Grand tour sulle orme di Bilbo Baggins

Viaggio on the road alla scoperta delle bellezze della Nuova Zelanda per riscoprire i luoghi dei film di Peter Jackson basati sulle opere di J.R.R. Tolkien

  • di LiviaP88
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Grand tour sulle orme di Bilbo Baggins

Dal 16 febbraio al 22 agosto 2016.

Costo volo Emirates/Quantas €2.910 (prezzo complessivo) da Roma a Wellington con scali.

La Nuova Zelanda è la nazione ideale per degustare vini e birre locali; fare lunghe passeggiate scegliendo fra ben nove great walks; assistere ad una partita di rugby degli All Black; degustare kumara (patate dolci) e paua (molluschi); avvistare leoni marini, nuotare tra foche e delfini; perdersi tra i ghiacci o in un dedalo sotterraneo di grotte naturali; praticare sci, ciclismo, surf, bungee jumping e qualsiasi altro sport vi venga in mente. Inoltre, festival musicali, gastronomici e letterali solo sparpagliati di città in città e lungo l’intero anno solare. È inoltre una nazione che viene spesso usata, per i suoi bellissimi paesaggi naturai, come location per film e serie tv, come la più recente The Shannara Chronicles e, per due patiti del cinema, è il paradiso!

Con queste premesse, spinti dal desiderio di scoperta, i nostri eroi, imitando i giovani europei dell’800, decisero di partire all’avventura! Fu così che Eowyn e Eomer, al secolo Livia e Ezio, fratelli del casertano, a novembre 2015 iniziarono ad organizzare il viaggio.

È pericoloso, Frodo, uscire dalla porta. Ti metti in strada, e se non dirigi bene i piedi, non si sa dove puoi finire spazzato via. (Tratto dal film Il Signore degli Anelli: La compagnia dell'anello di Peter Jackson).

Febbraio

Ottenuti i working holiday visa, stipulate le assicurazioni sanitarie, patente internazionale di guida in tasca, i due fratelli approdarono in Oceania con l’intento di visitare la terra dei kiwi!

Il volo transoceanico fu di per sé un’avventura! Volare con la Emirates Airlines fu davvero magnifico, serviti e riveriti dalle hostes nonostante la classe economy.

Trascorsi un paio di giorni nella ventosa capitale neozelandese, Wellington (tra l’altro set cinematografico della Minas Tirith di Jackson), città nella quale tornarono più volte per esplorarla al meglio e visitare tutto ciò che ha da offrire, iniziarono la nostra esperienza in farm facendo wwoofing (cioè coabitare con famiglie nelle loro aziende agricole, aiutandole con i lavori quotidiani, in cambio di vitto e alloggio e, nel frattempo, far pratica con la lingua inglese), intrapresero in questo modo il loro viaggio on the road!

Prime tappe, tre città nella regione Taranaki-Whanganui: Foxton, in una famiglia greco texana tra caprette e galline, in un posto talmente isolato da sentirsi fuori dal mondo civilizzato!

Marzo

Dopo aver sgranocchiato un biscotto Afgan e mangiato una fetta di Pavlova i due viaggiatori proseguirono verso la magnifica Palmerston North, città universitaria, verde e gaia, ospitati in un’immensa villa di legno mentre si occupavano di giardinaggio. Degno di nota, in città, il centro commerciale The Plaza. Ed infine, ultima tappa della regione, Levin, tranquilla cittadina con tutti i confort indispensabili per vivere felici, dove trovarono un amico in Paul.

Per chi viaggia di città in città, spostandosi in continuazione, la presenta in tutte le città (grandi e piccole) di bagni pubblici attrezzati e puliti fu davvero cosa gradita ai nostri avventori

  • 2231 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social