Alla scoperta della Norvegia centro-meridionale

In giro tra Oslo, Bergen, Alesund, i fiordi e molto altro ancora

  • di Dagh
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

1° GIORNO: DOMENICA 8 LUGLIO 2018

Partenza in auto da Torino con destinazione Bergamo Orio al Serio, dove lasciamo l’auto nel parcheggio Travel Parking.

In aeroporto notiamo anche un calcio balilla a disposizione dei passeggeri per ingannare il tempo nell’attesa dell’imbarco: bella iniziativa! Il nostro volo Ryanair decolla puntuale alle 10.45 e, in circa due ore e mezza ci porta all’aeroporto di Oslo Torp.

La Norvegia non fa parte dell’Unione Europea, ma ha aderito alla convenzione di Schengen, per cui a noi italiani è sufficiente la carta d’identità per l’ingresso nel Paese. Ebbene: al controllo documenti le nostre carte d’identità vengono attentamente verificate, addirittura con lente d’ingrandimento! Per il trasferimento dall'aeroporto Torp Sandefjord ad Oslo (circa 110 km) usiamo il bus Torp Ekspressen, già prenotato anticipatamente on line, che ci porta al centro di Oslo in poco meno di due ore.

Ed eccoci finalmente a Oslo: il tempo è nuvoloso, ma non fa freddo, anzi… Seguendo le istruzioni ricevute dalla GpC Adriana ci dirigiamo a piedi verso il nostro hotel (Radisson Blu Scadinavia) attraverso la Karl Johans Gate, la via principale di Oslo che è quasi interamente pedonale. Ceniamo all’aperto al Café Tekehtopa in St. Olavs plass e poi ci dirigiamo verso il porto, grazie anche alla splendida luce che qui si protrae fino a tardi. La zona del porto è veramente vivace! Ci sono traghetti che riportano le persone a casa dopo una giornata trascorsa al mare, altri sono in partenza per un tour notturno dei fiordi, tutti i locali sono affollatissimi, specialmente quelli che trasmettono le partite dei mondiali di calcio. Percorriamo tutto il lungofiordo fino all’Astrup Fearnley Museet, museo d’arte contemporanea, una bella struttura disegnata dall’architetto italiano Renzo Piano.

2° GIORNO: LUNEDÌ 9 LUGLIO 2018 (KM 245)

Dovete sapere che il nostro giro in Norvegia è solo parzialmente “faidate”. Infatti abbiamo acquistato presso un’agenzia viaggi di Torino il “Trans Nordic Tour” che ci condurrà per sei giorni alla scoperta dei fiordi e di altri bellissimi luoghi norvegesi. Oggi abbiamo l’incontro in hotel con il nostro accompagnatore (Gioel) e con gli altri partecipanti al tour. In tutto una trentina di persone provenienti da ogni parte d’Italia. Ci mettiamo presto in marcia per una breve visita di Oslo con una guida locale. Giro in centro, poi ci spostiamo al Frogner Park. Questo enorme parco ospita circa 200 originali sculture di Gustav Vigeland – artista norvegese poco conosciuto fuori patria - che raccontano il ciclo della vita di un uomo dalla nascita alla morte.

Infine saliamo sulla collina di Holmenkollen dove c’è il trampolino per il salto con gli sci più antico al mondo. C’è anche un simulatore per chi volesse provare l’ebrezza di un salto con gli sci o di una discesa ad oltre 100 km/h. Visitiamo poi il Municipio di Oslo, più interessante all’interno, con ampi saloni e belle decorazioni, che esteriormente. Ci aspettavamo accurati controlli di sicurezza all’ingresso, invece nulla, si entra liberamente!

Nel pomeriggio rotta su Lillehammer, graziosa cittadina dove si svolsero i giochi olimpici invernali del 1994. Quindi proseguiamo verso il Parco Nazionale di Rondane, dove alloggiamo all’hotel Rondablikk di Kvam, immerso nella natura. Dopo cena passeggiamo nei dintorni dove, oltre alle numerose casette con l’erba sul tetto, rimaniamo incantati davanti al laghetto Furusjøen: atmosfera magica! Apprendiamo che tutta questa zona, in inverno, è un regno dello sci di fondo (sport nazionale norvegese), mentre nel lago viene praticata la pesca sul ghiaccio.

3° GIORNO: MARTEDÌ 10 LUGLIO 2018 (KM 335)

Dopo una sosta a Trollveggen (letteralmente: il muro dei Troll) giungiamo ad Ålesund, che sorge nella parte settentrionale della regione dei fiordi su piccole isole collegate tra loro. La splendida giornata di sole contribuisce a rendere ancora più bella la cittadina con gli edifici in stile art-nouveaux che si specchiano sull’acqua. Per le strade di Ålesund non passano inosservate alcune supercar Lamborghini con targa italiana che si son date appuntamento qui per un tour sulle strade della Norvegia. Cena e pernottamento sono presso l’hotel Scandic la cui sala da pranzo si affaccia al porto e consente di godersi lo spettacolo del tramonto al riparo dal vento. Dopo cena saliamo a piedi (scalinata non faticosa) al belvedere Aksla dove godiamo di una splendida vista panoramica sulla città

  • 586 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social