Da Bergen alle Svalbard...

Fino alle Svalbard SENZA auto al seguito si può!

  • di ale_ale
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Scrivo questo diario di viaggio perché tra tutti quelli letti, nessuno aveva affrontato l’intero viaggio utilizzando solo ed esclusivamente mezzi pubblici. Se opterete per questo tipo di scelta sappiate che si viaggia tranquillamente con i mezzi pubblici, sono ovviamente puntuali, i biglietti per i pullman si possono fare a bordo ma non sempre hanno la carta di credito. I treni devono essere comprati con parecchio anticipo se non volete andare economicamente sul lastrico. Esiste una fascia di biglietti Minipris divisi in 4 fasce prezzo, stesso prezzo indipendentemente dalla lunghezza della tratta. È ovviamente molto conveniente la prima fascia da 199 Nok, circa 25 euro, per tratte anche lunghe tutta la notte. Dormire sui treni di notte è fattibilissimo, ci sono le cuccette se volete, ma il normale posto da 199 Nok è cmq spazioso molto più dei nostri, con sedili reclinabili e poggia piedi, troverete poi sul sedile, copertina tappi per le orecchie e mascherine. I biglietti minipris escono esattamente 3 mesi prima della data che vi interessa(il 13/05 escono le offerte per i treni del 12/08), la prima fascia svanisce nell’arco di 1 settimana a volte anche meno. I traghetti interni si comprano sul posto, se volete prendere l’Hurtigruten, potete fare sia il biglietto a bordo che prima online dal sito. Noi l’abbiamo fatto online. Se volete la cabina fatelo prima. L’opzione per fare solo 1 tratta e non l’intero viaggio si chiamo Port-to-port, lì cliccate sui porti che vi interessano. Se decidete come noi di farci solo 1 notte sopra, sappiate che si dorme tranquillamente nella parte dei salottini dei bar, cercateli dalla piante della nave. Troverete un po’ di ospiti che ad una certa ora andranno in cabina, la maggior parte degli ospiti ha la cabina e resta per più giorni. Organizzatevi però con una copertina perché il “nostro”bar era molto bello e panoramico, all’ultimo piano della nave, fortunati perché anche silenzioso, ma molto freddo ;).

Non siamo viaggiatori da sacco a pelo ma, in Norvegia, se si vuole fare un viaggio come il nostro, o si hanno molte ma molte disponibilità economiche o ci si deve per forza organizzare studiando bene l’itinerario sacrificando un po’ i comfort.

Compagnie aeree utilizzate: Air Baltic, Norwegian Airlines, Winderoe.

Attenzione!!!!!!: con Air Baltic il BAGAGLIO NON E’ COMPRESO!! ovunque voi compriate il biglietto, dal sito della compagnia, da expedia,Venere o altri o IN AGENZIA, il bagaglio va pagato a parte!!!!! Fatelo prima online collegandovi al sito perché costa meno che in aeroporto, potrete controllare il peso ed evitare di pagare anche i kg in eccesso

Città: le città in Norvegia sono davvero piccoline, anche se molto carine da vedere non dedicategli troppo tempo togliendone alla natura, date sicuramente più spazio ai fiordi o cmq alle passeggiate in natura e solo quello che avanza alle città.

Il nostro giro è stato questo:

Arrivo a Bergen con volo da Roma air baltic. Visita della cittadina,pernotto in ostello Marken Gesthouse ben attrezzato e centrale. Prenotato con molto anticipo ha anche diverse camere doppie, ma quasi in tutta la Norvegia le camere da 2 sono con letto a castello o cmq singoli. Cose da vedere: Bryggen, il Torget e la funicolare F…………….. assolutamente consigliato è riscendere a piedi. Si percorre una bellissima strada in mezzo al verde, che regala splendide viste panoramiche sulla città e che termina in un quartiere di meravigliose casette in legno dove vi ritroverete a fare decine di fotografie

  • 11611 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social