La festa della Regina

Un bel giorno mentre stavo lavorando, ehm surfando in internet mi imbatto in un’olandese amante dell’italia che si trovava a Padova per qualche giorno e cercava amici per uscire ogni tanto. Detto e fatto: fu così che conobbi Judith Dopo ...

  • di Chiara
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Un bel giorno mentre stavo lavorando, ehm surfando in internet mi imbatto in un’olandese amante dell’italia che si trovava a Padova per qualche giorno e cercava amici per uscire ogni tanto.

Detto e fatto: fu così che conobbi Judith Dopo molte (non troppe) insistenze per ricambiare l’ospitalità decido di farci contente e mi avvio alla boutique delle ferrovie francesi per acquistare il biglietto.

“Vieni per la festa della regina!!!” continuava a ripetermi.

Oltre al fatto che non sapevo nemmeno quando fosse la festa della regina, continuavo a chiedermi cosa ci fosse tanto straordinario.

Mi immaginavo qualcosa stile regina d’inghilterra e cerimoniale inglese come si vede in tv.

Mai sottovalutare l’attaccamento degli olandesi ai regnanti! Tanto per cominciare ognuno di loro ha la foto appesa a casa e poi...C’è la festa della regina ;) Fortunatamente la festa della regina cade perfetta per conciliarla con il ponte del primo maggio percio’ eccomi con i biglietti in mano pronta per partire alla volta di amsterdam.

Ovviamente come al solito mi son presa tardi e le offerte sono già sparite: rimedio due biglietti di prima classe venduti al prezzo della seconda e un ritorno scontato.

Partenza dopo il lavoro dalla Gare du nord parigina con il famoso thalys. Treno spettacolare superveloce dove in prima classe ti viziano come non mai.

Ore 19.30 sono arrivati i vassoi con la cena, ore 21.00 merendina e caffé, ore 22.00 qualcosa da bere. Meno male che poi sono arrivata altrimenti avrei preso 1 kg! Non finiranno mai di stupirmi queste ferrovie estere.

Judith ci aspetta già al binario, pronta con altri due biglietti del treno per raggiungere casa sua. In effetti lei abita nel primo paesino dopo Amsterdam a 5 minuti di treno che pero’ viene usato come la metro, efficentissimo! Il paesino mi sembra che si chiami Zahndalf (spero!)ed è una meraviglia: una serie di canali con ponticini di legno con casettine basse con giardino ( non inferriato) che si affacciano direttamente sull acqua. Sembra di stare in un villaggio vacanze.

Anche la casa della mia amica si rivela affacciarsi sull acqua. Che bello alzarsi la mattina e dal balcone vedere acqua e verde.

Il giorno dopo decidiamo di andare a fare un passeggio per le vie di Amsterdam. Non mi dilungo sui dettagli in quanto Amsterdam è sempre quella ;) Già fervono i preparativi per la festa: palloncini arancioni e addobbi vari ovunque e palchi in ogni piazza.

C’è talmente tanta gente che decidiamo di visitare il museo heinken. La vecchia birreria è enorme: vengono spiegate tutte le fasi della lavorazione e si puo’ provare ad essere una bottiglia grazie al “cinema dinamico”. Ci vengono anche consegnati 4 gettoni per degustare 4 birre. Ovviamente 4 birre per noi sono troppe e rinunciamo alla metà ma vedo ce non siamo le uniche.

Ci fermiamo a cena a casa di un amico italiano che studia li e ci cucina piatti arabi.

Ripartiamo tutti assieme per un passeggio, devo vedere la famosa zona rossa. Insomma è cosi famosa che non si puo’ non vederla almeno una volta. Devo dire che mi aspettavo chissà cosa ma in realtà è una zona dove le ragazze sono molto più vestite che nella tv italiana e l’ordine regna sovrano.

In effetti sono molto rigorosi: se uno si ferma a guardare troppo una ragazza o diventa invadente suona l’allarme! Incredibile è più forte dell’antifurto di casa  L’indomani Judith mi vuole portare a vedere un originale villaggio olandese. Prendiamo di nuovo il treno e in 5 minuti siamo in un altro paesino. L’odore di cioccolato è nauseabondo: è la produzione tipica della zona e ci sono fabbriche ovunque

  • 827 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social