Olanda improvvisata

OLANDA IMPROSSIVATA Dopo un inverno di incertezza, scontri e battibecchi con la mia dolce metà sulla fattibilità di andare in vacanza per svariati problemi “logistici” di vita , a fine luglio,ero oramai rassegnata al peggio,quando Alberto mi propone la vacanza ...

  • di chri
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

OLANDA IMPROSSIVATA Dopo un inverno di incertezza, scontri e battibecchi con la mia dolce metà sulla fattibilità di andare in vacanza per svariati problemi “logistici” di vita , a fine luglio,ero oramai rassegnata al peggio,quando Alberto mi propone la vacanza -avventura ovvero : si parte , preferibilmente con almeno una vaga idea sulla meta e si decide momento per momento lo svolgersi del viaggio.

Questa proposta mi allettava molto ma nello stesso tempo mi creava un po’ di timore : proprio io che ho pianificato tutti i nostri viaggi ora per ora, km. Per km.! Eppure sentivo che ...Si doveva fare! Dopo aver ragionato un po’ sulle destinazioni fattibili e di nostro interesse, abbiamo optato per I PAESI BASSI.

06.08 Dopo aver festeggiato velocemente il mio compleanno e sistemato il ns. Gattone Cicci dai “nonni”, siamo partiti da Legnago – Verona alle 16 con la nostra mitica Golf : direzione Brennero.

Abbiamo portato poche cose per noi, quindi valigie poco ingombranti, abbiamo sistemato nel sedile posteriore un bel frighetto con presa dell’alimentazione nell’accendisigari , un fornellino da camping e la ns. Inseparabile moka per avere il ns. Vero caffè italiano e non la solita brodaglia ! A sera inoltrata ci siamo fermati alla seconda mega-stazione di servizio dopo Monaco per sosta fisiologica e per uno spuntino leggero con i nostri panini e poi di nuovo in marcia .

Le stazioni di sosta in Germania sono fantastiche: enormi parcheggi, tavoli da ogni parte per mangiare i tuoi spuntini oppure per semplice relax, bar,ristorante, enormi e pulitissime toilette, dove puoi entrare solamente facendo all’entrata un ticket da 50 c. Che poi ti viene rimborsato alla cassa con la consumazione. ( eh.. C’è poco da dire...I tedeschi sono sempre un passo avanti nelle innovazioni e nella tecnologia!) Passata Norimberga , verso mezzanotte e mezza, Alberto e’, giustamente, crollato. Abbiamo trovato con immensa difficoltà un posticino tra la miriade di bestioni della strada parcheggiati nelle varie stazioni di sosta. In effetti essendo un normale mercoledì lavorativo , il traffico pesante per strada ed in sosta era una cosa esagerata! Mai visto niente di simile: la colonna di camion nella loro corsia , ci ha fiancheggiato per tutti i circa 1000 e oltre km di autostrade !!! Riusciti quindi a trovare un buco di parcheggio, appeso l’asciugamano ai vetri per fare maggior buio a mo’ di profughi, abbassato i sedili ,avvolti nelle nostre copertine, siamo stati catturati da Morfeo fino alle prime luci dell’alba.

07.08 La luce del sole ci ha forzatamente riportato alla realtà! Dopo le stiracchiate di rito per risistemare le ossa fracassate ci siamo diretti al bar per una giusta e sana ( beh non proprio!) colazione. Adoriamo fare i “nomadi”, passando qualche notte nelle stazioni di servizio, lungo le autostrade d’Europa, , mangiare al buio e all’aperto uno spuntino, alle ore più strane, magari nelle tavole dei P, e accendendo pure il fornelletto per prepararci un caffè energizzante!:E’ un modo per noi di staccare dalla routine, dai bei modi civili imposti dalla normale vita quotidiana.

Questa nottata quindi , sebbene poco confortevole, ci ha “ossigenato”e dato la carica per vivere la ns. Avventura.

Due mega-giganti e buonissime brioches tedesche con tanto di caffè lungo e acquoso tipico, ci hanno riempito di energie , così ci siamo rimessi in macchina per continuare il ns. Viaggio. Dopo varie soste per caffè rigorosamente italiano, spuntini veloci, qualche ora di incolonnamenti nel groviglio pazzesco di autostrade nei pressi di Colonia, verso le 16 siamo entrati in territorio olandese, passando per Venlo e rimanendo nel sud, visto che la nostra idea , maturata strada facendo, era di arrivare a Rotterdam

  • 1562 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. sarasaretta
    , 28/6/2010 13:43
    grazie chri ottimo diario, prenderò molti spunti per il mio viaggio!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social