10 giorni in auto nei paesi bassi

1° giorno Quest’anno la meta delle nostre vacanze estive sono Olanda e un pezzettino di Belgio per una decina di giorni, tra il 4 e il 15 di agosto. Atterriamo all’aeroporto di Amsterdam (dopo aver triangolato a Londra Luton)alle 8.30 ...

  • di MartaJ
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

1° giorno Quest’anno la meta delle nostre vacanze estive sono Olanda e un pezzettino di Belgio per una decina di giorni, tra il 4 e il 15 di agosto. Atterriamo all’aeroporto di Amsterdam (dopo aver triangolato a Londra Luton)alle 8.30 e prendiamo poi il treno per il centro città (7,60 € per due persone) e lì grazie all’aiuto di un’efficientissima dipendente del centro informazioni turistiche optiamo per l’acquisto di una strippencard per arrivare al nostro albergo in bus (la strippen card è una tessera di 15 o 45 strisce che ti permette di muoverti per la città obliterando una striscia per ogni passeggero e una per ogni zona che attraversi, se pensate di non utilizzare troppo i mezzi è molto conveniente, altrimenti forse è meglio l’abbonamento giornaliero).

L’albergo, Apollo museum hotel (camera:248,75 € per tre notti colazione inclusa), si trova proprio accanto al museo di Van Gogh e ad un quartiere molto animato ma allo stesso tempo curato. La nostra camera, quella con la tariffa economica, è un po’ piccina e vecchiotta, mentre la struttura è molto bella e moderna, ma tanto mica siamo andati in vacanza per stare in camera.. L’albergo era pulito, la colazione abbondante e buona, la posizione ottima, direi che è l’indispensabile.

Partiamo subito alla scoperta della città, ovviamente a piedi.

Attraversiamo diversi quartieri, curisiamo tra le bancarelle del mercato dei fiori, che sono su delle chiatte e ci sono una gran varietà di fiori e bulbi, e tra quelle del mercato delle pulci di Albert Cuymarkt, quest’ultimo un po’ deludente, direi che è uguale ad un normale mercato cittadino italiano, solo più grande e con più scelta.

Ci dirigiamo verso piazza Dam, non perdetevi lì accanto una sbirciatina al Begijnhof, diamo uno sguardo al Museo Storico di Amsterdam, il quartiere universitario e poi andiamo un po’ a zonzo lungo i canali, tanto gli edifici affacciati sulle acque sono ovunque estremamente belli.

Torniamo al nostro albergo e ci prepariamo per la cena. Temevamo di trovare i ristoranti chiusi già alle 21, invece nella zona di Leidseplein, attigua al nostro albergo, ci sono localini di ogni parte del mondo aperti fino a tardi.

2° giorno Il secondo giorno decidiamo di noleggiare due bici da MacBike (28,50 € quelle con il freno per 24 ore, ma prendete pure quelle con il freno ai pedali costano meno e sono facili da usare) e ci dirigiamo verso Marken, un paesino di pescatori a nord di Amsterdam.

Il battello gratuito dietro alla stazione ci porta dall’altra parte del fiume Ij e da lì seguiamo le indicazioni. È veramente una bella gita: si pedala lungo i canali tra paesini caratteristici, dove la gente vive su case galleggianti. In totale avremo fatto una quarantina di chilometri, ovviamente tutti in piano e fortunatamente sotto il sole.

3° giorno Oggi pioviggina, giriamo per negozi e curiosiamo al mercato di Waterlooplein, poi gironzoliamo per il quartiere ebraico e il Jordaan. Nel pomeriggio prendiamo il treno per Haarlem (12,60 € andata e ritorno per due), facciamo un giretto nel centrocittadino alla ricerca dei famosi Hofies e torniamo ad Amsterdam. I treni per Haarlem sono ogni mezz’ora, il viaggio dura circa 15’ minuti.

4° giorno Noleggiamo un auto (da Hertz) e ci dirigiamo verso nord al mercato di formaggi di Alkmaar, che si tiene ogni venerdì mattina dalle 10 alle 12.30. C’è una gran confusione, un sacco di gente, forse un po’ troppo commerciale, ma una visita è d’obbligo. Ci spostiamo poi verso Hoorn e quindi Den Helder, dove ceniamo in un bel ristoriantino e dormiamo in auto all’imbarcadero per Texel

  • 25377 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social