Amsterdam: alcune istruzioni per l’uso

Sono appena tornato da un breve soggiorno ad Amsterdam; eravamo in tre coppie, tutti sulla sessantina. Il soggiorno è stato di piena soddisfazione per tutti, leggendo gli altri commenti si può già avere un’idea precisa sulla città, e devo dire ...

  • di tantalio
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sono appena tornato da un breve soggiorno ad Amsterdam; eravamo in tre coppie, tutti sulla sessantina. Il soggiorno è stato di piena soddisfazione per tutti, leggendo gli altri commenti si può già avere un’idea precisa sulla città, e devo dire che a noi, in fase di preparazione del viaggio, sono stati molto utili. Quindi cercherò di sviluppare in modo più ampio la parte relativa al primo impatto con i prezzi aggiornati.

La prima cosa da fare, una volta giunti all’aeroporto, è quella di procurarsi un biglietto per il treno che porta alla Central Station. Abbiamo fatto il biglietto allo sportello al costo di 3,9 euro più 50 centesimi per i diritti della biglietteria. Questo supplemento non c’è se si usano i distributori automatici.

Dopo 20 minuti si arriva in Central Station dove si può raggiungere il Tourist Office che è situato fuori dalla stazione, ad una cinquantina di metri dall’uscita, un poco spostato a sinistra. Dall’ingresso bisogna salire qualche gradino per arrivare ad una sala dove si possono prenotare gli alberghi; in una seconda sala attigua si possono avere informazioni insieme ai biglietti per la rete di trasporto pubblica Noi siamo stati fortunati perché ci è toccata un’operatrice che parlava italiano. Qui è conveniente prenotare la I amsterdam card a euro 53 per 72 ore di validità (ma ne esistono anche di durata minore). Il kit fornito comprende un biglietto per la rete di trasporti cittadini GVB, una tessera per l’ingresso nei principali musei e 43 vouchers, alcuni per ingressi gratuiti e la maggior parte con sconti del 25% su altri musei, caffè e ristoranti.

La validità della card parte dalla prima visita e si estende per le 72 ore successive. Lo stesso va detto per il biglietto della rete di trasporto che vale dalla prima timbratura fatta a bordo del mezzo.

Potrebbe essere conveniente non utilizzare immediatamente il biglietto di 72 ore se si intende andare subito in albergo e muoversi dal giorno successivo, in questo caso conviene dotarsi, per questo viaggio, di un singolo biglietto, o di strip–ticket se si viaggia in gruppo, sempre da richiedere a questo sportello.

Questo biglietto orario non vale per le linee che vanno fuori città (aeroporto, Volendam ecc.) servite da autobus verdi. Per quanto riguarda il discorso vouchers c’è da dire che sono veri e propri sconti applicati su quanto proposto in quanto il ristorante li ritira perché, penso io, riceverà un rimborso dall’agenzia del turismo.

I tram hanno spesso il controllore al centro delle carrozze al quale bisogna presentare il titolo di viaggio, altrimenti sono dotati di macchinette obliteratrici. Negli autobus è l’autista che si incarica di vedere o timbrare i biglietti. I mezzi sono dotati di display che indicano le varie soste fino a 5 fermate successive. Anche se la lingua olandese è difficile, è in ogni modo agevole orientarsi.

I mezzi pubblici sono frequentissimi a qualunque ora del giorno.

Le persone sono sempre cordiali e disponibili a dare indicazioni, specialmente i giovani che parlano bene l’inglese. Nei mezzi pubblici spesso le donne fanno gli autisti, poi ci sono tanti vigili.

Le biciclette imperversano. Ad Amsterdam sono un vero e proprio mezzo di trasporto e sfrecciano veloci sulle piste ciclabili ed anche altrove. Quindi attenzione a non invadere le piste e a spostarsi ad ogni scampanellio. Anche i mezzi pubblici sono veloci e sbucano sia da destra sia da sinistra perché non ci sono sensi unici. Attenzione quindi ad attraversare le strade. Nel centro storico si vedono biciclette depositate dappertutto perché le case sono piccole e non c’è modo di ricoverarle

  • 1315 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social