Olanda, Belgio e Normandia in auto da Savona

Il nostro viaggio è durato 10 giorni e 9 notti, dal 15 al 24 agosto. Abbiamo percorso in auto 4223 km, così suddivisi 15 agosto: Savona – Limburg (Germania): 877 km. Un pernottamento all’Hotel Montana (3 stelle, 78 euro con ...

  • di prairiedog
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Il nostro viaggio è durato 10 giorni e 9 notti, dal 15 al 24 agosto. Abbiamo percorso in auto 4223 km, così suddivisi 15 agosto: Savona – Limburg (Germania): 877 km. Un pernottamento all’Hotel Montana (3 stelle, 78 euro con colazione, parcheggio gratuito, molto carino. Prenotato via email senza fornire numero di carta di credito. Trovato tramite sito www.Booking.Com) 16 agosto: Limburg – Amsterdam: 371 km. Tre pernottamenti all’Hotel Mercure Amsterdam Airport (4 stelle, 230 euro con colazione più 31,50 euro per il parcheggio, spesa complessiva per le 3 notti, ma era un’offerta speciale prenotata pochi giorni prima tramite il sito www.Boooking.Com. Bell’hotel, con navetta gratuita ogni 30 minuti da e per l’aeroporto di Amsterdam. Percorso diretto di circa 15 minuti. Ultima navetta di ritorno dall’aeroporto alle 23,45. Internet a pagamento, sicuramente nella hall, non so se anche in camera. Non l’ho provato).

19 agosto: Amsterdam – Bruges (Belgio): 271 km. Due pernottamenti all’Hotel Walburg (4 stelle, 209 euro con colazione, parcheggio pubblico sotterraneo a 5 minuti a piedi dall’Hotel, a 8,70 euro per 24 ore. Hotel molto bello e in stile a 3-4 minuti a piedi dalla piazza principale, prenotato tramite il sito www.Booking.Com, ma era un’offerta. Internet a pagamento, al contrario di quanto detto sul sito www.Booking.Com, ma non provato) 21 agosto: Bruges – Omaha Beach (Normandia, spiaggia dello sbarco): 495 km. Un pernottamento all’Hotel Mercure Omaha Beach (106,70 euro, più 12 euro a testa per la colazione, parcheggio gratuito. Internet a pagamento 4,50 euro all’ora, wireless con proprio pc (ma solo nella hall) o con Mac dell’hotel. Trovato sul posto. Molto bello, con vista sui campi da golf e il mare).

22 agosto: Omaha Beach – Le Mont Saint Michel (Bretagna): 174 km. Un pernottamento all’Hotel Le relais du roy (3 stelle, 87,50 euro più 9,30 euro a testa per la colazione, parcheggio gratuito. Carino, ma niente di eccezionale. Ottima posizione, poco prima del pezzo di strada artificiale creato per poter raggiungere sempre Le Mont Saint Michel. Trovato sul posto dopo aver chiesto ad altri 3 hotel vicini, il Mercure e due 2 stelle, che erano completi) 23 agosto: Le Mont Saint Michel – Blois (Loira): 337 km. Un pernottamento all’Hotel Holiday Inn 3 stelle, 97,50 euro più 9 euro a testa per la colazione, parcheggio gratuito. Carino, un pochino fuori dal centro. Trovato sul posto dopo aver chiesto al Mercure che era completo).

24 agosto: Blois – Savona: 900 km. Pernottamento a casa: appartamento 3 stelle, parcheggio gratuito, internet wireless, spese condominiali un po’ alte, ma ottimo vicinato e vista sul mare! Purtroppo il primo e l’ultimo giorno sono stati praticamente solo di viaggio, ma quest’anno per motivi di incertezza delle ferie, abbiamo preferito non prenotare voli transoceanici e in generale quasi nulla fino agli ultimi giorni e quindi abbiamo preferito andare con la nostra auto.

Il viaggio di andata lo abbiamo fatto passando dalla Svizzera (bollino autostradale valido dal 1 dicembre dell’anno prima al 31 gennaio dell’anno dopo quello in corso, 40 franchi svizzeri, equivalenti a 27 euro, ma alla frontiera ti dicono 30 euro e poi ti danno 5 franchi svizzeri di resto).

Pranzo in un MacDonald a Sursee e poi salvo brevi soste per benzina, dritti fino a Limburg.

Siamo partiti da Savona alle 8,45 e siamo arrivati a Limburg alle 18,20.

Limburg è una piccola cittadina carina, con casette medioevali. E’ proprio sul percorso per Amsterdam ed è circa 50 km a nord ovest di Francoforte sul Meno. Inizialmente avevamo pensato di fermarci a Francoforte, ma poi un amico che è stato in entrambi i posti per lavoro ci ha consigliato Limburg. Abbiamo cenato in un locale tutto in stile medioevale nel centro: il menu era di difficile lettura perché in carattere gotico e solo in tedesco e la cameriera non parlava inglese. Abbiamo ordinato quasi a caso capendo solo le 3 parole speck, kartoffen e kaas (speck, patate e formaggio), ma ci è andata benissimo e abbiamo speso 20 euro compresa la mancia

  • 5140 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social