Alla scoperta della Nuova Caledonia

Per decidere l'itinerario di questa nostra vacanza abbiamo curiosato un po' in internet poi, deciso cosa volevamo fare, abbiamo affidato il tutto alla nostra amica dell'agenzia viaggi. E così, detto fatto avevamo tutto pronto. Ci siamo affidati a Kuoni Gastaldi ...

  • di Ilaria Manzoni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia

Per decidere l'itinerario di questa nostra vacanza abbiamo curiosato un po' in internet poi, deciso cosa volevamo fare, abbiamo affidato il tutto alla nostra amica dell'agenzia viaggi. E così, detto fatto avevamo tutto pronto. Ci siamo affidati a Kuoni Gastaldi e volato con Air France. Siamo partiti il 27.5.01 da Malpensa con Alitalia fino a Parigi. In seguito, tiratone fino a Tokyo (con Air France) e dopo uno scalo di circa 1 ora e 1/2 siamo ripartiti per Noumea. Il viaggio é lungo ma ne vale la pena. I voli internazionali arrivano sempre di primo mattino ma gli alberghi non fanno il check-in delle camere fino alle 14 del pomeriggio così bisogna far passare un po' il tempo. Noi abbiamo fatto un giro per Noumea; é una Parigi nel Pacifico, non manca proprio nulla.

Abbiamo alloggiato all'Hotel Le Meridien, molto grande, molto bello e con un servizio veramente impeccabile.

Il giorno dopo abbiamo preso in consegna un auto a noleggio e siamo partiti verso nord sulla parte ovest della Grande Terre. Questa costa, viene chiamata anche costa europea in quanto il paesaggio é ricco di praterie e veri e propri ranch dove viene allevato il bestiame.

Ci siamo fermati a Burail per la notte ed abbiamo pernottato al Poé Beach un posto molto tranquillo su una immensa spiaggia. Poco lontano, sul mare si trova la Roche Percée detta anche Le Bonhomme perché ha la forma della testa di un uomo, e la stupenda Baia delle Tartarughe.

Abbiamo proseguito fino a Kone, un altro minuscolo centro dove abbiamo pernottato al Monitel Hibiscus, durante questa tappa non c'é molto di particolare da vedere ma é un piacere guardarsi in giro e vedere il paesaggio. Il giorno seguente abbiamo raggiunto Poum all'estremo nord dell'isola. La struttura che ci ha ospitato, il Malabou Beach, é un bel posto che sorge su una grande spiaggia dotata di tutto l'occorrente per gli sport d'acqua. Vengono inoltre organizzate uscite per gli amanti della pesca e del diving. Qui abbiamo passato due notti così ci siamo riposati un po' ed abbiamo iniziato a formare il primo strato di cottura al sole. Una cosa: il periodo nel quale siamo andatii é per loro l'inizio dell'inverno ed é paragonabile ad una nostra bella primavera. Anche se lo vorrei io un inverno così, non ci sono smpre state le temperature che avevamo creduto. L'aliseo che soffiava sempre era piacevole durante il giro in auto ma quando si trattava di restare al sole dopo un bagno in mare... Ci voleva l'asciugamano per coprirsi. Ad ogni modo siamo contenti che il tempo é sempre stato bello, non abbiamo avuto bisogno di giacche o maglioni e la notte si dormiva benissimo con la coperta di lana!!! La cosa che ci faceva ridere é che gli indigeni, visto che era "inverno", chiedevano spesso se avevamo freddo, vestivano con giacche in pile (che ci facevano schiattare dal caldo solo a vederli) e poi calzavano le ciabattine infradito! Torniamo all'itinerario. Da Poum abbiamo attraversato la catena montuosa che divide l'isola da nord a sud e siamo passati sulla costa est detta anche costa melanesiana perché al contrario della costa ovest dove ci sono per lo più "métropoles" (francesi trasferitisi in Nuova Caledonia), qui ci sono solo Kanaki, gli indigeni che sono la maggioranza della popolazione totale del Paese.

Anche il paesaggio é totalmente diverso: le praterie ed i pascoli lasciano il posto a vegetazione e spiaggie tipicamente tropicali.

Abbiamo passato la notte al Club Med, una immensa struttura che si trova a Hienghène. Abituati alla "solitudine" dei posti visti sin ora é stato un po' uno choc rivedere flotte di vacanzieri francesi che facevano la fila al buffet e per le attrezzature sportive..

  • 6534 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social