile praticare sport acquatici, usufruire di molteplici attività ricreative, andare a cavallo o ancora dedicare il proprio tempo libero al minigolf. I ciclisti non professionisti ma esperti possono praticare il percorso in mountain bike, uno dei più soprendenti dei Paesi Bassi. In questa zona si trova il De Vuursche Boer, la Casa del Pancake, un locale dall'arredamento rustico che appartiene da oltre 50 anni alla famiglia Knetemann. Gerry Knetemann è un ciclista professionista famoso per aver battuto il campione in carica dell'epoca Francesco Moser a Nürburgring, nel corso del Campionato del mondo del 1978. Dopo il suo ritiro avvenuto nell'89, qualche anno più tardi, fu nominato commissario tecnico della nazionale olandese di ciclismo.

foto: Amsterdam - Utrecht Langbroeker Wetering - Giro d'Italia 2010 in Olanda

Non molto distante, lungo sempre il percorso che verrà affrontato dai ciclisti del Giro d'Italia, si trova Ewijckshoeve, una zona attorno alla quale si trova, quella che sarà la nuova residenza del principe Alexander, futuro sovrano d'Olanda. Una zona boschiva circonda la casa del sovrano protetta da un cortile chiuso da un robusto cancello. Immediatamente dopo s'incontra il Paleis Soestdijk, quella che fu la residenza del Principe Bernhard e di Giuliana, principessa e successivamente regina dei Paesi Bassi. Dal 1971 è di proprietà dello Stato olandese, ma solo negli ultimi anni è disponibile alle visite del pubblico

  • 1558 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social